Connect with us

Laives

Celebrata a Laives la giornata dell’unità d’Italia

Pubblicato

-

Le note dell’inno d’Italia, cantato dalle persone che gremivano la piazzetta del municipio, hanno accompagnato la cerimonia dell’alzabandiera con la quale oggi (17 marzo) il Comune di Laives ha celebrato la giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera.

Una cerimonia sobria, senza fronzoli, ma molto partecipata, cui hanno preso parte numerose autorità, tra cui il sindaco di Laives, Christian Bianchi, i sindaci di Bronzolo e Vadena Giorgia Mongillo e Alessandro Beati, il vicesindaco di Salorno Ivan Cortella, il commissario del governo Vito Cusumano, il vicepresidente della giunta provinciale Giuliano Vettorato e il presidente della Comunità comprensoriale Oltradige Bassa Atesina, Edmnund Lanziner.

Insieme a loro, i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma, con diversi gruppi alpini del circondario, dei carabinieri, dei bersaglieri e della Croce rossa.

Pubblicità
Pubblicità

Nel suo discorso, il sindaco di Laives, Christian Bianchi ha ricordato le figure di Mazzini e Garibaldi, “uomini che rappresentarono il cambiamento, e che ancora oggi lo rappresentano. Uomini capaci di trasformare l’Italia da un insieme di 8 Stati, divisi su tutto, indipendenti l’uno dall’altro, eternamente in conflitto, con monete diverse, leggi diverse, senza alcuna bandiera comune o politica comune, né interna, né in Europa, in una Nazione, trasformando tutto ciò.

Furono le persone a permettere questo, a fronte anche di grandi sacrifici. Uomini con questo spessore culturale e questa tenacia furono in grado di credere al grande progetto di unitarietà della nazione, e si sacrificarono per ottenerla. Questi sono gli uomini che devono essere i nostri fari, i nostri ispiratori, i nostri modelli, indipendentemente dal nostro ruolo in questa società.

Solo con il mantenimento forte di questi pilastri fondamentali sui quali è nata la nostra nazione, questa potrà proseguire la propria storia con passo deciso e senza tentennamenti, anche in momenti difficili, come ce ne sono stati tanti nella storia della nostra nazione.

Oggi, la presenza in questa piazza di uomini dello Stato, della Provincia e dei Comuni, e della popolazione, rappresenta simbolicamente lo spirito unitario che sta alla base di questa celebrazione, la volontà di portare avanti, ogni giorno, insieme, la gestione dei nostri territori, in modo unitario e condiviso, come ci ha insegnato chi, come Mazzini e Garibaldi, ne fece la sua ragione di vita“.

Al termine della cerimonia è poi stata inaugurata la mostra in ricordo della Grande Guerra allestita dagli alpini.

Ricordare a distanza di 100 anni il sacrificio di 10 milioni di soldati morti, dei 20 milioni di invalidi, lo strazio subito dalla popolazione civile, è un nostro preciso dovere morale, ed un monito, che ci insegna quanto sia importante il mantenimento della pace e della pacifica convivenza tra i popoli. L’Unità e la Pace sono i due simboli della manifestazione di oggi qui a Laives“, ha concluso Bianchi.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

Laives, trovato con la marijuana: denunciato dai carabinieri 20enne di Bronzolo con precedenti

Pubblicato

-

Nel corso della serata di ieri (18 giugno) i carabinieri di Laives hanno perquisito un ventenne di Bronzolo, noto alle forze dell’ordine, che aveva attirato l’attenzione per l’atteggiamento molto agitato avuto durante un normale controllo alla circolazione stradale.

Dalla perquisizione i militari dell’Arma hanno ritrovato alcune dosi di marijuana, che è stata sequestrata.

Per il giovane è scattata la denuncia alla Procura di Bolzano, nonché una segnalazione al Commissariato del Governo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Laives

Laives, anche i nonni vigili vanno in vacanza

Pubblicato

-

Con la fine dell’anno scolastico, termina anche il lavoro dei nonni vigili. E, come tradizione, lo scorso giovedì a i 21 angeli custodi degli scolari di Laives, Pineta e San Giacomo si sono ritrovati per un brindisi in municipio.

Nell’occasione il sindaco Christian Bianchi ha voluto ringraziarli per il loro prezioso servizio e per l’impegno che ci mettono per svolgerlo.

Siete stati in strada con il sole, con la pioggia e con la neve per garantire la sicurezza dei bambini. Il vostro è un servizio importantissimo per il Comune e per tutta la cittadinanza, perché grazie a voi aa Laives, Pineta e San Giacomo i bambini possono andare a scuola in sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

Ma fate molto di più che aiutarli ad attraversare la strada, perché non fate mai mancare un saluto e un sorriso ai bambini. E questo è molto bello, perché date loro la possibilità di iniziare la giornata in modo positivo e sereno.

Vi ringrazio quindi per tutto quello che fate, anche se so che il grazie più bello che ricevete, è quando i bambini si sbracciano per salutarmi. Questo significa che siete importanti per loro”.

Il coordinatore del servizio nonni vigili, Christian Visocchi, ha sottolineato il senso di attaccamento e del dovere di tutto il gruppo, composto da 21 persone.

E ha ringraziato due nonni vigili di lungo corso che dall’anno prossimo non potranno più tornare in servizio per motivi di età: Umberto Porto (che è stato nonno vigile per 11 anni) e Sergio Armani, che invece ha prestato servizio per dieci anni.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Laives

Guida ubriaco nella notte a Laives: denunciato 56enne colombiano

Pubblicato

-

I Carabinieri di Ora, nel corso di un servizio di controllo notturno del territorio nel Comune di Laives, hanno fermato  colombiano di 56 anni ubriaco alla guida.

Una volta fatto scendere dal veicolo, i militari dell’Arma hanno appurato come l’uomo non fosse nemmeno in grado di stare in piedi.

Il test alcolemico ha poi confermato per il sudamericano un valore superiore di quasi tre volte quello consentito.

Pubblicità
Pubblicità

Il 56enne è stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza, con il ritiro della patente di guida e la segnalazione al Commissariato del Governo di Bolzano.

Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza