Connect with us

Laives

Giovane cuoco di Laives trovato morto a Roma

Pubblicato

-

Il corpo senza vita di Emanuele Amorosi è stato trovato ieri mattina (4 aprile) sulle scale del condominio dove viveva a Roma. Emanuele, 30 anni, era originario di Laives.

Ancora sconosciute le cause del decesso, per questo motivo sul suo corpo è stata disposta l‘autopsia.

Dopo aver lavorato in molti ristoranti dell’Alto Adige il giovane si era trasferito nella capitale da qualche mese per trovare un’occupazione.

Pubblicità
Pubblicità

Tanti i messaggi di affetto e cordoglio dalla sua città ma anche da Bolzano dove Amorosi era molto conosciuto.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

Servizi all’infanzia: a San Giacomo la microstruttura passa da 20 a 29 posti

Pubblicato

-

A inizio giugno il Comune di Laives ha riscontrato una maggiore richiesta di servizi all’infanzia (da 0 a 3 anni): le domande per il prossimo anno scolastico sono infatti maggiori degli anni scorsi.

Tra le varie ipotesi messe in campo, la giunta ha approvato quella di rinforzare e ampliare la microstruttura di San Giacomo, fino ad oggi abilitata per 20 bambini.

Con grande solerzia, rapidità e professionalità, la presidente di Casabimbo Tagesmutter, Stefania Badalotti, ha provveduto ad aprire il cantiere per modificare la struttura, ottenendo già adesso, ad agosto, il certificato provinciale per portare la struttura a 29 posti.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un grande passo avanti, che contribuisce a ridurre le liste d’attesa.

La Provincia di Bolzano stabilisce un parametro pari al 15%, di posti in strutture messe a disposizione dal comune, rispetto alla totalità dei bimbi. Non solo il Comune già rispettava questo parametro minimo di legge, ma addirittura è al 30%, quindi ben oltre i parametri obbligatori.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Laives

“Laives, tutto a portata di mano!”

Pubblicato

-

Le molte aziende del commercio al dettaglio, piccole e a conduzione familiare, non garantiscono solo il commercio di vicinato a Laives, ma contribuiscono anche a una migliore qualità della vita e soddisfano un’importante funzione sociale.

Per sottolineare questi valori e renderli ancor più chiari ai clienti, l’Unione realizza di continuo iniziative a favore della vitalità e attrattività del centro urbano di Laives. Una nuova iniziativa, che prende il via in questi giorni, è stata presentata giovedì, 8 agosto nell’ambito di una conferenza stampa.

All’insegna del motto “Laives, tutto a portata di mano”, i commercianti di Laives, S. Giacomo e Pineta regaleranno ai propri clienti abituali delle speciali borse per gli acquisti.

Pubblicità
Pubblicità

Le borse rappresentano un simbolo degli acquisti in paese e vengono regalate ai clienti più affezionati quale segno di gratitudine”, spiega Christian Giuliani, presidente mandamentale dell’Unione, che appoggia con entusiasmo la nuova iniziativa.

Si tratta di un progetto di grande importanza che sostiene il commercio di vicinato e chiarisce ai clienti l’importanza del loro contributo in quest’ambito”, aggiunge Giuliani.

 L’iniziativa è stata seguita da un gruppo di lavoro formato da Michela Bassi, Irene Anesi e Carolina Negro, che hanno elaborato il progetto insieme alla caposede mandamentale dell’Unione Judith Müller.

L’iniziativa delle borse per la spesa è solo la prima di molte iniziative finalizzate a creare maggiore fidelizzazione dei clienti nella nostra città. La prossima dovrebbe tenersi in autunno, e l’entusiasmo è già grande”, anticipa Michela Bassi.

L’iniziativa ha incontrato l’approvazione del sindaco di Laives Christian Bianchi e dell’assessora al commercio Claudia Furlani.

Le borse per gli acquisti sono una buona idea, e siamo conquistati dal coinvolgimento mostrato dai commercianti. Per questo motivo siamo lieti di offrire il nostro sostegno, anche finanziario, a questa e alle prossime iniziative, come la lotteria o “Uno scontrino per la scuola”, assicurano Bianchi e Furlani.

Le borse sono realizzate in materiali rinnovabili e prodotte al 100% in Italia, un fattore di grande importanza per i commercianti di Laives. Con il loro design moderno, le borse rappresentano la varietà dei negozi presenti a Laives.

L’iniziativa è stata sostenuta e promossa dal Comune di Laives e dalla Cassa Raiffeisen della Bassa Atesina.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Laives

Laives: il Comune premia Gervasio Giusti per il suo impegno sociale

Pubblicato

-

L’amministrazione comunale di Laives ha voluto concedere un riconoscimento a Gervasio Giusti per il suo impegno nel volontariato. L’occasione è giunta l’altra sera, al Campo tenda, dove si sono recati il sindaco Christian Bianchi, gli assessori Claudia Furlani e Luca Dallago e il consigliere comunale Robert Tezzele.

Abbiamo riconosciuto ad una persona speciale, un momento speciale”, spiega il sindaco Bianchi.

Il comune di Laives ha deciso di attribuire a Gervaso Giusti il giusto riconoscimento per la sua vita dedicata al volontariato, ai giovani, agli anziani, insomma, agli altri. Insegnante di scuola, fu tra i fondatori dell’Associazione Centro don Bosco di Laives e inventò, insieme e Gino Coseri, il campeggio per i ragazzi.

Pubblicità
Pubblicità

Oltre a questo, una vita dedicata alla parrocchia, al centro anziani e molto altro. Laives ha una grande e importante vita sociale, e sono le persone come Gervasio ad averla creata! Grazie da parte di tutta la nostra città!”.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza