Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Apparecchi elettrici ed elettronici: a Bolzano la raccolta pro capite sotto la media nazionale

Secondo i dati dell’ultimo Rapporto Annuale del Centro di Coordinamento RAEE, i volumi complessivi di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche salgono a 8.940 tonnellate, in crescita dell’8,6% rispetto al 2020. Migliora anche il dato pro capite (8,31 kg/ab) che rimane tra i più alti del Paese.

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Il Trentino Alto Adige nel 2021 ha raccolto 8.940 tonnellate di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Lo evidenzia la 14a edizione del Rapporto Annuale del Centro di Coordinamento RAEE, che si occupa della gestione dei rifiuti tecnologici in Italia.

Il risultato è in crescita dell’8,6% rispetto al 2020, valore al di sopra dell’andamento nazionale che registra un incremento del 5,3%.

La composizione dei volumi complessivi vede la predominanza dei rifiuti del raggruppamento dei grandi bianchi (R2) con 3.051 tonnellate, in crescita dell’8,8% rispetto al 2020, valore in linea con il trend del Nord Italia.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Seconda posizione per piccoli elettrodomestici ed elettronica di consumo (R4) con 2.699 tonnellate nonostante un calo della raccolta del 3% che conferma il tasso di decrescita evidenziatosi a livello Paese.

Terzo posto per freddo e clima (R1) la cui raccolta sale a 1.656 tonnellate, con un incremento del 7,2%, il secondo valore più alto registrato dal raggruppamento in tutta l’area Nord.

Segue a breve distanza TV e apparecchi con schermi (R3) con 1.475 tonnellate, la cui raccolta beneficia di una crescita del 41,2%: si tratta della più elevata a livello di area e molto al di sopra del tasso di crescita registrato a livello nazionale (+22,2%), che indica che nella Regione si è usufruito in maniera molto maggiore delle detrazioni fiscali legate al Bonus TV erogato da agosto.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Da ultima la quantità raccolta di rifiuti di sorgenti luminose (R5) il cui dato registra un incremento del 17,3%, il secondo più alto a livello nazionale, e raggiunge le 58 tonnellate.

Migliora anche la raccolta pro capite che raggiunge gli 8,31 kg per abitante con un incremento del 4,8%, in linea con quello registrato dall’intera area di appartenenza.

Il dato è ben al di sopra sia della media pro capite dell’area (7,28 kg/ab) sia di quella nazionale (6,46 kg/ab), e conferma l’area al sesto posto della relativa classifica nazionale.

Raccolta per province

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

La provincia autonoma di Trento consolida ulteriormente il primato nella raccolta in forza di un incremento del 10,4% rispetto al risultato del 2020, che si traduce in 5.525 tonnellate. Più contenuta e pari al +5,9%, la crescita della raccolta della provincia autonoma di Bolzano che si attesta a 3.415 tonnellate.

A incidere sulla performance la contrazione della raccolta in R4 che perde il 6%, compensata però dalla crescita dei volumi in tutti gli altri raggruppamenti.

Composizione raccolta per raggruppamenti per provincia (%)

pastedGraphic.png

Migliora nettamente la raccolta pro capite della provincia di Trento che si attesta a 10,14 kg/ab, valore ben al di sopra della media nazionale (6,46 kg/ab) grazie a un incremento del 7,1%. Più contenuta (+1,5%) la crescita del dato della provincia di Bolzano che si ferma a 6,42 kg/ab.

Raccolta pro capite per provincia (kg/ab)

pastedGraphic_1.png

“Si evidenziano grandi disuguaglianze nei dati di raccolta dei RAEE delle due province autonome” commenta Fabrizio Longoni direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE.

La raccolta di Trento supera per la prima volta i 10 kg per abitante e consente alla provincia di avviarsi verso gli obiettivi posti dall’Unione Europea. Molto diverso il dato della provincia autonoma di Bolzano, il cui dato pro capite di 6,42 kg per abitante – raggiunto tra l’altro partendo da un valore non particolarmente elevato e con un incremento contenuto – non è sufficiente a raggiungere la media del Paese.

In questa provincia è necessario rinnovare l’esortazione a tutti gli attori della raccolta a incrementare l’impegno perché i risultati possano raggiungere numeri più confortanti e Bolzano non sia più ‘guardata dall’alto’ dal vicino Trentino, ma anche da province più virtuose come Como, Latina e Reggio Emilia che hanno più o meno gli stessi abitanti complessivi”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano4 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives3 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria4 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano2 giorni fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige4 settimane fa

Percorre la corsia telepass in contromano al casello di Bolzano sud, fermato dalla Polizia Stradale

Bolzano3 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Archivi

Categorie

di tendenza