Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Pedibus Merano: numero dei passeggeri in continuo aumento

Pubblicato

-

La sicurezza di bambini e ragazzi nel tragitto casa-scuola-casa è una delle priorità dell’amministrazione comunale nella gestione e nell’organizzazione della mobilità urbana.

Ogni mattina migliaia di scolari e studenti si mettono in movimento per raggiungere le rispettive scuole: c‘è chi si sposta in bicicletta, chi a piedi, chi invece usando i mezzi pubblici.

I 40 nonni vigili presidiano 24 incroci e attraversamenti pedonali aiutando i più piccoli a evitare i pericoli del traffico. Un ruolo particolare è affidato ai nonni vigili che coordinano il servizio Pedibus, il bus a piedi, che è ripartito puntualmente con la ripresa delle attività scolastiche. Tutte le mattine i bambine le bambine che utilizzano il Pedibus vengono prelevati/e a una fermata concordata da un nonno vigile che li accompagna fino alla loro scuola.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il grande successo riscosso da questo progetto ha indotto il Comune a potenziarlo. Per i bambini e le bambine delle scuole Wolkenstein e Galilei di via Toti sono già attive tre linee – con partenza da via Zuegg, via Matteotti e dall’asilo Fröbel. A queste si sono aggiunte, da quest’anno, due linee che servono la scuola Pascoli di via Vigneti e la scuola Erckert di via Roma.

Le famiglie degli scolari che utilizzano il Pedibus si sono dette molto soddisfate della qualità del servizio di accompagnamento e hanno riservato parole di elogio per i nonni vigili impegnati in questa incombenza quotidiana. Attualmente gli iscritti al Pedibus sono già 40, ma il numero dei passeggeri aumenta di giorno in giorno.

Maggiore è il numero dei bambini che vanno a scuola a piedi, minore è il numero della auto che circolano sulle strade. Percorrere insieme il tragitto verso scuola rappresenta peri/le partecipanti un’occasione per muoversi, per maturare esperienza nel traffico quotidiano e per divertirsi in compagnia di coetanei di lingua diversa“, ha ribadito l’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer, che venerdì scorso ha utilizzato il Pedibus in via Roma per conoscere i nonni vigili e i loro passeggeri.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Fino a pochi mesi fa le fermate del Pedibus non erano altro che punti di incontro convenuti, invisibili ai non addetti ai lavori. Nel maggio scorso, due gruppi di alunni delle due scuole di via Toti hanno decorato le fermate con pitture sul marciapiede e cartelli colorati, nell’ambito di un laboratorio organizzato dal progetto europeo Metamorphosis in collaborazione con Upad Merano.

L’obiettivo – spiega Rohrer – era quello di dare più visibilità a un servizio così importante per le famiglie e per la città“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige6 ore fa

La Giunta provinciale ha approvato il contratto di servizio e il piano delle attività e d’investimento di NOI Spa per il 2022

Alto Adige7 ore fa

Il presidente della Provincia alla commemorazione di Falcone e Borsellino: «La mafia ci riguarda tutti»

Ambiente Natura7 ore fa

Parco Vedrette di Ries Aurina: giovani al lavoro per ravvivare i prati

Alto Adige7 ore fa

I viaggiatori “riscrivono” gli orari di autobus e treni

Vita & Famiglia9 ore fa

CEI. Pro Vita Famiglia: Buon lavoro al Cardinale Zuppi per la difesa della Vita e della Famiglia

Politica9 ore fa

Dipendenti nelle case di riposo: servono finalmente soluzioni sostanziali, invece di pura politica simbolica

Arte e Cultura9 ore fa

Artist Club, cambio al vertice dell’associazione: Davide Mariotti è il nuovo presidente

Alto Adige10 ore fa

Coronavirus: 13 casi positivi da PCR e 299 test antigenici positivi

Bressanone12 ore fa

Studio teologico accademico: a Bressanone i diplomi di fine anno

Bolzano12 ore fa

Ladri rubano in un asilo di Appiano, aperte le indagini

Arte e Cultura13 ore fa

Escursione nella Valle dell‘arte: il Museum Ladin organizza l’evento “Natura, arte e cultura”

Scienza e Cultura13 ore fa

Passeggiata sul bordo di un antico vulcano: la caldera di Bolzano

Alto Adige13 ore fa

Digitalizzazione e sostenibilità nella produzione: evento di settore al NOI Techpark sul lavoro del futuro

Bolzano14 ore fa

Twenty: domenica movimentata, la Polizia arresta due stranieri

Valle Isarco15 ore fa

Barbiano, violento scontro tra un autobus e due auto: due feriti trasportati in ospedale

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano3 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Sport3 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Musica4 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Merano3 settimane fa

Referendum abrogativi popolari del 12 giugno 2022

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: tre i nuovi decessi, inoltre14 casi positivi da PCR e 536 test antigenici positivi

Benessere e Salute3 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: controlli della Polizia di Stato nel capoluogo, un denunciato per detenzione di cocaina e due espulsioni

Bolzano1 settimana fa

Eroina e kit per lo spaccio: coppia arrestata a Don Bosco dalla Polizia

Italia ed estero4 settimane fa

Stop al canone RAI in bolletta. Cosa cambia dal 2023?

Vita & Famiglia3 settimane fa

DDL Zan. Coghe, Pro Vita Famiglia: emergenza omofobia è fake news

Società4 settimane fa

Anziani: Deeg ha incontrato il direttivo dell’Associazione pensionati

Archivi

Categorie

di tendenza