Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Causano incidenti e scappano: fermati tre pirati della strada dalla Municipale a Bolzano

Pubblicato

-

Settimana particolarmente intensa per la Polizia Municipale alle prese con diversi episodi di pirateria stradale.

Il primo caso è accaduto lo scorso week-end quando il conducente di un’Audi ha violentemente speronato un’altra autovettura in viale Trento, dandosi poi alla fuga senza prestare soccorso e tantomeno lasciare i propri dati alla controparte.

Cinque minuti dopo, la stessa Audi ha provocato un secondo incidente in via Musy rimanendo seriamente danneggiata e quindi nell’impossibilità, questa volta, di fuggire dal luogo del sinistro.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sembravano due incidenti distinti, ma gli agenti della municipale intervenuti in via Musy, hanno approfondito le indagini, arrivando a trovare gli elementi che identificavano il conducente dell’Audi quale responsabile di entrambi gli episodi.

Nella mattinata di ieri altri due casi di fuga.

In zona Don Bosco il conducente di un suv, dopo aver danneggiato un’autovettura in sosta, si è frettolosamente allontanato senza lasciare i propri dati. Agli agenti intervenuti per i rilievi è bastato un giro nella zona per individuare l’auto pirata, rimasta anch’essa danneggiata nell’impatto. Messo alle strette il proprietario nonché conducente, alla fine ha ammesso le proprie responsabilità.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Altro episodo in piazza Gries dove il conducente di una Toyota ha tamponato un giovane che si trovava alla guida della propria moto. Inizialmente sembrava una cosa leggera, ma nell’impatto il ragazzo ha riportato una lesione al ginocchio, tanto da costringerlo alle cure dei sanitari al S. Maurizio.

L’anziano si è allontanato in direzione di via Fago senza sincerarsi delle condizioni di salute del motociclista. Anche in questo caso gli elementi raccolti sul luogo dell’infortunio hanno permesso agli agenti di individuare in breve tempo il conducente della Toyota il quale, convocato presso il comando di via Galilei, ha ammesso il proprio coinvolgimento.

Ma cosa prevede la legge, ed in particolare il codice della strada, di fronte a questi fenomeni di pirateria stradale? Lo spiegano in una nota i vigili urbani:

L’art.189 del Cds regola il comportamento in caso di incidente, distinguendosi in parte amministrativa e penale. In caso di infortunio con soli danni materiali, la legge punisce chi omette di comunicare i propri dati alla controparte, con sanzioni pecuniarie che partono dai 303 Euro e 4 punti di decurtazione dalla patente. Se i danni riportati dai veicoli coinvolti dovessero richiedere poi una revisione straordinaria, i punti decurtati diventano 10. Molto più severe le sanzioni se l’incidente provoca feriti.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’omissione di soccorso viene punita con una denuncia all’autorità giudiziaria e la sospensione della patente da 18 mesi a 5 anni. In caso di fuga, oltre alla denuncia di natura penale scatta la sospensione della patente da 1 a 3 anni e la decurtazione di 10 punti. La raccomandazione quindi è quella di fermarsi sempre in caso di incidente, prestare soccorso ai coinvolti se feriti e scambiarsi i dati con la controparte. L’inosservanza come abbiamo visto può comportare pesanti conseguenze, sia a livello pecuniario che giudiziario“.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza