Connect with us

Laives

Il giorno del ricordo anche alla Guella di Laives che ha ospitato gli italiani di Istria e Dalmazia

Pubblicato

-


La caserma Guella di Laives, che oggi ospita il Settimo Reggimento carabinieri, un tempo ha accolto anche i profughi in fuga dall’Istria e dalla Dalmazia che scappavano dalle persecuzioni e dalle Foibe.

Davanti alla Guella, sabato 8 febbraio è stata celebrata la giornata del ricordo, con la posa di una corona (la ricorrenza si festeggia il 10 febbraio).

Il sindaco Christian Bianchi ha accolto i partecipanti, con il vice presidente della Provincia Giuliano Vettorato, la viceprefetto Francesca De Carlini, il questore Giuseppe Mangini, le associazioni dei combattenti e i rappresentanti dei Comuni di Bronzolo e Vadena.

Pubblicità
Pubblicità

Un saluto particolare, il sindaco Bianchi lo ha rivolto al comandante del Settimo Reggimento carabinieri, colonnello Michele Facciorusso, ringraziandolo per l’ospitalità che come sempre in queste occasioni, offre presso la Guella, una presenza che per Laives e anche per questa cerimonia ha un grande valore simbolico.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza