Connect with us

Italia ed estero

Escort Advisor: in Italia ci sono più escort che infermieri. Il nostro Paese quinto in Europa

Pubblicato

-


Lo scorso 2 giugno si è celebrato l’International Sex Workers’ Day, la Giornata Internazionale dei e delle Sex Workers che operano nel mondo. Una ricorrenza celebrata anche in Italia, Paese che conta almeno 120.000 professioniste del sesso secondo una ricerca di Escort Advisor, il sito di recensioni di escort più visitato in Europa con oltre 3 milioni di utenti unici mensili solo in Italia.

Lo status lavorativo delle escort è paragonabile a quello dei liberi professionisti. Se esistesse un ordine professionale, sarebbe il quarto gruppo di lavoratori indipendenti più numeroso in Italia, alle spalle di medici ed odontoiatri (366.084), avvocati (243.233), ingegneri e architetti (168.851); ma prima di farmacisti (98.770), geometri (84.202), commercialisti (68.552), psicologi (61.068) e infermieri (73.569).

Le escort tra i lavoratori indipendenti. Il confronto con le altre professioni

Pubblicità
Pubblicità

In Italia la prostituzione è legale, ma non esiste una legislazione tale da poter regolamentare il settore con contratti, riconoscimento del libero professionismo, sindacati, previdenza sociale. Esistono solo associazioni che liberamente portano avanti la battaglia per i diritti delle sex workers e per il riconoscimento professionale. Nonostante i numeri del settore, si è ancora lontani dalla possibilità di una regolamentazione:

In Italia sono oltre 20 milioni i clienti del sesso a pagamento, ma è radicato nella nostra società che la prostituzione sia inevitabilmente legata allo sfruttamento. Non si crede possibile la consapevole e razionale scelta di utilizzare il proprio corpo liberamente per lavorare e guadagnare attraverso il sesso – spiega Mike Morra, fondatore di Escort Advisor – le sex workers potrebbero versare le tasse, ma senza avere nulla in cambio, vista l’attuale normativa. E’ un dato di fatto che nei Paesi in cui la prostituzione è legale e regolamentata i tassi di crimini e pericoli legati ad essa siano nettamente inferiori sia per le escort sia per i clienti, come in Germania o in Svizzera. Dove invece le sex workers vengono criminalizzate vige il Far West, come negli Stati Uniti.

Non è facile ottenere il numero preciso di escort che lavorano in Europa. Il motivo principale è la mancanza di una legislazione che regolamenti il settore e quindi contare quante siano le operatrici del sesso è difficile. Non a caso, i dati più completi arrivano da Germania, Spagna, Turchia e altri stati che hanno delle Camere di Commercio e sindacati dedicati. In Italia, invece, Escort Advisor riesce a darne “un censimento” grazie al proprio motore di ricerca che indicizza gli annunci pubblicati sui principali siti di escort in Italia per poter verificare i numeri recensiti dai propri utenti“.

Germania e Spagna sono gli Stati europei che hanno il maggior numero di escort. Sono 400.000 le sex workers presenti nei due Paesi, numeri confermati da Escort Advisor che con il suo motore di ricerca è attivo anche in Germania e in Spagna. Qui, oltre ad una legislazione che regolamenta retribuzione e tutela la salute, ci sono anche dei sindacati dedicati. Segue la Turchia con 145.000 escort, che beneficiano di una Camera di Commercio di categoria. L’Italia è quarta con 120.000 escort, dove la prostituzione è legale ma non regolamentata. Sotto quota cento ci sono l’Ucraina con 50.000, la Francia con 30.000, il Portogallo con 28.000, mentre i Paesi Bassi ne contano 25.000.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come accedere
    Dopo le ultime correzioni dell’Authority Arera, il primo luglio è pronto a partire il bonus sociale che prevede uno sconto automatico in bolletta di luce, acqua e gas. Cos’è il bonus sociale Il bonus sociale... The post Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come […]
  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza