Connect with us

Alto Adige

Concorsi Asl: “Fanno programmare le ferie estive e poi indicono i bandi”. Ancora proteste tra i candidati

Pubblicato

-

Dopo le proteste arrivate alla nostra redazione in seguito allo scarso preavviso con il quale l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha indetto il concorso per il quarto livello e per di più in un periodo durante il quale la maggior parte dei candidati e degli stessi dipendenti Asl risultano in ferie, anomalie organizzative emergono per un altro concorso, questa volta riservato al personale dipendente per un posto in “staff per l’assistenza territoriale“.

L’episodio risale al 5 maggio 2019 ed è segnalato dalla bolzanina Stefania Pulcini, dipendente presso il servizio riabilitativo extraospedaliero di via Fago.

Nell’invio della domanda – afferma la dottoressa Pulcini – scrivevo di considerare il problema ferie nella predisposizione della data dei colloqui (essendo obbligatorio programmarle entro marzo). Ma il 15 maggio, come se nulla fosse, viene indicato da parte dell’Ente il giorno 31 maggio 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Il 30 maggio poi, nel pomeriggio, l’Ente comunica che per improvviso impedimento viene posticipato il colloquio al 19 giugno 2019.

Lo stesso giorno, proprio il 30 maggio, comunico che io sono in ferie in quel periodo e chiedo una possibile nuova data per il colloquio”, sottolinea la dottoressa. Ma la mancata risposta alla mail inviata lascia interdetti.

Così l’11 giugno mi vedo costretta a mandare una PEC per cercare di avere una risposta, che arriva solo il 17 giugno (periodo in cui sono già partita per le ferie predisposte proprio su direttiva obbligatoria dell’Azienda sanitaria già dal mese di marzo). Una e-mail in cui mi si NEGA una nuova data possibile“, spiega Pulcini.

Purtroppo ci dispiace comunicarLe che non è possibile concordare una nuova data. Nel posticipo del colloquio la commissione ha comunque rispettato i 15 giorni di preavviso come previsto dal Decreto del Presidente della Provincia n. 40 dell’11 ottobre 2002″, si legge nella nota dell’Azienda sanitaria altoatesina.

Preme sottolineare che parliamo di un bando, quello per il posto riservato allo staff per l’assistenza territoriale, indicato in precedenza come posto destinato all’inserimento nello staff per l’integrazione socio-sanitaria”.

L’annuncio è stato bandito dunque per la seconda volta, dopo che con delibera ne era stato cambiato il nome “e in effetti avevo già partecipato al concorso precedente – afferma Pulcini – in cui tutti candidati erano stati bocciati“.

Che il nome del bando fosse stato modificato lo testimonia la delibera del direttore generale n. 2018-A-000532 del 28  settembre 2018, tramite la quale è stata istituita presso la Direzione tecnico-assistenziale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige la posizione organizzativa “Staff per l’integrazione sociosanitaria”.

Recita il testo della delibera: “Preso atto che in seguito all’avviso per il conferimento dell’incarico per la predetta posizione organizzativa non sono stati trovati candidate e candidati idonei e preso atto che risulta ragionevole cambiare la denominazione della predetta posizione organizzativa in ‘Staff per l’assistenza territoriale’;

preso atto che in seguito all’avviso per il conferimento dell’incarico per la predetta posizione organizzativa non sono stati trovati candidate e candidati idonei;

preso atto che risulta ragionevole cambiare la denominazione della predetta posizione organizzativa in “Staff per l’assistenza territoriale”;

presso atto che i compiti rimangono fondamentalmente gli stessi ma risulta ragionevole adattarli alla nuova denominazione;

si decide per i motivi indicati in premessa, di modificare la delibera del Direttore Generale n. 2018-A- 000532 del 28.09.2018, cambiando la denominazione della posizione organizzativa “Staff per l’integrazione socio-sanitaria” istituita presso la Direzione tecnico-assistenziale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto in “Staff per l’assistenza territoriale”.

Curiosi anche i criteri di valutazione, secondo quanto segnalato dalla dottoressa Stefania Pulcini, tra i quali la richiesta di esprimersi chiaramente in entrambe le lingue italiana e tedesca.

Ma dato che si trattava di una selezione che riguarda i dipendenti interni già con patentino di bilinguismo, il cui possesso non veniva in ogni caso richiesto nella domanda di accesso al bando, che cosa si valutava in questo caso? Forse la capacità comunicativa? Sarà una commissione esperta di valutazione neuro-cognitiva?“, ironizza la dottoressa.

Al di là alle curiosità in merito ai criteri di selezione dei candidati, resta il problema principale, ovvero quello dei bandi di concorso indetti con scarso preavviso e proprio nel periodo estivo in cui la maggior parte dei candidati sono in ferie, tra i quali molti dipendenti dell’Azienda sanitaria stessa, per di più obbligati dai loro capi servizio a prenotare le vacanze estive (previste nei mesi di giugno, luglio ed agosto) già a partire dalla primavera.

Ora, la situazione che si prefigura è che questi, compresa la dottoressa Pulcini, non potranno partecipare se non rinunciando alle meritate ferie e rimettendoci l’eventuale caparra o il costo del volo aereo per chi si sposta con tale mezzo, o la prenotazione di un traghetto con conseguente danno economico e morale.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Recovery Bond, il piano delle emissioni
    Con l’obiettivo di rifinanziare la ripresa degli Stati dell’Unione Europea attraverso il Recovery Fund la Commissione ha collocato sul mercato la prima prima emissione di Recovery Bond, ovvero un debito comune europeo. Cosa sono i... The post Recovery Bond, il piano delle emissioni appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come accedere
    Dopo le ultime correzioni dell’Authority Arera, il primo luglio è pronto a partire il bonus sociale che prevede uno sconto automatico in bolletta di luce, acqua e gas. Cos’è il bonus sociale Il bonus sociale... The post Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come […]
  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza