Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Arte e Cultura

Gli antichi abitanti delle alpi orientali: il 20 aprile presentazione del docufilm

Pubblicato

-

Il Museum Mansio Sebatum di San Lorenzo di Sebato (Bolzano), il MARC – Museo Archeologico di Pieve di Cadore (Belluno) e il Museo e il parco archeologico di Aguntum (Lienz) sono stati raccontati in un film, collegati dal fil rouge della storia.

Le tre realtà, partner nel progetto Interreg Italia – Österreich “Archeologia in rete: gli antichi abitanti delle Alpi Orientali”, sono infatti accomunate dall’essere custodi di importanti testimonianze di epoca romana in quota. Il video, della durata di circa mezz’ora e realizzato dal regista Jiri Gasperi, sarà presentato mercoledì 20 aprile alle 19.30 nella sala comunale di San Lorenzo di Sebato.

Il filmato riassume il valore dei tre luoghi, evidenziando anche gli interventi locali compiuti nell’ambito del progetto Interreg.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il Consorzio turistico di Brunico in collaborazione con il museo ha portato a termine interventi di restauro nelle aree archeologiche di “Balnea” e “zona artigianale”, che fanno riferimento al Museum Mansio Sebatum, finalizzati a una più approfondita conoscenza dei siti e a una loro accessibilità; il MARC di Pieve di Cadore, gestito dalla Magnifica Comunità di Cadore, ha provveduto al restauro e alla ricollocazione del grande mosaico custodito nel museo.

Si tratta di parte della pavimentazione originale di un’abitazione romana di età imperiale rinvenuta nel 1951 di fronte al Municipio di Pieve di Cadore; infine, la direzione del Museo di Aguntum ha realizzato una modellazione 3D dell’insediamento romano “Municipium Claudium Aguntum”, analizzando e ricostruendo il quadrato d’insieme della città romana con tecniche digitali che consentiranno ai visitatori di comprenderne la complessità costruttiva, la strutturazione e l’estensione.

Il film offre una visione suggestiva della movimentata storia romana dell’arco alpino orientale e presenta

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

 i tre musei protagonisti di questo progetto. – spiega il direttore del museo Mansio Sebatum Ingemar GräberÈ il risultato di un’efficace collaborazione transfrontaliera. Vorrei a tal riguardo esprimere un ringraziamento particolare ai partner del progetto nonché alle istituzioni interessate e a tutti i partecipanti”.

Non solo, il progetto suggerisce anche un inedito itinerario turistico, tra boschi, antiche direttrici romane e testimonianze di città: dai resti di Aguntum, alle porte di Lienz, all’antica Sebatum, oggi San Lorenzo di Sebato, fino al Cadore e all’area sacra di Lagole, ben 123 chilometri sulla traccia della Strada regia orientale e della Via Aguntum Vipitenum, che lega i tre maggiori siti archeologici della regione, nel verde, tra i fiumi Drava, Rienza e Isel. 

Il docufilm è disponibile nel supporto dvd nei tre musei coinvolti nel progetto, in lingua italiana e in lingua tedesca, inoltre verrà messo in onda prossimamente dalla Rai Alto Adige.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Valle Isarco44 minuti fa

Maltempo a Fleres, liberato dai detriti il letto dei Rio Cogolo: le attrezzature rimarranno sul posto per eventuali emergenze

Alto Adige2 ore fa

Ferragosto, intensificata l’attività della Polizia: arrestate 3 persone, controllati 613 veicoli e 68 treni

Alto Adige17 ore fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Val Venosta21 ore fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Alto Adige23 ore fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 109 test antigenici positivi, un decesso

Alto Adige24 ore fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Alto Adige1 giorno fa

Incendio boschivo a Collepietra: determinante l’intervento dei vigili del fuoco

Alto Adige2 giorni fa

Coronavirus: 3 casi positivi da PCR e 77 test antigenici positivi

Alto Adige3 giorni fa

Operazione “Stazioni sicure”: il bilancio dei controlli della Polizia di Stato

Alto Adige3 giorni fa

Coronavirus: 4 casi positivi da PCR e 153 test antigenici positivi

Alto Adige3 giorni fa

Incendio ad alta quota, fiamme su Cima Gallina a 2000 metri distruggono una malga

Alto Adige4 giorni fa

Coronavirus: 5 casi positivi da PCR e 260 test antigenici positivi

Alto Adige5 giorni fa

Forum Alpbach: il 21 agosto Giornata del Tirolo nel segno della salute

Ambiente Natura5 giorni fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Musica5 giorni fa

Matinée a Castel Mareccio domenica 14 agosto

Archivi

Categorie

di tendenza