Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Le nostre storie

Artesuono a Bolzano: per Mattia Boccaletti e Guido Dalla Fior due vite alla velocità della luce

Pubblicato

-

Una struttura cubica come cubiche sono le forme geometriche che prendono vita su pile di scatole nere e argentee posizionate su  decine di scaffali
in cui Mattia Boccaletti e Guido Dalla Fior hanno riposto momentaneamente il loro nostalgico sogno. Questo magazzino, dove il tempo sembra fermarsi, è stato per anni il punto d’incontro tra gli artisti musicali e il loro pubblico, prima che un virus mondiale coprisse questo desiderio di polvere.

L’Ombra del Suono e The Service Group sono due realtà distinte ma unite da una grande passione, da un ufficio e da un magazzino nel cuore della città di Bolzano. 

Guido si appoggia allo schienale della sua sedia e, sommerso dai suoi progetti, al momento accantonati in un angolo della sua scrivania, mi parla sospirando di quando la sua passione ha preso piede da ragazzino tra le mura della Scuola Rainerum di Bolzano, per la quale lavora ancora oggi come manutentore. Era solo un ragazzino delle medie quando, tra un progetto scolastico di robotica e l’altro, è scoppiata la sua grande passione per la tecnologia che, grazie anche alle opportunità date dalla scuola stessa, ha potuto alimentare, proprio nel teatro della struttura, dando vita a questa sua grande aspirazione.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Mattia è giovanissimo e pieno di entusiasmo quando ricorda con lucida magia il giorno in cui ha incontrato questo mondo durante un laboratorio pomeridiano di teatro alle elementari, dovevano creare un piccolo sketch di cabaret che avrebbe preso vita nell’auditorium della scuola. Mattia affascinato dalle luci che poteva movimentare a piacere sui cursori del mixer, ha abbandonato il suo ruolo di attore per dedicarsi interamente, durante la serata, a creare movimenti di luci e ombre che si proiettavano come delle danze luminose sul palco.

L’incontro formativo di Mattia con Guido è avvenuto alle medie, quando Guido, a capo della gestione tecnica del Teatro Rainerum, ha introdotto ancora più nel profondo Mattia a coltivare questa passione. Ogni occasione viene presa da Mattia come un grande trampolino per i suoi sogni. Ricorda con entusiasmo un giorno d’estate quando, durante una gita in bicicletta con il nonno sul Garda, all’età di 14 anni, è approdato nella piazza del paese di Drò in cui stavano allestendo una serata di cabaret con artisti di fama nazionale come i Fichi d’India. Mattia si avvicinò al ragazzo che gestiva il service presentandosi come tecnico luci e suoni del Teatro Rainerum di Bolzano sperando di poter così lavorare al suo fianco durante la serata. Nasce così una collaborazione decennale che vede Mattia coinvolto nel montaggio e nella gestione di questo evento nel corso delle estati.

Guido e Mattia negli anni si sono persi di vista ma la passione che li univa li ha portati a coronare il loro sogno mettendo in piedi due realtà parallele e concorrenziali. Da una parte Guido con un’esperienza di anni alle spalle e dall’altra Mattia, solo diciottenne che si lancia in questo mondo mettendo sul piatto le mance che fin da piccolo i nonni gli allungavano per le festività per comprare il suo primo impianto. Una crescita esponenziale in pochissimi anni quella di Mattia che, investendo quello che guadagnava durante i service, è riuscito ad acquistare materiale sempre più all’avanguardia per la gestione di eventi sempre più grandi. 

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Le proposte lavorative, per questo ragazzo giovanissimo, cominciarono a diventare sempre più imponenti e ambiziose. Le strade di Mattia e Guido si incrociano nuovamente in questo frangente per dar vita ad eventi grandiosi come quello storico avvenuto nel 2019 al galà della magia dove, unendo le forze, hanno portato questo meraviglioso spettacolo in tour percorrendo tutto l’Alto Adige per poi finire a Bologna al Teatro Duse. 

Di grande successo anche l’evento che si è svolto l’ 1 e 2 giugno 2019 per le porte aperte del mondo sotterraneo della galleria di base del Brennero in cui hanno montato sale cinema, sale concerto, per un totale di quattro postazioni gestendone l’intera parte tecnologica. Lo descrivono come l’esperienza più formativa e grandiosa in cui hanno dispiegato il più alto numero di materiale. Tra imprevisti, sudore e passione le 53 ore di lavoro continuativo sono state però ripagate da tanta soddisfazione.

Un lavoro, quello degli operatori dello spettacolo, duro ma pieno di passione ed entusiasmo perché dietro alla scelta di lavorare tra cavi e polvere c’è il sacrificio di essersi fatti da soli unendo forze e materiali per creare veri e propri spettacoli di luci e ombre, di suoni e silenzi. Un lavoro che, soprattutto oggi, nel pieno della pandemia, non viene considerato prioritario, quasi a volerlo considerare un hobby.

Oggi Mattia e Guido si destreggiano tra installazioni e manutenzioni, attendendo che questo momento storico passi in fretta. Nel frattempo Mattia guarda l’attrezzatura ferma in magazzino e dice “Non solo ci mettono in ginocchio togliendoci il nostro lavoro principale ma ci tolgono anche la possibilità di rimanere aperti, di inventarci altro e di tirare avanti, così ci spezzano definitivamente le gambe”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dall’ultimo evento pre-covid, 29 febbraio 2020, in cui hanno preso in gestione la serata di gala allestita per il 50° del Festival Studentesco, Mattia e Guido riaprono le serrande del loro magazzino il prossimo fine settimana, per dar vita all’evento che attendono con ansia tutti gli studenti bolzanini in cui si esibiranno sul palco gruppi musicali, cantanti soliti, danzatori e attori per contendersi nuovamente il titolo di scuola vincitrice del Festival Studentesco. Ovviamente le serate si svolgeranno senza pubblico, verrà registrato e mandato in onda, ma intanto qualcosa sembra muoversi all’orizzonte anche per chi, come Guido e Mattia, fa della propria passione un lavoro, una fortuna di pochi.

Per maggiori info si rimanda ai siti ufficiali:

www.theservicegroup.it

www.ombradelsuono.it

Dettagli:

  • Service audio e luci, in particolare noleggio ed assistenza tecnica di impianti audio, luci e video per teatri, sale congressi, spettacoli, concerti e manifestazioni all’aperto e al chiuso.
  • Assistenza tecnica per spettacoli ed intrattenimento musicale per locali e feste private quali matrimoni, concerti, battesimi, serate danzanti, karaoke e discoteca.
  • Registrazioni professionali in studio e live di solisti, gruppi  e qualsiasi tipo di produzione vocale e/o multimediale

 

Sotto, un altro scorcio dell’evento che si è svolto l’ 1 e 2 giugno 2019 per le porte aperte del mondo sotterraneo della galleria di base del Brennero

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero5 ore fa

Putin all’attacco dell’Occidente: “In vista di ulteriori sanzioni, sarà un suicidio energetico”

Alto Adige5 ore fa

Censimento su edifici e aree inutilizzate: approvate dalla Giunta le linee guida

Vita & Famiglia6 ore fa

Aborto, Pro Vita Famiglia: “Bugie e conflitti d’interessi”

Alto Adige6 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il caso dell’altoatesina Evi Rauter

Alto Adige7 ore fa

Ordinamento del commercio: la Giunta approva il regolamento d’attuazione

Alto Adige7 ore fa

Approvate dalla Giunta le modifiche al regolamento sulla formazione specialistica in medicina generale

Ambiente Natura7 ore fa

Arboricoltura e silvicoltura: via libera a una cattedra convenzionata alla Libera Università di Bolzano

Arte e Cultura7 ore fa

Un nuovo deposito per i Beni culturali dell’Alto Adige: via libera della Giunta all’avviso pubblico per la realizzazione del progetto

Italia ed estero7 ore fa

Bimba di due anni cade in piscina e muore dopo due giorni di coma

Società8 ore fa

Alla scoperta dei bonus casinò, un mondo di giochi e convenienza

Alto Adige9 ore fa

Coronavirus: 15 casi positivi da PCR e 385 test antigenici positivi, due i decessi

Politica10 ore fa

Areale: Rfi riqualifica la zona con i fondi del Pnrr. Team K: “Il progetto potrebbe sbloccarsi”

Italia ed estero10 ore fa

Caffè a 2 euro, il cliente chiama i vigili: multa di 1000 euro per il gestore del bar

Vita & Famiglia11 ore fa

Giornata della Famiglia, Pro Vita Famiglia: “Più sostegni e va difesa da ideologie”

Musica11 ore fa

Gli Abbadream ci riportano indietro nel tempo per riascoltare live brani come Dancing Queen o Mamma Mia!

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Bolzano4 settimane fa

Rissa davanti all’Interspar di Bolzano sud – IL VIDEO. Urzì: “Ennesimo degrado”

Benessere e Salute2 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Bolzano4 settimane fa

Incendio sopra Bolzano: le fiamme partite dal Virgolo

Sport4 settimane fa

Stadio Druso a Bolzano: aperta la nuova tribuna Zanvettor

Bolzano4 settimane fa

Giro ciclistico “Tour of the Alps” a Bolzano: i divieti di mercoledì 20 aprile

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Politica4 settimane fa

Doppia cittadinanza e grazia agli ex terroristi. Sven Knoll “importante la vicinanza del parlamento austriaco”

Bolzano2 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Archivi

Categorie

di tendenza