Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Stupro 15enne, Caramaschi sotto accusa. “Dov’era il sindaco mentre Bolzano scivolava nel degrado?”

Pubblicato

-

Colmare il vuoto di banalità delle dichiarazioni formali e senza emozione del sindaco e degli amministratori della città di Bolzano dopo lo stupro della ragazza quindicenne sui prati del lungo Isarco dietro il ponte giallo della ex ferrovia; questo il senso del sit in inscenato ieri mattina (9 maggio) da due delegazioni di Fratelli d’Italia e L’Alto Adige nel cuore.

Tutti coloro che vivono la città e la attraversano quotidianamente conoscono e conoscevano la pericolosità percepita di quella zona, un bellissimo parco attrezzato divenuto bivacco di immigrati e tossicodipendenti che fanno uso senza alcun pudore di droghe davanti ai passanti, smontano e rimontano biciclette rubate, sporcano l’area occupando in modo spregiudicato panchine e tavoli pubblici per l’intera giornata, lordando la zona.

Dove era il sindaco quando i cittadini denunciavano questo degrado ed invocavano l’applicazione delle delibere del comune stesso contro i bivacchi ed il rispetto del verde pubblico?”, afferma il consigliere provinciale Alessandro Urzì.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Una responsabilità morale oggi va richiamata. Inutile nascondersi dietro al non mi sarei mai immaginato o all’invocata costituzione come parte civile del Comune di Bolzano al processo che verrà contro gli orchi. Troppo tardi, ci si doveva pensarci prima.

Al sit in il consigliere di quartiere Diego Salvadori ha ricordato che “Bolzano deve tornare ad essere quella che era un tempo e che i cittadini stanno manifestando tutta la loro insofferenza”.

La consigliera di quartiere Barbara Pegoraro ha espresso da donna “la propria solidarietà alla famiglia della vittima” ricordando “che questi atti stanno cominciando a minare la nostra libertà”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ciò che più amareggia è il sindaco che candidamente ammetta di non avere saputo che quella è una zona pericolosa – ha puntualizzato Urzì, aggiungendo – dove era signor sindaco quando la città scivolava nel degrado che oggi conosciamo?

NEWSLETTER

Alto Adige1 giorno fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Alto Adige3 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Alto Adige4 settimane fa

Ancora un altro grande incendio boschivo in Alto Adige: oltre 150 vigili del fuoco impegnati nelle operazioni

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige, il fuoco non da tregua: scatta l’allarme per due nuovi incendi

Politica3 settimane fa

Mattarella accetta le dimissioni, finisce l’era del Governo Draghi: esecutivo in carica solo per gli affari correnti

Alto Adige4 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Bolzano23 ore fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Alto Adige2 settimane fa

Fiamme sull’Alpe di Siusi, attivato anche un elicottero per le operazioni di spegnimento

Val Pusteria2 settimane fa

Auto sbanda sulla strada della val Pusteria e finisce ribaltata: una persona all’ospedale

Arte e Cultura22 ore fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: nuova vittoria in Tribunale contro Costa, ammessa la class action per la crociera “Le perle del Caribe” sulla Pacifica

Alto Adige3 settimane fa

Maltempo in Alto Adige, smottamenti, allagamenti e frane: oltre 100 gli interventi dei Vigili del Fuoco

Sport3 settimane fa

F.C. Südtirol saluta Alessandro Malomo che torna in Serie C con il Foggia

Alto Adige23 ore fa

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Brennero arresta un cittadino marocchino irregolare

Ambiente Natura21 ore fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Archivi

Categorie

di tendenza