Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bressanone

Tenta un rapina il 24 gennaio a Bressanone: riconosciuto dai carabinieri, li aggredisce e viene arrestato

Pubblicato

-

I carabinieri di Bressanone hanno arrestato un marocchino per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Lo scorso 24 gennaio in un maso della periferia, intorno all’ora di pranzo, una donna era rincasata e aveva trovato in casa un uomo intento a rovistare in giro. Il topo d’appartamento l’ha quindi aggredita per impedirle di inseguirlo.

Nella breve colluttazione però la donna era riuscita sia a strappare il cappuccio del giaccone del ladro, sia a vederlo bene in faccia. Aveva anche provato a inseguirlo per farlo catturare ma il fuggiasco era scomparso nel nulla. Il reato commesso però si era aggravato poiché la violenza sulla vittima trasforma il furto in rapina.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Le indagini con la conseguente accusa di rapina impropria hanno portato a un marocchino 39enne domiciliato a Fortezza, già noto per una rissa nel 2016 alla mensa per i bisognosi di Bressanone.

Quando il nordafricano ha capito cosa stava succedendo, dopo che gli hanno comunicato che gli stavano sequestrando il telefono cellulare, ha tentato di scampare alla denuncia aggredendo il militare che si era frapposto tra lui e la porta.

È stato quindi bloccato ma ha continuato nella sua aggressività. È stato quindi bloccato e arrestato per resistenza e violenza a un pubblico ufficiale. Ora si trova in carcere a Bolzano.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza