Connect with us

Alto Adige

Contrabbandano 52 tonnellate gasolio al Brennero: due camionisti denunciati dalla Guardia di Finanza

Pubblicato

-

Dopo il recente sequestro di gasolio di contrabbando eseguito nel mese di marzo alla barriera autostradale di Vipiteno, la Guardia di Finanza di Bressanone ha intercettato lungo l’A22, nei pressi dell’area di servizio «Plose Ovest», due autoarticolati provenienti dall’estero carichi di circa 52 tonnellate di olio lubrificante in totale evasione d’imposta.

I militari, insospettiti dalle vistose anomalie contenute nella documentazione fornita dai conducenti (dalla quale si evinceva che il prodotto sarebbe stato scaricato presso un sito di stoccaggio situato in provincia di Salerno, per conto di una società con sede nel napoletano), hanno deciso di approfondire i controlli. Con l’ausilio delle banche dati si è accertato che la società italiana destinataria del prodotto, si occupava di «servizi logistici» e non di commercio di prodotti petroliferi.

Inoltre, il prodotto non risultava scortato dal documento riportante il «Codice Amministrativo di Riscontro» (CAR), previsto obbligatoriamente per la circolazione degli olii lubrificanti.

Pubblicità
Pubblicità

Vista l’impossibilità di individuare con certezza il reale destinatario e quindi il soggetto obbligato al pagamento dell’imposta di consumo, i Finanzieri hanno proceduto al sequestro preventivo del prodotto, delle motrici e dei rimorchi, nonché al sequestro probatorio della documentazione. I due camionisti sono stati denunciati a piede libero per il reato di contrabbando.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza