Connect with us

Bolzano

Cantieri eterni, negozi bloccati da 5 mesi. Esasperati i commercianti: “Non lavoriamo più”

Pubblicato

-

Ieri mattina i militanti della Lega Roberto Selle e Alan Bondoni hanno incontrato a Bolzano il titolare della profumeria e centro abbronzatura Boragine.

Il problema che il titolare Maurizio Boragine ha voluto illustrare ai rappresentanti bolzanini del Carroccio è il calo della frequentazione del negozio, e dunque anche delle vendite, a causa della continua permanenza di lavori stradali installati proprio davanti all’esercizio e in tutta la zona.

Il Comune ha aperto più di un mese fa un cantiere davanti alla mia attività, hanno asfaltato più volte per errori della azienda che si occupa dei lavori – sottolinea il commerciante – . Sto perdendo ogni giorno tantissimi soldi“.

Pubblicità
Pubblicità

E’ esasperato Maurizio Boragine così come altri esercenti presenti in quest’area tra il quartiere Europa e Don Bosco, da mesi di attesa per la fine dell’attività di scavo e sostituzione tubi che, ci fa sapere, va avanti ininterrottamente da giugno.

Per la prima apertura dei cantieri all’inizio dell’estate abbiamo portato pazienza, anche se le perdite sono state rilevanti. Ma la seconda apertura dovuta agli errori è inaccettabile. Oltre alla perdita di migliaia di euro a causa di un cantiere che dura ininterrottamente da cinque mesi e che non sappiamo quando avrà fine, ora temiamo il periodo natalizio”.

La profumeria, che si trova in viale Druso, sta quindi soffrendo l’avanzata dei lavori pubblici nel capoluogo, come del resto molti altri esercizi commerciali della zona, circa una quarantina, rimasti ostaggio dei cantieri comunali per tutto il tratto che va da via Sorrento fino all’incrocio con via Palermo e le vie limitrofe.

Il maltempo e l’arrivo dell’inverno inoltre non aiutano. A causa delle piogge e della mancanza di luce i tempi di attesa rischiano di allungarsi.

Se il Comune ci avesse avvertito avremmo potuto organizzarci. Qui siamo tutti disperati per il calo dei passaggi e nessuno ci ha anticipato che sarebbero iniziati i lavori. Una penalizzazione che tutti i commercianti della zona non meritano: qui abbiamo tabaccai, alimentari e abbigliamento.

Perché nessuno si fa carico di questo inconveniente e non si pensa a risarcire i danni causati da errori altrui? Andiamo avanti senza nessuna certezza. A me hanno chuiso anche il parcheggio privato e per circa una trentina di metri dobbiamo rimaenre così, nascosti dietro alle impalcature“, conclude Boragine.

Con l’ausilio del nostro deputato e consigliere Comunale Filippo Maturi presenteremo al più presto un’interrogazione all’assessore competente, i cittadini devono poter lavorare” ha dichiarato Roberto Selle.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza