Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Economia e Finanza

Autotrasporto al collasso: troppi mezzi vetusti in Italia, in gioco sicurezza e sostenibilità del settore

Pubblicato

-

Servono misure immediate per il rinnovo del parco circolante. È in gioco la sostenibilità e la sicurezza del trasporto”.

CNA Fita del Trentino Alto Adige sostiene con forza la presa di posizione congiunte di tutte le categorie dell’autotrasporto.

Le sempre più stringenti normative in materia ambientale – afferma Piero Cavallaro, referente della CNA regionale – rischiano di bloccare il trasporto delle merci fuori e dentro le città, anche nella nostra regione”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Gli operatori del settore sono riusciti a far passare nell’opinione pubblica la consapevolezza che il parco circolante italiano è il più vecchio d’Europa (età media di 13,5 anni), il 63,1% dei veicoli >3,5t è ante Euro 4 (pari a 418.668 veicoli).

Solo il 12,4% del parco circolante è rappresentato da veicoli Euro 6 (pari a 82.274 veicoli): con questo trend ci vorranno 17 anni per sostituirli tutti. Ma la cosa più grave è che soltanto l’11,9% dei veicoli è dotato dei dispositivi di sicurezza, obbligatori dal 1° novembre 2015 (frenata autonoma emergenza e mantenimento corsia).

Nonostante tutti gli investimenti promossi – prosegue Cavallaro – non sembra ancora esserci consapevolezza sulle conseguenze di questa realtà, e cioè che il sistema dell’autotrasporto, senza adeguato rinnovo dei mezzi con i quali opera, continua ad invecchiare, perdendo ogni giorno in sostenibilità e sicurezza. La disinformazione e la distrazione generalizzate, hanno generato in molti casi effetti negativi per la percezione collettiva nei confronti dell’autotrasporto”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Da venti anni a questa parte gli interventi sul comparto effettuati senza precise strategie e senza sostegno strutturale non hanno risolto nulla, mentre un numero impressionante di piccole imprese ha chiuso i battenti e una quantità non indifferente di medio grandi è emigrata.

Tra le cause principali la pressione fiscale, i costi di gestione (in primo luogo carburanti e lavoro) e la complessità della burocrazia.

Tutto questo ha portato gravi perdite economiche e fiscali per il nostro Paese a vantaggio di altri Paesi europei che hanno rafforzato ulteriormente il proprio sistema logistica e trasporto: negli ultimi dieci anni lo Stato ha perso 105 milioni di euro di mancato gettito fiscale, i costruttori circa un miliardo e mezzo di fatturato e l’occupazione del settore ha visto perdere 135.000 posti di lavoro, senza contare l’indotto.

Dal punto di vista dell’occupazione e del lavoro nel settore, in questo comparto servono addetti professionali adeguatamente preparati: dai conducenti (in Europa ne mancano, secondo le ultime informazioni, circa 180.000) ai tecnici di officina, dagli addetti alla logistica agli esperti di materie pericolose.

Tutti i soggetti attori sulla scena dell’autotrasporto italiano – conclude la Cna Fita regionale – di fronte alla mancanza di attenzione razionale ai gravi problemi che affliggono da tempo il settore, chiedono ai decisori politici di considerare finalmente il mondo del trasporto e della logistica come strategico per il nostro Paese e di ripristinare le forme di sostegno destinate al rinnovo tecnologico del parco circolante italiano, consentendo così a questo settore di diventare maggiormente competitivo nello scenario europeo, più sicuro e meno impattante per l’ambiente“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano1 settimana fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano2 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano1 settimana fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige5 giorni fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige5 giorni fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano5 giorni fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano3 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Politica1 settimana fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Valle Isarco2 settimane fa

Il bis dell’Ibis a Vipiteno

Alto Adige2 settimane fa

Bollettino di allerta: attese le prime nevicate in Alto Adige

Politica3 settimane fa

Sicurezza sul lavoro: nominato il nuovo Comitato di coordinamento

Archivi

Categorie

di tendenza