Connect with us

Società

Come funziona il sistema dei tergicristalli. Ecco quando e come cambiare i tergicristalli

Pubblicato

-


Il tergicristalli eliminando dal parabrezza pioggia, neve e polvere fa in modo che questo sia pulito, garantendo al conducente durante la guida una visibilità ottimale sulla strada e sugli altri veicoli che viaggiano in essa.

Per legge, questo dispositivo viene installato in fabbrica non solo sulle normali automobili, ma anche sugli autobus, sui tram e sui treni.

Sembra che il tergicristalli sia stato inventato all’inizio del XX secolo da una donna di nome Mary Anderson negli Stati Uniti d’America.

Pubblicità
Pubblicità

Questa signora, che a quanto pare neppure guidava, essendo stanca di dover spendere più soldi per i taxi nei giorni di pioggia, in quanto il tassista si fermava spesso a causa della scarsa visibilità sul parabrezza, ebbe l’ingegno di ideare questo semplice dispositivo, che senza dubbio ha migliorato la qualità di guida di tutti gli automobilisti nel mondo.

Nel 1916, il tergicristalli divenne di dotazione standard in tutte le auto americane, ma già nel 1911 fu registrato in Gran Bretagna il primo brevetto per tergicristalli.

Tra le altre tappe storiche di questo dispositivo va ricordato il 1969, anno in cui sul mercato vennero immessi i primi modelli ad intermittenza, la cui paternità venne riconosciuta a Robert Kearns solo in seguito ad una battaglia legale con la casa automolistica Ford.

Al 1970 si data l’introduzione dei primi tergifari con il marchio Saab. Mentre solo sul finire del XX secolo entrarono in commercio i cosiddetti tergicristalli intelligenti.

I tergicristalli di compongono delle seguenti parti:

  • Braccio, anche chiamato elemento rigido o bilanciere, che consiste in una sorta di asta mossa dal motorino d’azionamento.
  • Telaio, sul quale sono inserite le lame. I telai sino al 1998 erano esclusivamente composti da elementi metallici, al giorno d’oggi questi non più così diffusi in quanto sostituiti da materiali in plastica.
  • Lama, detta anche gommino, è in genere fatta di gomma e muovendosi sul parabrezza ne allontana dalla superficie acqua e sporcizia.

Va anche ricordato che, nel gergo automobilistico, con spazzola si intende l’insieme telaio-lama. Il movimento di questo componente grazie alle nuove tecnologie può essere regolato, in modo che esso sia continuo o intermittente a seconda delle necessità.

Generalmente, i tergicristalli sono attivati tramite un motorino elettrico che ne mette in movimento i componenti meccanici. Un’eccezione sono i tergicristalli di alcuni camion, i quali vengono azionati tramite un sistema ad aria compressa, collegato con l’impianto dei freni. Nelle auto più moderne, solitamente insieme al tergicristalli si attiva anche il lavacristalli, proiettando l’acqua mista al detergente sul vetro del parabrezza attraverso dei beccucci situati a ridosso del cofano.

In alcuni veicoli si trovano inseriti anche i sensori pioggia, i quali rilevando la presenza di acqua e di umidità sul parabrezza, non solo fanno in modo che i tergicristalli si attivino automaticamente, ma ne regolano anche la velocità e l’intensità di movimento a seconda del grado delle precipitazioni.

Quando sul parabrezza l’acqua non viene allontanata del tutto o restano visibili tracce di sporco pur avendo azionato i tergicristalli, allora è un segno che qualcosa non va o qualcosa deve essere sostituito in questo dispositivo.

Un posizionamento sbagliato delle lame, causando un accumulo di detriti, può poi provocare fastidiosi graffi sul vetro del parabrezza, che possono disturbare il guidatore durante la guida. Un controllo regolare di questo accessorio è pertanto consigliabile.

Le spazzole tergicristalli durano mediamente un anno, dopo questo periodo è molto probabile che le parti abbiano perso di elasticità e che la gomma delle lame si sia usurata, di questo sono anche complici i cambiamenti climatici climatici che ogni anno si fanno sempre peggiori.

Strisce o aree del parabrezza non pulite dopo l’azionamento del tergicristalli sono, come sopra detto, segni evidenti che questo accessorio necessita di un intervento. Controllare il tergicristalli è abbastanza semplice e può essere fatto in breve tempo alzando con delicatezza il braccio ed ispezionando il bordo delle lame, che se presenta crepe o segni di usura deve essere sostituito il prima possibile.

Essendo fissato sul parabrezza con delle clip di bloccaggio, la rimozione di questo componente e la sostituzione delle parti usurate è un’operazione che può essere fatta in maniera quasi intuitiva. Occorre comunque sempre prestare la dovuta attenzione, onde evitare di danneggiare il parabrezza o il braccio del tergicristallo con un movimento brusco.

Nel caso si abbiano dei dubbi, su internet, sul proprio libretto d’uso della macchina o anche spesso nella confezione del kit tergicristallo si possono trovare istruzioni precise sui passi da seguire per eseguire questa sostituzione.

Fonti: 

https://www.autoappassionati.it/tergicristalli-cosa-sono-come-funziona/

https://www.pezzidiricambio24.it/ricambios/tergicristalli-49

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie
    Il problema dell’emergenza climatica, sta coinvolgendo il mondo intero non solo incidendo sull’intera economia, con effetti gravi sui bilanci mondiali ma anche in termini di qualità della vita, salute e sicurezza alimentare. Un passo verso... The post Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie appeared first on […]
  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza