Connect with us

Politica

Contributi previdenziali per gli artisti in Alto Adige e Trentino, approvata la legge

Pubblicato

-

Dal 2021 gli artisti attivi in regione potranno contare su un contributo annuo di 500 euro ad integrazione dei versamenti previdenziali effettuati in proprio. La legge che istituisce la misura è stata approvata oggi dal Consiglio regionale che ha approvato la proposta licenziata a settembre dalla Giunta. Soddisfatti il presidente della Regione Arno Kompatscher e gli assessori competenti Giuliano Vettorato, Philipp Achammer, Daniel Alfreider, e, per la Regione, Mirko Bisesti, che sottolineano come il positivo esito delle sinergie attuate a livello regionale possa avere benefici per un settore molto penalizzato dalla crisi.

Il settore della cultura è stato uno dei più colpiti dall’inizio della pandemia – sottolinea l’assessore alla cultura italiana Giuliano Vettoratoè importante, anche con questa iniziativa, garantire un piccolo sostegno a tutte le professionalità e alle imprese che gravitano nel mondo dell’intrattenimento. In provincia di Bolzano abbiamo già stanziato delle misure straordinarie in favore degli artisti. Provvedimenti molto importanti, perché siamo consapevoli della necessità di garantire un supporto concreto ad un panorama culturale variegato“.

Gli artisti hanno quasi sempre entrate irregolari e non beneficiano della stessa protezione dei dipendenti quando si tratta di copertura previdenziale. “In paesi come la Germania e l’Austria, i fondi di previdenza sociale degli artisti forniscono questo tipo di assicurazione per la vecchiaia. Purtroppo in Italia non esiste nulla di simile“, spiega l’assessore Philipp Achammer.

Pubblicità
Pubblicità

Nella definizione di artista possono rientrare scrittori, scenografi, attori, pittori, scultori, ma a parte la residenza in regione da almeno due anni, la norma non prevede dei requisiti precisi per poter accedere al contributo e per l’individuazione dei beneficiari si rinvia alla disciplina delle due Province autonome di Bolzano e Trento.

Con questo ulteriore passo, non vogliamo solo garantire un  aiuto finanziario agli artisti in questo momento difficile per la cultura, ma il nostro obiettivo è contribuire ad un’ulteriore professionalizzazione“, sottolinea l’assessore Daniel Alfreider.

Per poter ricevere il contributo di 500 euro l’interessato deve effettuare versamenti a proprio carico nel fondo di previdenza complementare per un importo di almeno 500 euro. La somma non spetta a coloro che sono titolari di pensione diretta. Per la misura è previsto uno stanziamento complessivo da parte della Regione di 500.000 euro.

eb/fgo

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza