Connect with us

Alto Adige

Energia da fonti rinnovabili, respinti dal Ministero i tre punti altoatesini

Pubblicato

-

Modificare alcuni punti del decreto FER1 riferito all’incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ritenuti importanti al fine di garantire la sostenibilità ambientale ed economica degli impianti situati in territorio altoatesino.

Questo l’obiettivo della Provincia di Bolzano ribadito nel corso della seduta della Commissione energia della Conferenza Stato-Regioni tenutosi nei giorni scorsi in videoconferenza.

L’assessore provinciale all’energia Richard Theiner, ha ribadito le richieste formulate in sede di coordinamento tecnico ed ha espresso nuovamente le proprie perplessità in merito ai 3 punti d’interesse altoatesino non accolti dal Ministero per lo sviluppo economico.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta dell’accesso diretto a incentivi fino a 250 KW di potenza, dell’aumento della soglia di accesso alla tariffa omnicomprensiva da 100 a 250 KW e della rettifica verso l’alto delle tariffe incentivanti per l’idroelettrico.

Come riferito nel corso della videoconferenza, nel testo del decreto restituito dal MISE dopo l’incontro tecnico è stato parzialmente accolto solo il secondo punto proposto dall’Alto Adige, ovvero l’aumento della soglia dell’accesso alla tariffa omnicomprensiva da 100 a 250 KW, mentre gli altri due non sono stati accettati.

Le proposte altoatesine riformulate dall’assessore Theiner a livello politico non sono state sostenute dai rappresentanti delle altre Regioni e Province.

Alla conferenza hanno partecipato i rappresentanti della Provincia di Trento, del Friuli Venezia Giulia, del Veneto, Valle d’Aosta, Puglia, Lombardia, Umbria, Piemonte, Sardegna e Toscana.

Le preoccupazioni di Theiner

L’assessore Theiner ha espresso “preoccupazione per la posizione di chiusura negativa del governo nei confronti dell’idroelettrico, settore di assoluto rilievo per le regioni dell’arco alpino” e, a seguito del non accoglimento delle citate richieste, ha espresso perplessità e riserva in merito all’orientamento scelto dalla Conferenza Unificata.

Tali punti – prosegue l’assessore – dovranno essere nuovamente riproposti e discussi separatamente nel corso del prossimo incontro“.

La discussione proseguirà nella seduta della Conferenza Stato Regioni che si terrà nei prossimi giorni.

L’assessore auspica, inoltre, che “nella redazione del prossimo decreto FER siano coinvolti fin dal principio le Regioni e gli operatori di settore, in modo da portare avanti anche le esigenze del mondo idroelettrico, che in Provincia di Bolzano ricopre un ruolo fondamentale sia dal punto di vista economico che sociale“.

Il decreto FER1

Il decreto FER1 fonti energetiche rinnovabili prevede il sostegno allo sviluppo della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili con 7 bandi per il meccanismo di asta al ribasso e 7 bandi per i registri nel periodo 2019-2021, mentre non è previsto accesso diretto.

Ai meccanismi di incentivazione tramite asta accedono i grandi impianti di potenza superiore a 1 Megawatt. Gli impianti di potenza inferiore a 1 MW, invece, accedono tramite appositi registri.

Questa procedura si riferisce sia agli impianti di nuova costruzione di potenza inferiore a 1 Megawatt, che al loro potenziamento, qualora la differenza fra il valore della potenza dopo l’intervento e quello della potenza prima dell’intervento sia inferiore a 1 MW, nonché gli impianti oggetto di rifacimento di potenza inferiore a 1 MW.

Il decreto segue la Comunicazione della Commissione europea che disciplina gli aiuti di Stato a favore dell’ambiente e dell’energia 2014-2020 che indica le condizioni alle quali tali aiuti possano essere considerati compatibili con il mercato interno alla UE.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Bonus casalinghe 2021: un’opportunità per una scelta più libera e consapevole
    Il Bonus Casalinghe 2021 istituito nel Decreto Agosto 2020 risulta ancora fermo a causa della mancanza di un Decreto attuativo del Ministero delle Pari opportunità e la Famiglia che regoli i 3 milioni messi disposizione... The post Bonus casalinghe 2021: un’opportunità per una scelta più libera e consapevole appeared first on Benessere Economico.
  • Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo: un’opportunità per le imprese italiane
    L’Istituto offre interessanti opportunità anche per le imprese italiane, permettendo di ossigenare molti bilanci aziendali. La BERS, la Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo è un’ente ancora poco conosciuto soprattutto in Italia anche se... The post Banca per la Ricostruzione e lo Sviluppo: un’opportunità per le imprese italiane appeared first on Benessere Economico.
  • Il Regno Unito tutela le aziende assicurate: le polizze pagano danni per interruzione attività
    Dopo numerose controversie legali, nel Regno Unito saranno circa 370 mila le aziende che, avendo stipulato un’assicurazione potrebbero ricevere rimborso per l’interruzione di attività. In tutta Europa, i provvedimenti emanati per il contenimento della pandemia... The post Il Regno Unito tutela le aziende assicurate: le polizze pagano danni per interruzione attività appeared first on Benessere […]
  • “Nuove imprese a tasso zero”: agevolazioni e contributi a donne e giovani
    Il Ministero dello Sviluppo Economico sosterrà giovani e donne che vogliono avviare nuove imprese, attraverso finanziamenti agevolati a tasso zero. Recentemente è stata pubblicata la circolare dello stesso Ministero che definisce i termini e le... The post “Nuove imprese a tasso zero”: agevolazioni e contributi a donne e giovani appeared first on Benessere Economico.
  • Trasformare l’azienda in Società Benefit per migliorare appeal commerciale
    La recente situazione pandemica sta avendo un impatto travolgente sui mercati e sull’economia generale, mettendo in discussione il ruolo stesso dell’azienda che dovrà necessariamente evolversi per assecondare nuove variabili. L’attuale situazione economica: In questo contesto,... The post Trasformare l’azienda in Società Benefit per migliorare appeal commerciale appeared first on Benessere Economico.
  • WORKATION – Lavoro vista mare o monti
    Il nuovo trend che interessa anche gli operatori del ricettivo Mare, montagne, lago, acqua, natura. Chi non sogna di lavorare stando in vacanza? Pensate ad una riunione vista Dolomiti, ad una pausa pranzo in un... The post WORKATION – Lavoro vista mare o monti appeared first on Benessere Economico.
  • I FIL GOOD – Alla ricerca della Felicità Interna Lorda, il paradigma del futuro
    Che i soldi non facciano la felicità è probabilmente vero, ma è altrettanto inconfutabile che siano un potente rilassante. Nel nostro mondo dominato dalla cultura capitalistica, il denaro è diventato una pietra angolare della struttura... The post I FIL GOOD – Alla ricerca della Felicità Interna Lorda, il paradigma del futuro appeared first on Benessere […]
  • Vaccinazioni sui luoghi di lavoro: cosa prevede il Protocollo
    Le registrazioni nei corridoi, i box per le somministrazioni nelle sale riunioni: il protocollo firmato al Ministero del Lavoro da Confidustria e organizzazioni sindacali declina le possibilità del vaccino sui luoghi di lavoro. Il documento... The post Vaccinazioni sui luoghi di lavoro: cosa prevede il Protocollo appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus cultura 2021: 500 euro a tutti i neo 18enni, come funziona
    Anche per quest’anno è stato confermato il bonus cultura di 500 euro per tutti i neo 18enni nati nel 2002, ed erogato dallo Stato per l’acquisto di musica, corsi online, libri ed altre attività culturali.... The post Bonus cultura 2021: 500 euro a tutti i neo 18enni, come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • FMI: “ tassare redditi alti e grandi patrimoni per sostenere ripresa economica”
    Il Fondo Monetario Internazionale propone la sua ricetta per aiutare i Paesi da uscire dalla crisi economica, suggerendo una tassa di solidarietà per finanziare le spese e i sostegni necessari a combattere la crisi. All’interno... The post FMI: “ tassare redditi alti e grandi patrimoni per sostenere ripresa economica” appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza