Connect with us

Laives

Fibra ottica, gettate le basi per una Laives 4.0

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi il vicesindaco Giovanni Seppi ha incontrato i vertici di Infranet (la società pubblica che gestisce la rete della fibra ottica per contro della Provincia) e dell’Ufficio infrastrutture della Provincia per gettare le basi del programma di sviluppo della rete della fibra ottica in città.

All’incontro erano presenti anche gli ingegneri comunali Thomas Ebner e Mauro Bulanti, il direttore di Infranet Florian Fiegl, con Laura Nogler e Florim Prenaj, e il responsabile dell’Ufficio infrastrutture della Provincia, Marco Springhetti.

Al centro dell’attenzione, la prima pianificazione verso la realizzazione della “vera” rete della fibra ottica a Laives, visto attualmente la tecnologia disponibile sul nostro territorio è intermedia: esiste già una parte di rete della fibra, ma l’ultimo tratto (il cosiddetto ultimo miglio) è di rame e quindi ha dei limiti fisici che condizionano notevolmente la velocità di connessione.

Il nostro obiettivo – spiega il vicesindaco Giovanni Seppi – è di dare la possibilità alle aziende e ai cittadini di collegarsi alla fibra grazie agli interventi concordati con Infranet e con la Provincia. Anche se il collegamento vero e proprio arriverà poi attraverso i diversi gestori“.

Già da tempo il Comune sta gettando le basi verso la realizzazione della rete della fibra ottica: in occasione di ogni lavoro di scavo, infatti, si procede con la posa dei tubi vuoti che successivamente ospiteranno i cavi della fibra. Un lavoro che nel prossimo futuro sarà implementato grazie alla collaborazione con Infranet e con la Provincia che garantiranno appunto la possibilità di allacciarsi alla rete della fibra.

I primi progetti interessati sono la ciclabile di san Giacomo e l’acquedotto del Seit. Ma gli interventi riguarderanno nel prossimo futuro anche la zona produttiva Vurza, Pineta Nuova (zone Toggenburg 1 e 2), la zona industriale Laives Sud e i magazzini di frutta.

Si tratta di un passaggio importante per la nostra città – conclude il vicesindaco Seppi – sono i primi passi per un ulteriore sviluppo tecnologico indispensabile per il futuro delle aziende, ma anche dei cittadini, nella direzione del 4.0: una condizione indispensabile per preparare un futuro che ci vedrà sempre più connessi“.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

Venerdì a S. Giacomo «Di coro in coro» con la ‘scuderia Monti Pallidi’ al completo

Pubblicato

-

Giunta alla sua undicesima edizione, la Rassegna corale di S. Giacomo tributerà infatti un omaggio all’intero movimento corale racchiuso nell’Associazione Monti Pallidi, lustro della terra altoatesina ben oltre i confini locali con il suo glorioso coro di punta che porta lo stesso nome, ma che grazie a tutti i suoi ensemble tiene alto il vessillo della coralità.

Sul palco si susseguiranno lo storico Coro ‘Monti Pallidi’, il coro misto ‘Schola Cantorum’ e il coro femminile ‘Artemisia’ diretti dal m° Paolo Maccagnan, le ‘Piccole Voci del Coro Monti Pallidi’ e il gruppo vocale ‘Le Voci di Passaggio’ diretti dalla maestra Lorenza Maccagnan.

Cinque formazioni che attraversano tutte le generazioni.

Un evento dunque, quello di venerdì, che si preannuncia entusiasmante. E imperdibile per gli appassionati di coralità, per chiunque desideri scoprire questo affascinante segmento musical-culturale, per tutti i gentili interessati desiderosi di passare una bella e coinvolgente serata, per gli estimatori del lavoro dei Maestri Paolo Maccagnan e Lorenza Maccagnan.

Intrigante e articolato il programma del concerto, che spazierà dai canti della tradizione popolare italiana a quelli di provenienza africana e nordamericana, passando per la musica sacra a quella classica, non senza incursioni nel bacino delle composizioni corali contemporanee e d’autore. Con momenti ora intensi, ora delicati, ora ricchi di brio.

La conduzione sarà affidata per la nona volta consecutiva a Mara da Roit.

L’iniziativa nasce con il sostegno del Comune di Laives e dell’Assessorato alla Cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano.

La formula dell’ingresso libero scelta dal Centro culturale S. Giacomo – che da sempre organizza la rassegna in collaborazione con il Coro Monti Pallidi – intende rendere accessibile a tutti una serata così ghiotta e accattivante.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Laives

San Giacomo: fermato alla guida 21enne nordafricano con marijuana. Segnalato

Pubblicato

-

Nel corso di un servizio di prevenzione svolto nel territorio di Laives, i Carabinieri di Egna hanno fermato ad un posto di controllo in località San Giacomo un’auto con alla guida un cittadino marocchino di 21 anni.

Il giovane, che alla richiesta dei documenti di guida e circolazione si è dimostrato particolarmente agitato, è stato perquisito.

L’esito del controllo ha consentito di rinvenire alcune dosi di marijuana.

Gli accertamenti sono quindi proseguiti alla Stazione Carabinieri di Laives, la droga è stata sequestrata e per il nordafricano è scattata la segnalazione al Commissariato del Governo di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Laives

Laives: sabato la Festa della mela con lo strudel da 100 metri

Pubblicato

-

Il tempo incerto previsto per sabato ha costretto l’associazione turistica di Laives a rivedere il programma della Festa della mela.

La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, non si terrà infatti come previsto lungo via Kennedy, dove avrebbe dovuto essere “apparecchiato” uno strudel lungo 200 metri preparato dalla ditta Pan.

Se non pioverà, la tavolata (ridotta però a cento metri) sarà allestita lungo via Pietralba, con il taglio inaugurale in programma alle 10.30 davanti al municipio.

In caso di pioggia, invece, la festa si sposterà sotto il tendone del Pfarrheim. Il ricavato della vendita delle porzioni di strudel andrà alle associazioni che hanno contribuito all’organizzazione della festa.

Il nostro obiettivo – spiega Dieter Frasnelli, presidente dell’associazione turistica Laives-Bronzolo-Vadena – è di valorizzare il tema della mela, frutto da sempre molto importante per la nostra città, dove operano diverse aziende leader mondiali del settore“.

La festa ha il sostegno dell’amministrazione comunale, con il sindaco di Laives Christian Bianchi che sottolinea l’importanza dell’iniziativa.

Quella lanciata due anni fa, è stata un’idea molto interessante. Laives infatti è già molto conosciuta per diverse altri eventi, come il carnevale, il teatro o i venerdì lunghi. L’associazione turistica ha avuto il merito di inventare qualcosa che caratterizza la città, senza sovrapporsi agli altri eventi, richiamando una delle attività più importanti per la nostra città. Una festa che con il tempo può davvero diventare un elemento caratterizzante di Laives“.

Il vicesindaco Giovanni Seppi sottolinea l’importanza dell’associazione turistica nel marketing cittadino.

Non posso che ringraziare l’associazione turistica per le sinergie che riesce sempre a creare, rivelandosi un partner prezioso in diversi campi. Svolge infatti un ruolo chiave per lo sviluppo della città e per la promozione del marketing cittadino. La Festa della mela è importante anche perché vede la partecipazione di numerose associazioni e anche di aziende leader in ambito europeo come la Pan, impresa che riveste un ruolo importante sia occupazionale che economico per la nostra città“.

Alla festa parteciperanno anche le scuole cittadine – sottolinea l’assessora Claudia Furlanivisto che saranno esposti dei disegni sul tema della mela realizzati dai bambini“.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza