Connect with us

Alto Adige

Premi scientifici Alto Adige: Christina Antenhofer e Alfredo De Massis

Pubblicato

-

Per onorare i risultati scientifici di spicco ottenuti da scienziati altoatesini, la Provincia di Bolzano assegna ogni anno pari i Premi scientifici dell’Alto Adige “Research Award” e “Women in Science” e ogni anno dispari il “Junior Research Award”.

Ieri (19 dicembre), al NOI Techpark di Bolzano, sono stati consegnati i premi ai vincitori di quest’anno, Christina Antenhofer e Alfredo De Massis. Per il presidente Arno Kompatscher, i due vincitori del premio sono importanti modelli e fonti d’ispirazione: “I vincitori di quest’anno sono accomunati dalla passione per i rispettivi campi di ricerca, che trasmettono anche ai loro studenti.

Con il loro impegno danno un importante contributo al nostro settore scientifico, al territorio e al suo tessuto economico e sociale. Questi premi sono non solo un riconoscimento per il loro lavoro, ma vogliono anche essere un segno del nostro investimento nella ricerca in Alto Adige”.

Premio “Women in Science” alla storica Christina Antenhofer

Coerenza e determinazione” sono le due qualità che contraddistinguono la storica medievista Christina Antenhofer, ha dichiarato il laudatore, Paul Videsott, preside della Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano. È una “Donna nella scienza” che si occupa di “Donne nella sua scienza” e quindi una vincitrice ideale del premio “Women in Science”, ha affermato Videsott. Christina Antenhofer stessa ha descritto la sua spinta alla ricerca con il suo interesse per le persone e la loro storia.

Antenhofer è professoressa di storia medievale presso l’Istituto di Storia dell’Università Paris Lodron di Salisburgo e si occupa, tra l’altro, di donne e immagini di donne nelle aree culturali di lingua tedesca e italiana. Il Premio scientifico altoatesino “Donne nella scienza” la incoraggia nel suo lavoro, compreso quello di promuovere le donne (e gli uomini) nella ricerca e di continuare a lavorare sulle relazioni nelle regioni di lingua tedesca e italiana.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

“Research Award” all’economista Alfredo De Massis

Nel suo lavoro, l’economista Alfredo De Massis si occupa delle imprese familiari e di come vengono organizzate le successioni aziendali. La rilevanza pratica del suo lavoro è importante per lui, così come il collegamento tra ricerca e insegnamento: “Siamo riusciti ad ancorare bene la Libera Università di Bolzano in questo ramo della ricerca con il nostro lavoro, anche a livello internazionale”, ha sottolineato De Massis.

Il professore di Sociologia Mario Diani dell’Università di Trento, nel suo elogio, ha sottolineato l’alto valore di attualità del lavoro di ricerca di Alfredo De Massis e il fatto che il ricercatore è riuscito a raggiungere una grande notorietà scientifica già in giovane età. Per questo è stato giustamente insignito del “Research Award” dalla Provincia di Bolzano. Alfredo De Massis insegna alla Libera Università come professore di Entrepreneurship & Family Business ed è direttore del Centre for Family Business Management.

La Provincia di Bolzano dà visibilità alla scienza e alla ricerca

Ogni due anni, la Provincia di Bolzano premia i risultati scientifici più significativi con i premi “Research Award” e i “Women in Science”. I premi sono dotati di 10.000 euro ciascuno. Tra i vincitori del “Research Award” figurano Diego Calvanese (2013), Markus Ralser (2014), Klaus Seppi (2016), Paul Videsott (2018) e Ulrike Tappeiner (2020).

Il premioWomen in Scienceè stato assegnato per la prima volta a Claudia Notarnicola (2020). Nel 2023 sarà di nuovo assegnato il “Junior Research Award”. Giovani scienziati e le scienziate interessati possono presentare la propria candidatura come autocandidatura o tramite terzi all’Ufficio provinciale Innovazione e ricerca entro luglio 2023.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza