Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Val Pusteria

Gais, aquila reale uccisa a colpi di fucile nel suo nido

Pubblicato

-

Dopo l’uccisione del Picchio Verde a Vattaro, in Trentino, che è stata raccontata in questo articolo un paio di settimane fa, arriva la notizia dell’abbattimento di un’aquila reale uccisa a colpi di fucile, mentre covava in assoluta tranquillità nel suo nido.

E’ successo all’inizio di questa settimana a Gais, in Val Pusteria. Il brutale episodio è stato condannato sia dalle associazioni protezionistiche che dai cacciatori: “Un’Aquila Reale è stata uccisa in Val Pusteria ed un’altra è stata presa a fucilate nel Parco dei Monti Sibillini – è lo sconsolato commento del Wwf – . Stessa sorte per entrambi i rapaci ed identica incapacità dell’uomo di rispettare la natura: nemmeno di fronte alla maestosa bellezza di queste regine del cielo”.

Come il Picchio Verde anche l’Aquila Reale, rientra nel novero delle specie protette in virtù di una legge internazionale. Gli esemplari di Aquila Reale sono ridotti ad un centinaio di coppie che si trovano sulle Alpi, mentre quelle dell’Appennino non superano la decina.

Può darsi che l’abbattimento di Gais più che ad un bracconiere che a questo punto avrebbe ucciso solo per il gusto di farlo in quanto non si è portato via il macabro trofeo, possa essere una vendetta per l’uccisione di qualche gallina o qualche altro piccolo animale. Fatto sta che a colpire maggiormente non è tanto la foto dell’Aquila Reale uccisa, quanto quella dei suoi piccoli morti: un’immagine agghiacciante che impedisce di commentare il livello di cattiveria al quale può arrivare l’uomo.

Ad essere uccisa è stata una mamma, impegnata a crescere i suoi piccoli che lasciati soli, sono a loro volta morti. Forse le indagini porteranno alla scoperta del colpevole il cui reato – almeno a livello morale – va bel oltre quello di aver ucciso un animale protetto.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano3 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone3 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Politica15 ore fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige2 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige4 settimane fa

A gennaio arriva “Joe il film”: è il primo roadmovie al 100% altoatesino

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Bolzano4 settimane fa

Addetto alle pulizie trova una borsa con 500 euro in contanti e la riconsegna alla proprietaria

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano2 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Archivi

Categorie

di tendenza