Connect with us

Italia ed estero

Nuova fuga dell’orso M49 dal ‘Casteller’ in Trentino

Pubblicato

-

L’orso M49 è fuggito nuovamente dalla riserva del Casteller. A comunicarlo è stato il governatore Maurizio Fugatti durante i lavori in aula consigliare.

L’orso nella notte ha divelto la rete rinforzata ed è fuggito in barba anche alla barriera elettrica.. È comunque radio collarato e quindi sarà possibile sapere dove si sposta.

È senza dubbio un vantaggio rispetto alla volta scorsa dove durante la fuga era privo di collare. Ora dovrebbe essere più facile rintracciarlo e catturarlo.

Pubblicità
Pubblicità

L’orso nel corso della notte è riuscito a superare la barriera elettrica e, raggiunta l’ultima recinzione, ha divelto la rete elettrosaldata piegando l’inferriata dello spessore di 12 millimetri fino a ricavarne un’apertura sufficiente per scivolare all’esterno.

Ad accorgersi dell’accaduto è stato il personale di guardia del recinto che, nonostante il fatto sia accaduto al di fuori del campo coperto dalle telecamere, ha notato come il segnale del radiocollare ad un certo punto partiva dall’esterno del recinto.

Sono state immediatamente disposte le procedure per ricostruire i movimenti dell’animale e per localizzarlo. Al momento risulta fermo in un’area della Marzola che i forestali stanno presidiando.

M49 era fuggito la prima volta dal Casteller nel luglio 2019 subito dopo la cattura. (qui tutta la ricostruzione)

Sempre seguito a vista dai forestali l’orso, resistendo alle scariche elettriche dell’area 3 che è rimasta elettrificata, si era messo a scavare per cercare di superare la rete metallica che ha poi superato d’impeto allentando un cavo di acciaio e rompendo un isolatore e, infine, con un balzo di due metri, noncurante delle scosse, ha scavalcato la recinzione perimetrale.

Gli operatori presenti vista la situazione e l’aggressività dimostrata dall’animale allora avevano deciso di allontanarsi a gambe levate.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza