Connect with us

Alto Adige

Denunciato un altro camionista con documenti falsi. Per lui più di 4mila euro di multa

Pubblicato

-

Ancora un conducente di camion fermato con documenti falsi in Alto Adige.

Dopo l’episodio della valle Isarco della scorsa settimana è la volta di Vipiteno, dove durante un controllo di rito una pattuglia della Polizia stradale ha fermato un autotrasportatore di origine indiana ma con cittadinanza italiana.

Il complesso del veicolo, composto da motrice e semirimorchio olandesi, viaggiava con licenza comunitaria falsa, utile al  trasporto merci in conto terzi. Un titolo commerciale necessario per l’esecuzione del trasporto.

Pubblicità
Pubblicità

Immediata per il guidatore è scattata la denuncia con 4.130,00 euro, il ritiro dei documenti di circolazione e il sequestro del veicolo.

Gli è stata inoltre contestata una sanzione per eccesso di velocità con decurtazione di 3 punti dalla patente.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Adige

Caldaro: arrestato 71enne svizzero ricercato in Europa

Pubblicato

-

Anche nel periodo di Pasqua l’Alto Adige è una meta preferita per numerosi turisti provenienti da tutte le parti del mondo.

L’afflusso turistico viene costantemente monitorato dalle Forze di Polizia, soprattutto attraverso un minuzioso controllo delle schedine alloggiati.

Ieri (23 aprile) nel corso di alcune verifiche gli agenti hanno individuato un cittadino elvetico di 71 anni, che aveva preso alloggio in una nota struttura ricettiva nei pressi del lago di Caldaro.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo risultava destinatario di un mandato di arresto europeo per il reato di truffa aggravata, provvedimento emesso dalle Autorità austriache.

Il cittadino svizzero è stato quindi portato in carcere e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria la quale dovrà deciderete la sua estradizione verso l’Austria.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Adige

New Plan: arriva il nuovo sistema informativo unitario per i Comuni

Pubblicato

-

Grazie al nuovo sistema informativo geografico unitario NewPlan viene resa possibile la gestione uniforme e integrata in un unico sistema dei piani urbanistici e dei piani paesaggistici dei 116 comuni altoatesini.

Il nuovo sistema è stato sviluppato sotto la direzione del Servizio cartografia provinciale e coordinamento geodati della Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo territoriale. Finora per la loro gestione erano stati utilizzati due differenti sistemi, ormai obsoleti dal punto di vista tecnologico.

L’armonizzazione dei piani urbanistici e paesaggistici dei primi 12 comuni è stata approvata in via definitiva dalla Giunta provinciale agli inizi di aprile. I comuni sono quelli di Andriano, Avelengo, Bronzolo, Caines, Curon Venosta, Naz-Sciaves, San Pancrazio, Terento, Termeno, Varna Castelbello-Ciardes e Cermes.

Pubblicità
Pubblicità

Entro la fine del 2019 a questi comuni seguiranno via via tutti gli altri. L’armonizzazione dei due strumenti riveste grande importanza in vista della nuova gestione territoriale connessa alla legge paesaggio e territorio, la cui entrata in vigore è prevista per il 2020.

L’armonizzazione costituisce un grande sostegno per le amministrazioni comunali per l’applicazione della nuova normativa urbanistica: grazie all’unitarietà di gestione dei piani viene semplificata e resa più precisa per la politica e per i cittadini la comprensione della strutturazione del territorio“, sostiene l’assessora Maria Hochgruber Kuenzer facendo presente la possibilità per i cittadini di visionare online i piani sia singolarmente che sovrapposti.

Siamo riusciti a mettere a sistema in modo ottimale tutti i criteri armonizzando i piani, tanto che ora ogni singola superficie può essere descritta interamente nel nuovo sistema NewPlan“, afferma Giorgio Zanvettor, coordinatore del Servizio cartografia provinciale e coordinamento geodati. L’armonizzazione non ha comportato, però, modifiche di contenuto rispetto alla volontà programmatoria dei Comuni, precisa il tecnico.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Adige

Cade durante una gita sul Monte Piana: è grave

Pubblicato

-

Brutto incidente oggi (23 aprile) sui pendii del Monte Piana, nella zona di Carbonin, vicino a Dobbiaco in Alta Val Pusteria dove una persona è precipitata da una zona impervia riportando gravi ferite.

Sul posto, oltre a una squadra del soccorso alpino e ai carabinieri, anche l’elicottero Pelikan 2 che ha trasportato il ferito prima all’ospedale di Brunico e poi a quello di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza