Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

A22, Toninelli tuona contro Bolzano: “State tirando la corda”. Kompatscher: “Nessun localismo”

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Contrariamente a quanto affermato solo un paio di giorni fa dal presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher, i rapporti tra Roma e Bolzano relativi alla gestione dell’autostrada del Brennero sono tutt’altro che distesi.

Pomo della discordia i circa 120 milioni di utili accumulati da A22 dal 2014 e di cui oggi lo Stato chiede la restituzione.

Di ritorno dalla riunione del CIPE a Roma sull’accordo per la concessione autostradale di A22 a Brennercorridor, avvenuto con la partecipazione del premier Giuseppe Conte, il sottosegretario Giancarlo Giorgetti e i ministri Giovanni Tria, Erika Stefani e lo stesso Toninelli, il governatore aveva parlato di un definitivo accantonamento della proposta di restituzione e di un grande passo in avanti verso la concessione “in maniera particolare per quanto riguarda la nostra più grande preoccupazione, ovvero il rischio di dover restituire allo Stato gli utili accumulati e non investiti da Autobrennero negli ultimi 4 anni“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Kompatscher aveva successivamente dichiarato di aver trovato una sponda da parte dei membri del governo nazionale anche per ciò che concerne il piano degli investimenti, compresi gli 800 milioni per la viabilità dei territori interessati dal percorso dell’autostrada del Brennero e per l’area di via Einstein a Bolzano. 

Di evidente diverso avviso il ministro dei Trasporti, che da Roma lancia ora missili terra aria in direzione di Bolzano, dichiarando in una nota al vetriolo “inaccettabile l’atteggiamento per cui qualcuno ancora oggi non voglia apporre l’ultima firma e tagliare il traguardo solo perchè, diciamocelo, ha l’obiettivo di tenersi il vecchio bottino, a scapito delle popolazioni e delle comunità interessate“.

Continua Toninelli: “Abbiamo sbloccato la situazione, risolvendo i problemi, sciogliendo tutti i nodi giuridici e convincendo, dopo una trattativa difficile, la Ue della bontà dello schema di convenzione, evitando che la gestione dell’A22 ed i relativi profitti finissero ai privati e siamo pronti a valorizzare i territori attraverso l’affidamento al settore pubblico locale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ci sono circa 120 milioni di euro di extraprofitti della vecchia Autobrennero Spa che dovrebbero tornare allo Stato perché realizzati negli anni in cui la concessione era già scaduta.

I soci non li vogliono restituire? Era immaginabile, visto che nel solo 2017 la gallina dalle uova d’oro ha fruttato 33 milioni di euro in dividendi. A questo punto abbiamo proposto loro di riportarli sulla nuova convenzione, in modo da riequilibrare il rapporto tra investimenti e tariffe, abbassando così i pedaggi per chi inquina meno, ma loro non ci sentono nemmeno da quest’orecchio”.

Nessun margine di contrattazione quindi con il governo di Roma che non intende cedere terreno su una questione che per Toninelli riguarda l’interesse pubblico, il quale “non ragionerebbe secondo logiche localistiche e clientelari”.

“È evidente, a questo punto che, da una parte, il governo e il mio ministero perseguono l’interesse pubblico, mentre, dall’altra parte, qualche politico locale pensa di poter ancora sfruttare quella gallina dalle uova d’oro secondo logiche di potere meramente clientelari. Ma i tempi sono cambiati e bisogna stare attenti a tirare troppo la corda, perché la corda poi si spezza”, conclude.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pacata la replica al ministro da parte del governatore altoatesino che parla di fraintendimenti che verranno sicuramente risolti al tavolo tecnico il prossimo 23 gennaio, ma anche del fatto che le dichiarazioni di Roma sarebbero giuridicamente incongruenti.

Lo scopo di Brennercorridor non è quello di fare utili ma di reinvestire a favore del territorio“, ha rimarcato Kompatscher.

NEWSLETTER

Vita & Famiglia4 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano4 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Italia ed estero4 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Alto Adige4 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano4 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives4 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Bolzano1 settimana fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Bolzano4 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Bolzano4 settimane fa

Buoni pasto COVID-19 indebitamente percepiti: i Carabinieri sanzionano più di 300 persone

Alto Adige4 settimane fa

Comunità energetiche, forma innovativa di cooperazione

Alto Adige4 settimane fa

Violento nubifragio sull’Altipiano dello Sciliar, numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco – IL VIDEO

Scienza e Cultura4 settimane fa

Nuove condizioni climatiche, una sfida per l’agricoltura montana: Centro Laimburg testa le varietà di silomais

Arte e Cultura4 settimane fa

Entra nel vivo la seconda settimana del Festival Identity in motion a Laives

Archivi

Categorie

di tendenza