Connect with us

Angolo Bellerofonte

Più incarichi allo stesso medico: l’ubiquità nella Sanità altoatesina e la moltiplicazione dei contratti d’opera

Pubblicato

-

Alto Adige, ultima frontiera.

Questi sono i viaggi di Bellerofonte che con la sua fidata tastiera alata Pegasus, vi racconterà di quando insieme a Gandalf, Frodo e gli altri Hobbit, giravamo nella terra di Mezzo alla ricerca del fatidico anello.

Fu in quell’occasione che fui costretto ad abbandonare il gruppo perché Pegasus, vittima di un incidente, aveva urgente bisogno di cure. E nel frattempo, alla ricerca di un valido cerusico per la mia tastiera alata, approdammo in quel che era il Pronto Soccorso dell’ospedale di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Lì trovammo un bravo medico, preparato e gentile, che mise velocemente Pegasus in condizioni di ripartire. Così ringraziammo e partimmo.

Purtroppo, nel giro di una notte, le condizioni del mio fedele amico si aggravarono tanto da doverci mettere alla ricerca di un altro medico. Avevamo fatto poca strada, infatti eravamo vicini a Merano e da lì cercammo il Pronto Soccorso locale.

Nell’attesa, mentre accarezzavo la criniera alata del mio quadrupede, pensavo tra me e me “Chissà se troverò un medico altrettanto bravo e gentile come quello di Bolzano”. 

“Lassù nel cielo qualcuno mi ascolta?” urlai con tutta la voce strozzata dall’emozione e mi domandai perché non potessi trovare ad accoglierci un medico bravo come quello di Bolzano. E come per miracolo, trovai proprio quel medico!

Ne rimasi così positivamente colpito che dimenticai addirittura di chiedergli se fosse stata una mera coincidenza, ma non cercavo niente di meglio. E come fece a Bolzano, si prese amorevolmente cura di Pegasus così che potemmo subito ripartire.

Oramai contento del lieto fine della disavventura ed in procinto di riunirmi ai miei compagni di viaggio, presi rotta verso le alpi svizzere con la leggerezza di un animo sollevato dalle pene passate.

Ma l’idillio non durò molto, Pegasus lamentava ancora dolori ed io non potevo continuare in quelle condizioni pietose, quindi scendemmo di quota e prendemmo terra nella ridente cittadina elvetica di Biel, a circa 500 Km di distanza da Bolzano.

Trovammo una clinica specializzata in tastiere alate e ad attenderci una gentilissima infermiera, che ci accolse calorosamente per poi condurci nello studio di un medico specialista.

Non potete immaginare la mia sorpresa mista a stupore/meraviglia quando, inaspettatamente e senza alcun modo di poter prevedere la cosa, ci trovammo per l’ennesima volta di fronte lo stesso medico che ci ricevette nei PS di Bolzano e di Merano.

Anche se costituisce una premessa di pura fantasia, la storia che vi ho appena descritto è di una realtà così fondata che avrete capito immediatamente che c’è qualcosa che non quadra, se pure avesse tutti i lati di egual misura.

I fatti.

L’altro giorno, mentre ero alla ricerca di un documento on-line, per una mera coincidenza mi sono imbattuto nella pagina del sito internet istituzionale dell’Azienda Sanitaria Alto Adige dove sono elencati tutti gli incarichi e/o conferimenti esterni affidati dall’azienda a professionisti del settore.

Il primo nome che ho letto è stato quello del dott. Jamil Abbas medico specialista, quale titolare di un contratto d’opera annuale presso il Pronto Soccorso di Bolzano, giusta determina del Direttore di Comprensorio n. 590/2018.

Il sito riporta che per tale contratto d’opera, al dott.Abbas viene riconosciuto un corrispettivo annuale pari a 119.520,00 euro; se IVA compresa o esclusa non ci è dato saperlo.

E qui arriva la sorpresa, perché il secondo in elenco alfabetico è sempre il dott. Jamil Abbas medico specialista, quale titolare di un altro contratto d’opera annuale stavolta presso il Pronto Soccorso di Merano, giusta determina del Direttore di Comprensorio n. 172/2018; questa volta il compenso è di 136.000,00 euro.

pastedGraphic.png

(fonte: http://www.sabes.it/it/amministrazione-trasparente/incarichi-consulenze.asp)

È finita qui? Magari.

Voi siete degli attenti osservatori, perciò avrete notato che il peso in KB degli allegati – come anche il nome sia con titolo che senza titolo – non sono corrispondenti ergo, sarebbe logico pensare di esserci imbattuti in un normale caso di omonimia. 

Macché! 

I due curriculum sono diversi nella forma ma non nella sostanza. Lo stesso dicasi per le dichiarazioni allegate D1 e D2 tranne che nel caso delle dichiarazioni, dove piccole variazioni hanno destato altri sospetti ed un ulteriore indagine.

Infatti, nella dichiarazione D1 del PS di Bolzano, il dott. Abbas dichiara di essere a contratto d’opera non solo al PS di Merano ma che contemporaneamente presta servizio anche in una clinica a Biel, in Svizzera, proprio come nel racconto introduttivo. 

pastedGraphic_1.png

A questo punto, potremmo pensare che il nostro dott. Abbas sia un santone della lontana India o, in alternativa, un pio maestro in odore di santità. Diversamente, non riuscirei a spiegarmi il dono dell’ubiquità di cui pare godere.

Perché ubiquità? Tenetevi forte.

In Italia, l’attività di medico di reparto viene suddivisa in 38 ore settimanali; tale orario per la Provincia Autonoma di Bolzano pare che sia di 40 ore settimanali. Comunque in linea con la normativa europea vigente in materia.

In entrambi i casi, avremmo un orario medio annuo che oscilla tra le 1900 e le 2100 ore lavorative annue (non ho tenuto conto di ferie e festività).

Ora, vedrete cosa è riportato in uno dei due curriculum, per l’esattezza in quello utilizzato per il contratto del PS di Merano:

pastedGraphic_2.png

Questo, invece è il curriculum utilizzato per il contratto del PS di Bolzano:

pastedGraphic_3.png

Tre sono le cose che risaltano agli occhi: una sono le ore d’impiego nei due PS, l’altra è che il dott. Abbas sarebbe a contratto d’opera continuativo in Alto Adige sin dal 1997, dal 2004 contemporaneamente in due posti diversi per poi approdare anche dal 2017 a Vipiteno, per concludere che dal maggio 2018 lavora anche in Svizzera. 

That’s incredible!

Aspettate, non è finita. Questi incarichi, avendo valenza pubblica, si basano su determine dirigenziali che per Bolzano è la n. 590/2018 mentre per Merano è la n. 172/2018 (quella di Bressanone invece, pare sparita).

Ebbene, in quella di Bolzano si parla di un contratto di 10 ore settimanali con un importo orario di 63,00 euro, anche qui non si capisce se nette o lorde:

 pastedGraphic_4.png pastedGraphic_5.png

(Fonte: determina direttore comprensorio Bolzano n. 590/2018)

Nella determina di Merano che prevede la copertura di due figure, una per il PS di Merano ed una per il PS di Silandro, non vengono menzionate le ore tuttavia abbiamo un importo presunto di 200.000,00 euro:

 pastedGraphic_6.pngpastedGraphic_7.png pastedGraphic_8.png

 

Tiriamo le somme.

A fronte di 10 ore settimanali eseguite a Bolzano, il dott. Abbas percepisce emolumenti pari a 119.520 euro; a fronte di chissà quante ore settimanali eseguite nel PS di Merano, il dott. Abbas percepisce 136.000 euro. Per Vipiteno non si sa nulla tranne che vengono eseguiti 8 turni di guardia medica mensili. Ora le domande. 

Come fa l’Azienda Sanitaria Alto Adige ha stipulare più contratti d’opera con lo stesso professionista?

Qual è la posizione dell’Ufficio per la Trasparenza ed Anticorruzione della Provincia in merito a quanto descritto, come il conflitto d’interessi ed importi riconosciuti decisamente non riconducibili alle leggi di mercato, visto che 63,00 euro all’ora sono superiori alla remunerazione di un dirigente dipendente dell’Azienda?

Come si giustifica il fatto che vengano violate sistematicamente le limitazioni di 48 ore settimanali imposte dalla legge 66/2003 (riferite alle ore dichiarate nei CV), dove al di sopra di tale media il DG dell’azienda sanitaria è passibile di reato?. 

Come mai nonostante l‘azienda Alto Adige sia unica, i cinque comprensori agiscono indipendentemente come se fossero aziende a sé stanti con tanto di budget personale?

Come mai ad un contrattista d’opera vengono riconosciuti compensi dall’Azienda Sanitaria, che sommati superano il tetto massimo di 240.000 euro previsti dalla legge Madia? (E non raccontatemi la balla che sono due comprensori differenti visto che l’ASL è unica). 

Come mai dal 1997, il dott. Abbas lavora in regime di continuità presso l’ASL Alto Adige, senza patentino e senza la previsione di inserirlo stabilmente nell’organigramma ospedaliero, con un notevole risparmio per i contribuenti?

Tante altre sono le domande che il vostro Bellerofonte vorrebbe porre, ma so già per certo che i “boh” e i “mah” come risposta si sprecherebbero. Fatto sta che io so già le risposte. Quello che desidero è che queste domande le facciate vostre e che siate voi a farle.

Un’ultima cosa.

Il dott. Abbas è lo stesso medico dipendente dell’agenzia interinale Avicenna Sudtirol ora Medical Service Sudtirol che, guarda caso, non menziona nel curriculum ma riporta invece nella dichiarazione “D1” per il contratto di Bolzano.

Ho amici a processo per molto meno.

pastedGraphic_9.png

 

Ora è veramente tutto, prendo Pegasus e vado via. Il Signore degli Anelli mi aspetta…

NEWSLETTER

Archivi

  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.
  • Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti
    L’accelerazione verso un mondo sempre più digitalizzato ha portato come conseguenza anche ad un aumento della criminalità online. Nei primi mesi del 2021 l’Italia è stata uno dei Paesi al mondo più colpito dalle minacce... The post Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti appeared first on Benessere Economico.
  • Nuova Anagrafe Online, come funziona e quali sono i documenti scaricabili gratuitamente
    Da lunedì 15 novembre è partito il progetto Anagrafe online, il servizio dedicato a tutti i cittadini italiani per ottenere in modo completamente gratuito certificati anagrafici. Come funziona Il progetto lanciato dal Ministero dell’Interno che... The post Nuova Anagrafe Online, come funziona e quali sono i documenti scaricabili gratuitamente appeared first on Benessere Economico.
  • Il sentiment dei dipendenti è tra i fattori cruciali delle strategie future di workplace  
    La nuova ricerca di NTT evidenzia una divergenza di pensiero sul futuro delle modalità lavorative tra i responsabili di business e i dipendenti La nuova ricerca di NTT evidenzia una divergenza di pensiero sul futuro... The post Il sentiment dei dipendenti è tra i fattori cruciali delle strategie future di workplace   appeared first on […]
  • Bonus e agevolazioni: quali verranno cancellati e quali saranno prorogati nel 2022
    Tra i tanti bonus attivati in questi mesi, molti vedranno la fine a partire dal prossimo 2022. Dopo l’approvazione del documento programmatico di Bilancio, il Governo dovrebbe varare la legge di bilancio 2022. Gli stanziamenti... The post Bonus e agevolazioni: quali verranno cancellati e quali saranno prorogati nel 2022 appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza