Connect with us

Val Venosta

Condannato per spaccio, non si era fermato all’alt dei carabinieri: ai domiciliari un 29enne di Tubre

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

I Carabinieri della Stazione di Tubre hanno rintracciato un 29enne del posto, condannato dal Tribunale di Bolzano, a scontare la pena di quasi 4 mesi poiché sorpreso a spacciare droga in Val Venosta.

L’uomo è stato trovato nella propria abitazione e dopo le formalità di rito è stato riaccompagnato a casa per essere destinato agli arresti domiciliari.

I fatti risalgono al luglio del 2017, quando nel corso di un controllo notturno l’allora 27enne, già noto alle forze dell’ordine, a bordo della propria moto  non solo non si era fermato all’alt imposto dalla pattuglia dei Carabinieri, ma aveva provato a fuggire e a far perdere le proprie tracce, rischiando anche di causare un incidente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dal controllo gli erano stati trovati addosso circa 15 grammi di marijuana e dalla successiva perquisizione dell’abitazione, sono stati trovati altri 130 grammi della medesima droga.

All’epoca dei fatti era stato arrestato e la moto sequestrata poiché sprovvista di assicurazione. Ora è arrivata la condanna e dovrà starsene a casa, con l’obbligo di non uscire e di non frequentare altre persone.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Società4 settimane fa

Quindici giovani talenti della ricerca scientifica: workshop interdisciplinare Laimburg-Berlino

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

La prima tappa di “Borgo diVino in tour 2024” fa sosta a Egna con un ricco programma

Archivi

Categorie

più letti