Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

L’auto mutuo aiuto si conferma anche nel periodo della pandemia

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Nonostante gli incontri personali non fossero possibili per un lungo periodo, non si sono persi di vista i 180 gruppi di auto aiuto dell’Alto Adige. Ora, nei mesi caldi, molti si rivedono per la prima volta di persona. Tanti gruppi ripartiranno quest’estate e in autunno dopo due anni di pandemia.

Inoltre, sono in fase di partenza anche diversi nuovi gruppi. Si prevede un aumento di persone colpite da problemi psichici come ansia e depressione, nonché dipendenze da alcol o gioco d’azzardo. Questo comporta un potenziale aumento dell’interesse per i gruppi di auto aiuto.

In Alto Adige sono attivi circa 180 gruppi di auto aiuto. Secondo i risultati di un’indagine condotta dal Servizio per i gruppi di auto mutuo aiuto della Federazione per il Sociale e la Sanità, il numero rimane stabile, la pandemia non ha cambiato la situazione. Tutti i gruppi sono stati contattati telefonicamente negli ultimi mesi per avere un punto della situazione attuale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Abbiamo iniziato a chiamare i gruppi già alla fine del 2021. Dopo due anni di pandemia, volevamo avere un quadro aggiornato e completo della situazione e allo stesso tempo rafforzare i contatti e gli scambi personali“, spiega Günther Sommia, operatore del Servizio per gruppi auto mutuo aiuto: “Così facendo, siamo riusciti ad aggiornare i dati. Eravamo anche particolarmente interessati a scoprire come i gruppi siano ‘sopravvissuti’ al periodo della pandemia e come proseguono ora i lavori.”

Il risultato più importante dell’indagine è che, nonostante le circostanze avverse, la maggior parte dei gruppi di auto aiuto è rimasta in contatto. Un terzo dei gruppi ha avuto pochi scambi o addirittura nessun contatto in questi due anni. Un terzo si è arrangiato tramite incontri online e un altro terzo ha scambiato informazioni per telefono o tramite e-mail, WhatsApp, catene telefoniche o simili. In alcune occasioni, alcuni gruppi si sono anche riuniti in presenza. Quindi, anche se la forma di scambio è cambiata durante questo periodo, il contatto con gli altri non si è mai interrotto“, spiega Sommia.

Queste iniziative di scambi e contatto sono estremamente importanti.  L’esperienza dimostra come una volta che i gruppi si sono sciolti, è difficile per gli utenti ritrovare la strada. A questo proposito, la continuazione di un gruppo dipende molto spesso dal fatto che i singoli individui rimangano attivi per non interrompere il legame tra i partecipanti“, sottolinea Günther Sommia.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Circa un terzo dei gruppi è passato a riunioni online per consentire uno scambio regolare. Di conseguenza, c’era un grande bisogno di consulenza e di sostegno nel passaggio alla comunicazione virtuale. In effetti, queste consulenze sono quasi raddoppiate“, ci racconta Sommia, sottolineando chel’indagine ha anche chiarito che gli incontri online sono stati un’alternativa importante durante questo periodo.”

Purtroppo, però, non tutti i partecipanti ai gruppi di auto aiuto avevano i prerequisiti personali o tecnici per partecipare agli incontri online. Ad esempio, circa un terzo dei gruppi non ha avuto contatti per gran parte dei due anni. “Ecco perché molti hanno atteso con ansia la stagione calda per potersi finalmente incontrare di persona”, dice Sommia.

Quindi, ora, in estate e per l’autunno, si annuncia una fase calda e intensiva per il mondo del auto-aiuto altoatesino. Molti gruppi stanno ripartendo dopo due anni di pandemia. Infatti, questo è anche un buon momento per avvicinarsi e, per i nuovi interessati, una preziosa occasione per unirsi e cercare aiuto.

Supponiamo che una delle conseguenze della pandemia sia l’aumento del numero di persone affette da problemi psichici come ansia e depressione, e che sia anche aumentato il numero di persone con problemi di dipendenza da alcol o gioco d’azzardo. Vogliamo incoraggiare queste persone a farsi aiutare e a rivolgersi ai gruppi di auto aiuto“, dice Sommia e rassicura: “Offriamo consulenza discreta e gratuita a tutti gli interessati!“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Info: Tel. 0471 1888110, info@autoaiuto.bz.it. Sul sito www.autoaiuto.bz.it  si trova anche una panoramica di tutti i gruppi attivi, ordinati per argomento e con informazioni di contatto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, crolla un albero secolare nel centro città: un ferito in ospedale – L’IMPRESSIONANTE VIDEO

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Food & Wine4 settimane fa

Il vino Gewürztraminer: cos’è e come abbinarlo

Alto Adige4 settimane fa

Proporzionale Trentino Alto Adige, sondaggio: PD primo partito, Fratelli d’Italia sorpassa la Lega

Laives2 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria3 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Archivi

Categorie

di tendenza