Connect with us

Italia ed estero

Beatrice lascia le capre di Agitu: “Non posso a mie spese”. Il pasticcio dei fondi destinati al sogno della pastora

Pubblicato

-

Hanno portato via le caprette di Agitu. Le hanno caricate su diversi mezzi e trasportate in altri luoghi e presso diversi allevatori che si prenderanno cura di loro, da Lavarone a Vallarsa. Ad annunciarlo tramite un post pubblicato sul suo profilo Facebook è Beatrice Zott, la 19enne mochena che fino a ieri ha accudito gli animali e che ora, a malincuore, ha dovuto salutare.

Oggi le capre di Aghi sono state portate via. Numerosi allevatori hanno preso gli animali in affidamento – scrive Beatrice sul social – . Ci si affeziona in così poco tempo… È stato triste vederle su un camion e vederle separare… Mi è stato chiesto di accudire gli animali fin quando non si sarebbe presa una decisione… (…) Ed infine mi hanno chiesto di prenderle in affidamento, ma non posso permettermelo, a mie spese non avrei potuto… Spero di rivederle sulle montagne e sui pascoli della valle dei Mocheni, dove sono nate, dove anche loro hanno oggi lasciato un pezzo di cuore“.

E alle centinaia di malinconici messaggi di solidarietà che gli utenti del social hanno le hanno rivolto, si stanno aggiungendo in queste ore anche quelli di chi si chiede dove siano finite oggi le promesse di sostegno e soprattutto gli oltre 100mila euro della raccolta fondi lanciata a fine dicembre 2020 per “continuare il sogno della pastora etiope“.

Pubblicità
Pubblicità

Un’iniziativa molto fortunata che già l’8 gennaio del nuovo anno aveva raggiunto l’obiettivo. “Agitu Ideo Gudeta aveva un sogno grandissimo” scriveva Zebenay Jabe Daka, organizzatore della raccolta e presidente dell’associazione Amici dell’Etiopia.

Per onorare la memoria di questa imprenditrice fiera e coraggiosa, per coltivare i suoi progetti, coloro che hanno voluto bene ad Agitu promuovono una raccolta fondi (…) Il suo gregge di capre non deve essere smantellato, le terre che lei aveva affittato non devono tornare ad essere abbandonate”, si leggeva sulla celebre piattaforma di raccolta gofundme.com (questo il link all’iniziativa).Inoltre, i fondi verranno utilizzati per aiutare la famiglia a far fronte alle spese del trasferimento della salma in Etiopia“, concludeva il testo della descrizione.

E se è sacrosanto diritto della compianta imprenditrice realizzare un degno ritorno nella propria terra natia dopo la sua morte (nonché dei parenti di poter avere almeno una tomba su cui piangere la propria cara strappata con la violenza alla vita) sono in molti oggi a chiedersi come verranno destinati i soldi restanti, dato che a quanto pare non sono al momento stati devoluti alla continuità del grande sogno della pastora.

Se così fosse stato, forse l’impegno di Beatrice Zott sarebbe potuto proseguire, almeno per un po’, senza intoppi. Ma il pasticcio è presto servito. I fondi sembrano essere stati momentaneamente accantonati. Ma in attesa di cosa? Il rammarico della ragazza è evidente. Rispondendo ad alcune critiche circa l’abbandono dell’affidamento, Zott risponde giustamente piccata.

Mi è stato chiesto di accudire gli animali, la cosa da quanto mi era stato detto era finanziata, dopo venti giorni mi hanno richiamata e mi hanno chiesto se a mie spese posso gestire le capre, io non posso permettermelo (…) se sapevo fin dall’inizio che dovevo gestire a mie spese gli animali non avrei accettato, non avrei potuto. Ho fatto del mio meglio finché me lo hanno permesso poi hanno preso un’altra decisione, senza che io lo sapessi“.

Dello spostamento delle caprette, tra il resto, pare non fosse informata nemmeno l’Associazione Amici d’Etiopia. A rallentare i tempi anche l’ipotesi dell’attesa per la decisione della famiglia sull’accettare o meno l’eredità.

La curatrice del patrimonio avrebbe deciso nel frattempo per il trasferimento degli animali in sicurezza, dato il clima rigido di gennaio e la Federazione provinciale allevatori non avrebbe potuto, dal canto suo, finanziare un progetto di cui non possiede la titolarità, nemmeno a livello proprietario.

Resta l’amaro di un progetto incompiuto, almeno per il momento, nella memoria di Agitu.

(e.c.)

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti
    Dopo lo shock delle chiusure e la rabbia per essere stati una delle categorie invisibili agli occhi del Governo, i lavoratori del mondo dello sport possono gioire per il primo contratto con tutele, contributi e... The post Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti appeared first on Benessere Economico.
  • Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione
    In molti si aspettavano un allungamento dei tempi, ma la macchina di notifica e riscossione delle cartelle esattoriali sospese ripartirà il 1 maggio 2021. La notificazione degli atti riguarderanno anche pignoramenti e avvisi di accertamento,... The post Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione appeared first on Benessere Economico.
  • Torna l’albergo ad ore che fa audience
    Gli ultimi mesi hanno costretto in molti alla necessità di ridefinire il proprio approccio alla quotidianità, con l’evoluzione di diversi modelli di business soprattutto nel settore turistico. Molti imprenditori del settore, spinti dalla necessità di... The post Torna l’albergo ad ore che fa audience appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza