Connect with us

Arte e Cultura

Ceramiche e botti: l’estate del Museo del vino è dedicata ai bambini

Pubblicato

-

Come si costruisce una botte? E come si creano vasi e brocche in ceramica? Bambine e bambini possono scoprirlo nei due workshop estivi al via al Museo provinciale del vino a Caldaro.

Nel laboratorio del bottaio, in programma dal 17 luglio a fine agosto ogni mercoledì dalle ore 10 alle 11.30, i partecipanti si immergeranno nel mondo di questo antico mestiere e dei suoi oggetti, osservando come si assembla una botte per creare insieme, alla fine, un portachiavi con lo stemma del bottaio.

Imparare a realizzare oggetti in ceramica, prendendo come spunto i diversi recipienti – brocche e anfore – esposti al museo è l’obiettivo del laboratorio del vasaio, proposto dal 19 luglio a fine agosto ogni venerdì dalle ore 10 alle 11.30.

Al termine, i bambini si porteranno a casa le loro creazioni. Il costo per ognuno dei due workshop è di cinque euro. È necessaria l’iscrizione al numero telefonico 0471 963168 o via e-mail a museo-del-vino@museiprovinciali.it.

Musica

Space Opera, musica orchestrale sotto la cupola: show musicale il 26 ottobre al Planetarium

Pubblicato

-

Space Opera: questo è il titolo del nuovo show musicale del Planetarium Alto Adige a San Valentino in Campo che unisce i colori sonori di un grande orchestra con immagini impressionanti dallo spazio.

Lo show è in programma per questo sabato, 26 ottobre alle ore 19.

“Space Opera” si basa alla suite per orchestra “I pianeti” di Gustav Holst – il capolavoro del compositore inglese del tardo romanticismo. Holst ha scritto l’opera negli anni 1914 – 1916 per un grande orchestra sinfonica e con la sua composizione ha influenzato le colonne sonore dei film decenni dopo; il tema su Marte ha dato per esempio l’ispirazione per la musica della saga di Star Wars.

Il Planetarium Alto Adige presenta l’opera in una proiezione a 360 gradi che fonde astronomia e musica. Per gli amanti di Holst sarà emozionante viaggiare a bordo di una navicella spaziale alla volta del sistema solare. Space Opera è uno show musicale in grado di fondere filosofia, scienza e bellezza in un tutt’uno e di mostrare in altissima qualità il Sole, i pianeti, la nebulosa di Orione e la nostra galassia.

Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 0471 610020. Entrata: 7 Euro

Continua a leggere

Arte e Cultura

L’appassionante nascita di Star Wars raccontata all’Upad da Gli acchiappafilm

Pubblicato

-

Mercoledì 23 ottobre alle ore 18.00 presso la sede Upad di via Firenze 51 a Bolzano si terrà una speciale serata dal titolo “L’importanza di chiamarsi Skywalker: la nascita di Star Wars” organizzata da MUA e Gli acchiappafilm all’interno della serie di appuntamenti “Star Wars 1977-2019 – La fine di un’era”.

L’appuntamento di mercoledì ripercorrerà proprio la lunga gestazione della prima trilogia di Star Wars, partendo dalla fine degli anni 60, fino ai primi anni 80. Una conferenza, quasi uno spettacolo, senz’altro un racconto emozionante di una vera e propria avventura che superando varie problematiche ha portato ad un profondo cambiamento culturale.

 Quasi tutti conoscono la saga di Star Wars – dice Alessandro Tacchetti, tra i relatori del gruppo Gli acchiappafilm – . Ma in pochi sanno quanto sia stato difficile portare sullo schermo un film in cui in realtà inizialmente non credeva quasi nessuno”.

Incrociando le informazioni ottenute da interviste, libri e molto altro materiale, il gruppo Gli acchiappafilm racconterà al pubblico questa storia appassionante.

Grazie inoltre alla collaborazione con Cineplexx Bolzano tutti i partecipanti all’evento potranno ricevere un coupon per acquistare il biglietto del cinema di Star Wars Episodio IX (in uscita il 18 dicembre) ad un prezzo scontato. Mentre la collaborazione con il negozio La Fenice permetterà di ottenere anche un buono sconto del 10% da utilizzare in negozio.

L’incontro è ad ingresso gratuito.

Continua a leggere

Arte e Cultura

“Ritorno al futuro”: cultura e innovazione con i responsabili di Don Bosco Social

Pubblicato

-

Il progetto “Ritorno al Futuro” presenterà l’incontro “cultura e innovazione” il 24 ottobre in via Sassari 13 nella sede di YouthMagazine alle ore 18.

Prosegue con il terzo appuntamento la rassegna di appuntamenti ideati da Ldv20, laboratorio dedicato ai giovani e all’innovazione promosso dalla Cassa di Risparmio di Bolzano, e da Youthmagazine, magazine online che racconta la cultura e Bolzano attraverso uno sguardo giovanile parte delle 4 Botteghe di Cultura Ritorno al Futuro nasce con l’obiettivo di parlare di tecnologia e innovazione che va a recuperare paradossalmente tradizioni e costumi passati che sono stati inizialmente dimenticati e superati proprio da esse.

Il futuro che parla al passato e lo fa rivivere proprio attraverso e grazie alle sue tecnologie.

A parlare per l’appuntamento di “cultura e innovazione” ci saranno Arta Ngucaj e Arben Beqiraj responsabili del progetto Don Bosco Social.

Arta e Arben sono una coppia di artisti che si occupano di arte partecipativa, una forma d’arte che si trasforma in un medium comunicativo in grado di mettere in contatto fra di loro le persone e che, come è stata definita dal curatore francese Nicola Borriaud, “è la pratica artistica più adatta a reagire al caos della cultura globale nell’era dell’informazione“.

Un’arte, quindi, proiettata verso la rete di relazioni umane e il contesto sociale a cui si riferiscono.

Il concetto di arte contemporanea, partecipativa si trova lontano dalla vita quotidiana di ognuno di noi ma nonostante ciò Arta e Arben riescono a riunire persone, rendendole parte e partecipi di un’opera, in luoghi spesso dimenticati.

Don Bosco Social fa parte del progetto di rigenerazione urbana “Botteghe di Cultura” della Provincia di Bolzano, avviato nel quartiere Don Bosco.

 

 

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza