Connect with us

Laives

Laives: sabato la Festa della mela con lo strudel da 100 metri

Pubblicato

-

Il tempo incerto previsto per sabato ha costretto l’associazione turistica di Laives a rivedere il programma della Festa della mela.

La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, non si terrà infatti come previsto lungo via Kennedy, dove avrebbe dovuto essere “apparecchiato” uno strudel lungo 200 metri preparato dalla ditta Pan.

Se non pioverà, la tavolata (ridotta però a cento metri) sarà allestita lungo via Pietralba, con il taglio inaugurale in programma alle 10.30 davanti al municipio.

Pubblicità
Pubblicità

In caso di pioggia, invece, la festa si sposterà sotto il tendone del Pfarrheim. Il ricavato della vendita delle porzioni di strudel andrà alle associazioni che hanno contribuito all’organizzazione della festa.

Il nostro obiettivo – spiega Dieter Frasnelli, presidente dell’associazione turistica Laives-Bronzolo-Vadena – è di valorizzare il tema della mela, frutto da sempre molto importante per la nostra città, dove operano diverse aziende leader mondiali del settore“.

La festa ha il sostegno dell’amministrazione comunale, con il sindaco di Laives Christian Bianchi che sottolinea l’importanza dell’iniziativa.

Quella lanciata due anni fa, è stata un’idea molto interessante. Laives infatti è già molto conosciuta per diverse altri eventi, come il carnevale, il teatro o i venerdì lunghi. L’associazione turistica ha avuto il merito di inventare qualcosa che caratterizza la città, senza sovrapporsi agli altri eventi, richiamando una delle attività più importanti per la nostra città. Una festa che con il tempo può davvero diventare un elemento caratterizzante di Laives“.

Il vicesindaco Giovanni Seppi sottolinea l’importanza dell’associazione turistica nel marketing cittadino.

Non posso che ringraziare l’associazione turistica per le sinergie che riesce sempre a creare, rivelandosi un partner prezioso in diversi campi. Svolge infatti un ruolo chiave per lo sviluppo della città e per la promozione del marketing cittadino. La Festa della mela è importante anche perché vede la partecipazione di numerose associazioni e anche di aziende leader in ambito europeo come la Pan, impresa che riveste un ruolo importante sia occupazionale che economico per la nostra città“.

Alla festa parteciperanno anche le scuole cittadine – sottolinea l’assessora Claudia Furlanivisto che saranno esposti dei disegni sul tema della mela realizzati dai bambini“.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

“Il colore limite fisico della pittura”: a Laives il 27 settembre la mostra di Aldo Schmid

Pubblicato

-

Venerdì 27 settembre alle 18:00 inaugura alla Sala Espositiva di Via Pietralba di Laives la mostra dedicata al maestro trentino Aldo Schmid, a cura di Giovanna Nicoletti.

L’esposizione, dal titolo “Aldo Schmid. Il colore limite fisico della pittura“, rimarrà aperta al pubblico fino al 13 ottobre 2019.

L’ambiente minimal delle salette di via Pietralba mette in gran risalto la straordinaria bellezza delle opere esposte. […] Vi sono artisti che appartengono ad una epoca ed artisti che sfidano il tempo: tra quest’ultimi va annoverato Aldo Schmid la cui attualità artistica si rinnova di continuo”, afferma l’Assessore alla Cultura Raimondo Pusateri, che ha fortemente voluto portare a Laives questa mostra di alto livello.

Pubblicità
Pubblicità

Protagoniste dell’esposizione  sono le opere di Aldo Schmid, (1935 -1978) riconosciuto come uno degli artisti più influenti degli anni ’60 in Trentino Alto Adige, esponente di spicco – assieme ad altri artisti – del movimento “Astrazione Oggettiva”. Ed “è con orgoglio – come sottolinea il Presidente Giorgio Cattelan – che l’Associazione “lasecondaluna” presenta questa mostra alla cittadinanza.

L’evento è reso possibile grazie alla signora Grazia Corradini Schmid per le opere e alla Dr.ssa Giovanna Nicoletti preziosa ed autorevole curatrice della mostra. Il problema della percezione diventa il centro della sua ricerca.

Il pigmento è energia fisica, è “espansione dialettica”, capace di definire il campo visivo sul quale l’artista e l’osservatore intervengono.

Ed ancora: l’arte è intesa come esperienza totale della realtà. L’artista non rappresenta una sensazione emotiva ma una reazione fisica: il colore è creato dalla luce e la percezione del colore è un dato reale. Il colore è energia fisica (espansione dialettica) che mette in luce il campo visivo nel quale interviene.

Nelle sue opere il colore diventa materia che, come sosteneva Goethe a partire dagli opposti, nasce dal contrasto tra bianco e nero. Nel 1978 il suo percorso artistico è prematuramente e tragicamente interrotto lasciando le sue ultime opere come testimonianza della possibilità di trascendere il colore, nelle sue tensioni, come limite fisico della pittura.

L’esposizione, ad ingresso libero, è un’iniziativa dell’Associazione culturale lasecondaluna, con il contributo di: Comune di Laives, Provincia Autonoma di Bolzano, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e Comunità Comprensoriale Oltradige Bassa Atesina.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Laives

Laives, 90 anni di attività per gli Alpini: la due giorni di festa il 21 e 22 settembre

Pubblicato

-

Il gruppo alpini di Laives spegne 90 candeline. E lo fa regalandosi (e regalando a tutta la città) una festa di compleanno di due giorni, in programma sabato 21 e domenica 22 settembre.

La giornata di sabato – ha spiegato il capogruppo Igino Vettorato illustrando la manifestazione nel corso di una conferenza stampa in municipio alla presenza della giunta comunale e di una folta delegazione di penne nere – sarà rivolta soprattutto alla cittadinanza, con una mostra storico/fotografica, una camminata alpina per le vie di Laives, il pranzo sotto il tendone del Pfarrheim, i concerti della Musikkapelle e del Coro Monti Pallidi, la cena alpina e poi ancora con musica anni ‘60.

Domenica invece sarà il giorno delle cerimonie ufficiali, con l’alzabandiera davanti al municipio, la sfilata con la fanfara, la messa, la consegna delle onorificenze e con l’inaugurazione di un bassorilievo in ferro battuto raffigurante le Tre Cime di Lavaredo sul muro del cimitero di via Pietralba”.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco di Laives Christian Bianchi ha sottolineato il grande ruolo sociale del gruppo alpini per la città di Laives.

Saranno due giorni importanti per gli alpini e per tutta la nostra città. Due giorni in cui si celebra la storia di questa gruppo che è sicuramente una delle associazioni più significative sul nostro territorio”.

Il vicesindaco Seppi ha voluto ringraziare il gruppo alpini “perchè fa vedere tutti i giorni cosa dovrebbe fare un’associazione per la propria comunità. Siete molto attivi nelle scuole, con i bambini, con gli anziani. L’alpino non è solo un militare, ma una presenza molto ben inserita in tutto il tessuto sociale“.

Infine l’assessora Claudia Furlani ha voluto ringraziare anche le donne alpine, la cui presenza è sempre molto preziosa e di sostegno in tutte le attività del gruppo che attualmente conta circa 120 iscritti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Laives

Laives, il sindaco ha incontrato il nuovo comandante del battaglione Carabinieri

Pubblicato

-

Questa mattina il sindaco di Laives Christian Bianchi ha ricevuto il nuovo comandante del battaglione Carabinieri di Laives, il tenente colonnello Andrea Siazzu, che assumerà il comando il 30 settembre, e il comandante uscente colonnello Nicola Bianchi, destinato al comando provinciale dei carabinieri di Vicenza.

Accompagnati da rappresentanti dell’associazione nazionale carabinieri in congedo, è stata una piacevole occasione per parlare della città e del rapporto importante con il battaglione, presente sul territorio da tantissimo tempo.

Ho avuto modo di ringraziare il comandante uscente per l’ottima collaborazione che ha avuto nei confronti della nostra amministrazione e gli ho augurato i migliori successi futuri per i prossimi incarichi che andrà a svolgere”, ha detto Bianchi.

Pubblicità
Pubblicità

Attualmente il comandante di reggimento colonnello Facciorussso è impegnato in attività all’estero e quindi il comandante di battaglione lo sostituisce.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza