Connect with us

Laives

Fibra ottica, gettate le basi per una Laives 4.0

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi il vicesindaco Giovanni Seppi ha incontrato i vertici di Infranet (la società pubblica che gestisce la rete della fibra ottica per contro della Provincia) e dell’Ufficio infrastrutture della Provincia per gettare le basi del programma di sviluppo della rete della fibra ottica in città.

All’incontro erano presenti anche gli ingegneri comunali Thomas Ebner e Mauro Bulanti, il direttore di Infranet Florian Fiegl, con Laura Nogler e Florim Prenaj, e il responsabile dell’Ufficio infrastrutture della Provincia, Marco Springhetti.

Al centro dell’attenzione, la prima pianificazione verso la realizzazione della “vera” rete della fibra ottica a Laives, visto attualmente la tecnologia disponibile sul nostro territorio è intermedia: esiste già una parte di rete della fibra, ma l’ultimo tratto (il cosiddetto ultimo miglio) è di rame e quindi ha dei limiti fisici che condizionano notevolmente la velocità di connessione.

Il nostro obiettivo – spiega il vicesindaco Giovanni Seppi – è di dare la possibilità alle aziende e ai cittadini di collegarsi alla fibra grazie agli interventi concordati con Infranet e con la Provincia. Anche se il collegamento vero e proprio arriverà poi attraverso i diversi gestori“.

Già da tempo il Comune sta gettando le basi verso la realizzazione della rete della fibra ottica: in occasione di ogni lavoro di scavo, infatti, si procede con la posa dei tubi vuoti che successivamente ospiteranno i cavi della fibra. Un lavoro che nel prossimo futuro sarà implementato grazie alla collaborazione con Infranet e con la Provincia che garantiranno appunto la possibilità di allacciarsi alla rete della fibra.

I primi progetti interessati sono la ciclabile di san Giacomo e l’acquedotto del Seit. Ma gli interventi riguarderanno nel prossimo futuro anche la zona produttiva Vurza, Pineta Nuova (zone Toggenburg 1 e 2), la zona industriale Laives Sud e i magazzini di frutta.

Si tratta di un passaggio importante per la nostra città – conclude il vicesindaco Seppi – sono i primi passi per un ulteriore sviluppo tecnologico indispensabile per il futuro delle aziende, ma anche dei cittadini, nella direzione del 4.0: una condizione indispensabile per preparare un futuro che ci vedrà sempre più connessi“.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza