Connect with us

Bolzano

Azienda sanitaria, la battaglia di Schael: vuole correre di nuovo per la nomina a direttore o sarà battaglia legale

Pubblicato

-

Colpo di scena

Non c’è pace nella complessa procedura di nomina del nuovo direttore dell’Azienda sanitaria altoatesina.

I colloqui di selezione si svolgeranno oggi ma è destinata a suscitare un vespaio di polemiche la mossa dell’ex direttore Thomas Schael, che aveva annunciato di voler ritornare in corsa per il suo vecchio ruolo o ricorrerà alle vie legali.

Pubblicità
Pubblicità

Ed ora è passato dalle parole ai fatti in barba ai 184.000 euro di indennizzo ricevuti dopo la risoluzione anticipata del suo contratto concordata con la giunta provinciale poco più di un mese fa.

In una lettera inviata alla commissione esaminatrice Schael chiede di essere inserito nell’elenco provinciale degli idonei alla carica di direttore generale della Asl altoatesina e di partecipare ai colloqui di valutazione in corso.

In caso contrario per l’ex direttore la procedura di selezione andrebbe annullata perché presenta numerose violazioni della normativa vigente.

“I componenti della commissione – afferma Schael – dovrebbero dimettersi a loro tutela”.

Non si scompone l’assessora provinciale alla sanità Martha Stocker la quale conferma che la selezione andrà avanti nei tempi previsti e si concluderà prima delle elezioni provinciali, senza nessun ritardo rispetto ai tempi prefissati.

Per oggi sono previsti i colloqui degli altri quattro aspiranti alla carica di direttore dell’Azienda sanitaria in Alto Adige: Heinrich Corradini, Christian Kofler, Irene Pechlaner e Florian Zerzer.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza