Connect with us

Alto Adige

Piscine in Alto Adige: come accedere. Posti disponibili consultabili online

Pubblicato

-

Le vacanze sono ormai alle porte, le temperature sono già estive e dopo questi lunghi mesi di restrizioni sia i bambini che gli adulti non vedono l’ora di rinfrescarsi con un tuffo in piscina. Tuttavia, anche quest’anno, i provvedimenti previsti per il Coronavirus, interferiscono con le nostre abitudini, comportando ingressi limitati alle strutture. Saranno quindi sicuramente in molti a chiedersi, se in piscina vi siano abbastanza posti liberi per potervi entrare.

Ingressi disponibili consultabili in tempo reale online

Per molte delle piscine è possibile consultare il numero dei posti disponibili su https://lidonews.it/it, permettendo di pianificare la propria visita in base ai posti disponibili.

Pubblicità
Pubblicità

I prezzi a confronto

Il prezzo di un biglietto giornaliero per bambini varia dai 2,50 ai 6,30 euro, quello per adulti varia dai 4,70 agli 10,00 euro. I prezzi stagionali si collocano tra i 25 ed i 140 euro per l’ingresso per bambini, dai 56 ai 178 euro per gli adulti (i prezzi invece delle Terme e delle piscine aperte tutto l’anno sono più alti).

In confronto all’anno scorso, quest’anno è rispresa la vendita di abbonamenti stagionali e carte a più ingressi. Questo ha, tuttavia, un costo maggiore rispetto agli anni precedenti. Lo stesso si è potuto riscontrare in parte anche per gli ingressi giornalieri, per alcuni gli aumenti sono esigui mentre in altri sono sostanziosi.

Quest’anno, per le piscine non sono state previste particolari nuove disposizioni in relazione al Coronavirus, al di fuori dell’obbligo del coronapass nelle piscine coperte o all’impossibilità, in alcune piscine all’aperto, di poter accedere a docce e camerini siti al chiuso.

Riduzioni di prezzo

Molte piscine vengono incontro alle famiglie, offrendo loro biglietti giornalieri oppure stagionali ridotti. Anche giovani, studenti ed anziani possono beneficiare di riduzioni di prezzo nella gran parte dei casi. La buona notizia: in moltissime piscine i bambini sotto i 6 anni non pagano l’ingresso. Chi può poi pianificare le sortite in piscina farebbe bene ad acquistare un biglietto da 10 ingressi, che di norma da diritto ad un ingresso gratuito. Nel confronto prezzi del CTCU è inoltre possibile identificare con facilità tutte quelle piscine che offrono un ingresso ridotto per persone disabili e il loro accompagnatore.

È diventata ormai consuetudine, da parte dei gestori delle piscine, offrire prezzi ridotti anche per gli ingressi nelle ore pomeridiane. Questo tipo di offerta sembra piacere sia ai bagnanti che ai gestori: abbiamo infatti notato che le piscine hanno ampliato gli scaglioni, offrendo riduzioni più marcate con l’approssimarsi delle ore serali. Alcune piscine offrono poi biglietti di “mezzogiorno” o “mattutini”.

I prezzi più alti sono collegati normalmente a servizi aggiuntivi e ad attrazioni particolari. Offerte di prestazioni aggiuntive non devono però significare automaticamente prezzi più alti. Anche piscine con prezzi più economici possono, infatti, avere un buon rapporto prezzo-qualità. Fino a che punto i bagnanti siano disposti a rinunciare a servizi extra o a spendere di più, dipende ovviamente anche da fattori individuali.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza