Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Immigrazione: sono 48mila gli stranieri in Alto Adige

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

A livello mondiale una persona su 30 può essere considerata un migrante.

Il dato emerge dal Dossier statistico immigrazione 2018 presentato oggi (25 ottobre) a Bolzano.

Il dossier viene redatto ogni anno dal Centro studi e ricerche IDOS su incarico dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali ed è giunto quest’anno alla sua edizione numero 28.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

A presentare il dossier sono stati Matthias Oberbacher dell’Osservatorio per l’integrazione, coautore del capitolo relativo all’Alto Adige, e da Federica Dalla Pria della Fondazione Alexander Langer.

Complessivamente, nel 2017, 258 milioni di persone possono essere identificate come migranti, ossia il 3,4% della popolazione mondiale. Secondo l’Istat in Italia vivono 5.144.000 cittadini stranieri, pari all’8,5% della popolazione nazionale.

In Alto Adige la quota di stranieri è leggermente più elevata e si attesta al 9,1%, pari a 48.018 persone in valore assoluto.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige: immigrazione in aumento dai paesi UE

Rispetto alle regioni vicine, l’Alto Adige si attesta su valori medi. In Trentino la quota di migranti sul totale della popolazione si attesta all’8,7%, mentre in Tirolo tale percentuale si attesta al 15,5%.

Gli stranieri residenti in Alto Adige provengono da 139 nazioni diverse, suddivisi fra paesi UE (un terzo del totale), paesi europei non UE (un ulteriore terzo) e resto del mondo (il rimanente terzo).

Rispetto alle provenienze dei cittadini migranti dell’Alto Adige, oltre 1 su 10 (11,1%) viene dall’Albania. Seguono come paesi di provenienza: Germania (9,2%), Marocco (7,0 %), Pakistan (7,0%) e Romania (6,6%). Oltre due terzi (70,6 %) dei cittadini stranieri residenti in Alto Adige vivono in Italia da oltre 10 anni.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’età media degli immigrati residenti in Alto Adige è di 35,2 anni, la maggior parte di loro è donna (52,8%, a fronte di un 47,2% di uomini) e lavora nel settore dei servizi.

Lo stipendio medio si attesta sui 1.192 euro al mese, mentre un cittadino italiano residente in Alto Adige guadagna in media 1.465 euro.

La percentuale più elevata di stranieri sul totale della popolazione si registra a Fortezza con il 25,3%. Seguono Salorno (21,1%), Ponte Gardena (18,1%) e Brennero (16,3%).

La maggioranza della popolazione migrante altoatesina risiede a Bolzano: parliamo di 15.161 persone, pari al 14,1 % della popolazione cittadina.

Tale valore risulta più elevato a Merano, dove la quota di cittadini stranieri si attesta al 16,2% della popolazione cittadina con 6.570 stranieri residenti.

In confronto all’anno precedente, nel 2017 si sono registrati sia un saldo demografico naturale (+ 614) che migratorio positivi: 3.436 immigrati a fronte di 827 emigranti.

Nel 2016 il saldo migratorio era invece ancora negativo. Complessivamente 9.455 bambini provenienti da famiglie migranti svolgono una formazione in Alto Adige.

Si nota però che con l’aumentare del livello formativo il numero di frequentanti stranieri diminuisce.

Se alle scuole d’infanzia la percentuale di bambini stranieri si attesta al 13,9% (11,3% negli asili di lingua tedesca, 23,9% negli asili di lingua italiana, 5,9% in quelli di lingua ladina), questa cala al 12,3% alle elementari (8,8 % tedesche, 24,8 % italiane, 5,9 % ladine), al 10,7% alle scuole medie (7,1 % tedesche, 22,7 % italiane, 4,6 % ladine) fino all’8,2% registrato nelle scuole secondarie di secondo livello (4,5 % tedesche, 17 % italiane, 2,5 % ladine).

Italia: stabili i migranti, calano i profughi

Al contrario di quanto comunemente si creda, il numero degli stranieri in Italia dal 2013 a oggi è rimasto stabile a quota 5 milioni, mentre cresce la percentuale sul totale, a causa del calo registrato fra la popolazione italiana che invecchia costantemente.

Nel 2017 erano 5.144.000 i cittadini stranieri residenti in Italia, pari all‘8,5% della popolazione nazionale.

Fra loro 3,7 milioni provengono da Paesi non Ue. Complessivamente sono state 119.310 le persone giunte in Italia come profughi. Il valore fa registrare un significativo calo, che continuerà anche quest’anno.

Nel 2016 i profughi erano stati 181.346, mentre nel 2017 erano stati 119.310. Nello stesso anno, fra gennaio e settembre sono stati addirittura “solamente” 21.041.

Nel caso dei profughi nel 2017 complessivamente 15.779 sono stati minori non accompagnati: fra gennaio e luglio 2018 gli arrivi sono stati 2.896.

Quanto alla provenienza dei cittadini italiani di origine straniera emerge che oltre il 50% proviene da paesi del continente europeo (di cui il 30,4% da paesi UE), specialmente dalla Romania(23,1%), Albania (8,6 %) e Marocco (8,1 %).

La percentuale di popolazione stranieri è maggiore in Lombardia (22,9%).

Seguono le regioni Lazio (13,5%) ed Emilia Romagna (10,6%). Anche in Alto Adige, come nel resto d’Italia, l’età media della popolazione, in maggioranza femminile, si attesta fra i 30 e i 44 anni.

Ulteriori informazioni e numeri sull’immigrazione in Alto Adige e in Italia si possono consultare del Dossier statistico immigrazione 2018 che può essere richiesto sull’homepage dell’editore, e nei file allegati.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Laives4 ore fa

Violento schianto auto-furgone sulla Strada del Brennero: gravi due persone

Alto Adige8 ore fa

Per essere ammessi all’esame di maturità è necessario aver svolto un periodo di alternanza scuola lavoro

Vita & Famiglia8 ore fa

Giornata aborto sicuro. Pro Vita Famiglia: «Di sicuro solo la morte di un bambino. Necessario aiutare donne e nascituri»

Bolzano10 ore fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige10 ore fa

Abitare nella terza età, simposio a Bolzano

Eventi11 ore fa

«The In – The Out»: sabato a Salorno la sfilata che mette al centro le storie delle persone

Val Pusteria13 ore fa

Trattore in fiamme a San Lorenzo di Sebato: decisivo l’intervento dei vigili del fuoco

Bolzano14 ore fa

Bolzano, la aspetta sotto casa e tenta di violentarla: le urla mettono in fuga l’aggressore

Alto Adige14 ore fa

Nell’estate del 2022 quasi 7000 giovani, tra i 15 e i 19 anni, hanno svolto un tirocinio

Alto Adige15 ore fa

Coronavirus: un decesso,12 casi positivi da PCR e 567 test antigenici positivi

Politica15 ore fa

Proseguono gli accordi tra Stato e Provincia per attuare il trasferimento delle aree militari dismesse

Alto Adige15 ore fa

Lago di Resia, bimbo di 5 anni cade dalla bici: elitrasportato all’ospedale di Bolzano

Bolzano16 ore fa

Caso Neumair, parla l’ultimo testimone: “Laura faceva preferenze tra i figli, Benno di serie B”

Politica17 ore fa

Commissione speciale stipendi dei politici: il presidente Vettori si è dimesso

Politica1 giorno fa

Suedtirol sprezzante verso Fratelli d’Italia. Urzì (FdI): risponde ormai agli ordini di Kompatscher

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, crolla un albero secolare nel centro città: un ferito in ospedale – L’IMPRESSIONANTE VIDEO

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives2 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria3 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Incendi in Alto Adige, convalidato l’arresto del presunto piromane: il 21 enne ha fatto scena muta

Alto Adige4 settimane fa

Percorre la corsia telepass in contromano al casello di Bolzano sud, fermato dalla Polizia Stradale

Archivi

Categorie

di tendenza