Connect with us

Società

Agenti tedeschi a scuola di Polizia in Alto Adige

Pubblicato

-

Visita di istruzione di 5 poliziotti tedeschi. Gli agenti bavaresi sono stati ospitati per due settimane presso la Questura di Bolzano per portare a termine un tirocinio volto ad approfondire le conoscenze dell’ordinamento giuridico e dell’organizzazione della Polizia di Stato.

Hanno frequentato giornalmente lezioni presso i singoli Uffici della Questura, ma hanno avuto modo di conoscere anche l’organizzazione ed i compiti del Commissariato di P.S. di Merano, della locale Polizia Stradale, quelli della Polizia Postale e delle Comunicazioni, quelli della locale Polizia Municipale e di apprendere più da vicino l’ordinamento giuridico, grazie anche ad un incontro avuto presso la locale Procura della Repubblica.

Gli Agenti hanno fatto visita anche presso la sede dell’Ufficio Protezione Civile di Bolzano, per conoscere la struttura dei soccorsi provinciali.

Pubblicità
Pubblicità

Come ha sottolineato il Questore Enzo Giuseppe Mangini, la Questura di Bolzano, nella sua funzione di “Ufficio di collegamento” nell’ambito della cooperazione di Polizia in zona di frontiera, offre la possibilità, ormai da diversi anni, di svolgere in questo capoluogo soggiorni-studio che permettono di rafforzare ulteriormente, oltre ai tradizionali servizi congiunti svolti in ambito stradale e ferroviario, gli ottimi rapporti di collaborazione già esistenti tra gli operatori italiani e quelli bavaresi.

Pubblicità
Pubblicità

Società

Un bambino su 3 non sa nuotare: qual è l’età giusta per iniziare?

Pubblicato

-

Neonati subito in piscina, cinque impianti cittadini senza contare quelli minori e corsi di nuoto che le strutture in provincia di Bolzano organizzano per tutte le età. Tecnologie e approcci diversi, pur di abituare i bambini a familiarizzare con l’acqua, prima ancora di pensare di praticare uno sport vero e proprio.

Eppure solo un bambino su tre sa nuotare e secondi i medici pediatri che hanno lanciato l’allarme solo il 40% sta in un qualche modo a galla. Il che vuol dire che 2 milioni di bambini italiani rischiano la vita se per una qualche ragione dovessero andare oltre il limite entro il quale “ toccano”.

Un dato ancora più allarmante se consideriamo che dall’inizio degli anni ‘70 ci sono stati 1300 decessi all’anno per annegamento. Allora quale sarebbe l’età migliore per iniziare i corsi di nuoto?

Pubblicità
Pubblicità

Quella ideale sarebbe tra i 5 ed e i 10 anni, ma già a 14 giorni si può iniziare a nuotare in compagnia dei propri genitori. Prima si comincia e meglio è, perché dopo i 10 anni le paure si consolidano e tutto diventa più difficile.

Poi è chiaro che aver frequentato un corso di nuoto non garantisce l’incolumità, perché trovarsi in una situazione d’emergenza rispetto alla tranquillità di una piscina, è cosa diversa, però aiuta. Il primo approccio sarebbe opportuno farlo con la bella stagione in modo tale che anche il genitore possa restare vicino al figlio e proseguire poi in maniera più autonoma durante l’inverno.

Le società sportive altoatesine sono a disposizione per trovare la forma migliore per “mandare in vasca il bambino”; alcune società sono anche autorizzate all’erogazione di soluzioni che rappresentano un’ottima possibilità per abbattere i costi d’iscrizione.

L’importante però è imparare a nuotare e farlo nell’età più giovane possibile.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Società

Giornata della bici a Passo Stelvio il 31 agosto

Pubblicato

-

La giornata della bici a Passo Stelvio, organizzata dall’Ufficio provinciale del Parco nazionale della Stelvio, sabato 31 agosto, animerà con oltre mille ciclisti i 48 tornanti che portano a quota 2.758 metri di altitudine dopo 25 km di strada e un dislivello di 1.896 metri.

La manifestazione ciclistica non ha carattere competitivo e come sottolinea l’assessora provinciale competente Maria Hochgruber Kuenzer “abbina l’aspetto sportivo a quello naturalistico. Per i partecipanti l’evento costituisce un’occasione per sperimentare e interiorizzare la bellezza del paesaggio alpino”.

La strada  di Passo Stelvio sarà chiusa al traffico dalle 8 alle 16 nel tratto da Trafoi al passo. Previste chiusure anche per il passo Umbrail, in Svizzera, nonchè per il versante lombardo dello Stelvio, infatti il passo può essere raggiunto da tutti e tre i versanti.

Pubblicità
Pubblicità

La giornata delle bici prevede due punti di ristoro ai tornanti 31 e 14, dove saranno distribuiti prodotti locali. Gli organizzatori ricordano a chi volesse partecipare di dotarsi di casco, abbigliamento caldo e scorte d’acqua sufficienti, e di non eccedere con la velocità nella fase di discesa.

Per chi si muovesse in bici già nelle primissime ore della giornata, viene consigliato di dotarsi di un adeguato impianto di illuminazione per garantire la sicurezza.

L’appello della polizia municipale, invece, è quello di parcheggiare le auto fuori nei parcheggi indicati attorno al centro abitato di Prato allo Stelvio; è possibile comunque parcheggiare ad esempio anche in tutte le località comprese tra Glorenza e Lasa, e a Tubre in Val Monastero. Per ogni evenienza è a disposizione il numero unico di emergenza 112.

L’organizzazione della giornata della bici a Passo Stelvio, oltre che su un grande numero di volontari, può contare sulla collaborazione di vigili del fuoco volontari, Corpo permanente dei vigili del fuoco di Bolzano, Croce bianca, Carabinieri, polizia municipale, collaboratori del Parco nazionale e del Servizio strade dalla Venosta, sindaci, polizia cantonale svizzera di val Monastero e associazione sportiva Sportverein Prad.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Società

Commissariato del Governo, un posto per funzionario amministrativo. Domande entro il 13 settembre

Pubblicato

-

Il Commissario del Governo per la provincia di Bolzano con decreto prot. 29282/PR/I del 06.08.2019 – che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Trentino Alto Adige n. 33 – Sezione Concorsi – del 14.08.2019 – ha indetto un concorso pubblico per esami finalizzato alla copertura di n. 1 posto a tempo indeterminato per il profilo funzionario amministrativo, area funzionale terza, fascia retributiva F1, nei ruoli locali istituiti nella provincia di Bolzano, del personale del Commissariato del Governo per la provincia di Bolzano.

Come stabilito dal Comitato d’Intesa, ai sensi del secondo comma dell’art.46 del DPR 752 del 26.7.1976, il predetto posto è riservato al gruppo linguistico tedesco, consentendo però la partecipazione alla procedura anche agli appartenenti agli altri gruppi linguistici.

Le domande di ammissione al concorso, dovranno pervenire al Commissariato del Governo per la provincia di Bolzano entro e non oltre il 30° giorno (13.09.2019) successivo alla data di pubblicazione del sopracitato bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino Alto Adige.

Pubblicità
Pubblicità

Il bando di concorso sarà inoltre pubblicato sul sito istituzionale del Commissariato del Governo per la provincia di Bolzano nella sezione Amministrazione trasparente/concorsi e prove selettive:

http://www.prefettura.it/bolzano/contenuti/Concorsi_e_prove_selettive-78763.htm

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza