Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Economia e Finanza

I lavoratori dell’UE otterranno quest’anno un aumento salariale automatico dell’8,5% e da noi? Robin: la riduzione del potere d’acquisto danneggia l’economia

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Che sia al panificio, al supermercato, al bar, al distributore di carburanti o guardando le varie bollette, ogni giorno molti consumatori si spaventano per l’aumento generale dei prezzi.

I dipendenti dell’UE non hanno, invece, problemi in questo senso in quanto possono aspettarsi quest’anno un forte aumento salariale. Gli stipendi del personale delle istituzioni europee aumenteranno, infatti, probabilmente fino all’8,5%, essendo essi indicizzati all’andamento dell’inflazione in Belgio e Lussemburgo.

L’adeguamento automatico all’inflazione è previsto per legge per circa 60.000 dipendenti delle istituzioni europee, compresi gli eurodeputati e i dipendenti del Parlamento europeo, un modello applicato poi in Europa solo in Belgio, Lussemburgo, Malta e Cipro.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Un esempio positivo che, incomprensibilmente, non viene minimamente considerato dall’opinione pubblica italiana. “Lo stesso sistema di indicizzazione dovrebbe essere applicato a tutti i lavoratori europei e la Commissione dovrebbe raccomandarlo chiaramente agli Stati membri, sapendo che la pressione salariale porta alla recessione economica“, ha dichiarato il segretario generale della Confederazione europea dei sindacati Luca Visentini, in un suo comunicato.

Eppure l’Italia ha già avuto una volta la cosiddetta “scala mobile“. Qui i salari venivano automaticamente adeguati ai prezzi (in aumento) su base trimestrale. Questa “scala mobile” è stata però abolita nel 1992 ed è stata sostituita dalla cosiddetta indennità di contingenza come compensazione, un meccanismo che, tuttavia, non è riuscito a mantenere il potere d’acquisto dei lavoratori italiani; tra il 1990 e oggi, secondo i calcoli dell’OCSE, l’Italia è l’unico Paese in cui le retribuzioni medie annue lorde sono diminuite: meno 2,9% in trent’anni, contro il +276,3% della Lituania, primo Paese in classifica, il +33,7% della Germania e il +31,1% della Francia.

Lo spettro di una spirale salari-prezzi

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dopo la pubblicazione dell’entità dell’adeguamento automatico dei salari nell’UE, diversi esperti economici, a partire dalla Banca Centrale Europea, hanno lanciato un allarme con critiche feroci. Immediatamente, è stato evocato lo spettro di una spirale salari-prezzi: le richieste salariali eccessive da parte dei dipendenti – secondo i critici – potrebbero costringere le aziende a forti aumenti dei prezzi per gli anni a venire, portando a un’inflazione dannosamente elevata e, in casi estremi, persino a una stagflazione prolungata. C’è qualcosa di vero in questo?

Una spirale salari-prezzi può verificarsi a due condizioni: in primo luogo, quando i lavoratori e i sindacati hanno così tanto potere nelle trattative con i datori di lavoro da poter praticamente dettare i salari e le condizioni di lavoro; in secondo luogo, se i lavoratori e i sindacati non basano le loro richieste salariali di oggi su un tasso di inflazione realistico per il futuro.

Se si verificano entrambe le condizioni, gli aumenti salariali possono superare la capacità o la volontà delle imprese di pagare, così che esse trasferiscono i maggiori costi salariali ai consumatori sotto forma di aumento dei prezzi. Questo potrebbe a sua volta alimentare ulteriormente gli aumenti salariali e portare a un’inflazione eccessiva.

Tuttavia, le condizioni per una spirale salari-prezzi in Italia non sono mai state così assenti come oggi ed è probabile che i salari reali, e quindi il potere d’acquisto dei redditi, si riducano significativamente anche quest’anno. Molti elementi suggeriscono, infatti, che la crescita dei salari sia troppo debole piuttosto che troppo forte.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

La contrazione del potere d’acquisto danneggia

Walther Andreaus, direttore dell’associazione di consumatori Robin, afferma che “la favola della spirale salari-prezzi è più che altro una tattica diversiva che incolpa implicitamente i lavoratori e i sindacati per l’alta inflazione”.

Quello che esiste oggi è piuttosto una spirale prezzi-prezzi in cui l’inflazione, importata attraverso i costi energetici, e i prezzi al consumo, determinati dalle imprese, si rafforzano a vicenda. Per non parlare poi dell’aumento scandaloso e speculativo dei prezzi“.

Gli aumenti salariali possono essere troppo forti, ma anche troppo deboli dal punto di vista macroeconomico. Dopotutto, più il potere d’acquisto si riduce, maggiore è il danno per l’economia. Al contrario, un aumento eccessivo dei salari può portare a perdite di occupazione e disoccupazione. Tuttavia, questo pericolo non esiste in Italia da decenni.

Ciò dimostra che nel lungo periodo gli interessi dei datori di lavoro e dei lavoratori non possono essere contrapposti. Il punto centrale, ma spesso dimenticato, è un altro e cioè che i salari elevati e il successo imprenditoriale, anche nel settore pubblico, sono interdipendenti e non è un caso che le aziende di maggior successo sono quelle con i salari più alti e le migliori condizioni di lavoro. Un’ulteriore prova che l’equilibrio sociale ed economico era ed è la grande forza dell’economia sociale di mercato.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano7 ore fa

Grave incidente motociclistico in Val Pusteria, 64 enne in ospedale con l’elicottero

Alto Adige8 ore fa

Controlli da parte dei Carabinieri nelle scuole di Bolzano e Merano: sequestrati 34 grammi di hashish

Alto Adige10 ore fa

Centro emergenza freddo: sarà riattivato l’ex Alimarket

Bolzano10 ore fa

Infortunio in un cantiere a San Pancrazio: 29 enne in elicottero all’Ospedale di Bolzano

Alto Adige10 ore fa

Container dall’Alto Adige destinati all’inverno in Moldavia

Alto Adige11 ore fa

Via libera della Giunta alle nuove tariffe in conformità al listino prezzi della Scuola provinciale antincendi di Vilpiano

Arte e Cultura11 ore fa

«Ella women on stage»: presentata l’edizione 2022 della rassegna dedicata al mondo dell’arte al femminile

Bolzano11 ore fa

Oktoberfest, rientrati i Carabinieri altoatesini da Monaco: due weekend impegnativi

Alto Adige11 ore fa

Amministratori di sostegno: in autunno partono i corsi base gratuiti

Politica12 ore fa

Kompatscher in Carinzia: l’Alto Adige è solidale con le minoranze

Alto Adige12 ore fa

Kompatscher incontra il nuovo comandante regionale dei Carabinieri

Italia ed estero13 ore fa

Con il caro bollette aumenta il rischio usura. Dalla Dia arrivano dati allarmanti

Alto Adige15 ore fa

Lana, l’incredibile vincita al “gratta e vinci”: da 20 euro a 5 milioni

Alto Adige15 ore fa

Abitare nella terza età, analisi e proposte

Alto Adige16 ore fa

Coronavirus: un decesso in Alto Adige, più di 1.300 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Vita & Famiglia4 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano4 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Italia ed estero4 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano4 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Alto Adige4 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano4 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives3 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria4 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano6 giorni fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Bolzano4 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Merano4 settimane fa

L’ex magistrato Gherardo Colombo e il collettivo Guerrilla Spam protagonisti del secondo appuntamento di Generazioni 2022

Bolzano4 settimane fa

Buoni pasto COVID-19 indebitamente percepiti: i Carabinieri sanzionano più di 300 persone

Alto Adige4 settimane fa

Comunità energetiche, forma innovativa di cooperazione

Archivi

Categorie

di tendenza