Connect with us

Bolzano

Noi per l’Alto Adige: raccolta firme per abrogare la legge 30 che cancella il nome Alto Adige

Pubblicato

-

Nella consueta riunione del lunedì il coordinamento provinciale di NOI per l’Alto Adige ha stabilito di intraprendere l’iter previsto dalla legge provinciale per istituire una raccolta firme per un referendum abrogativo del disegno di legge n.30/19-XVI di iniziativa giuntale circa le “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Provincia autonoma di Bolzano derivanti dall‘appartenenza dell’Italia all’Unione europea”  approvata dal Consiglio Provinciale, che al comma 1 sostituisce la parola ”altoatesino’‘ con: ”della provincia di Bolzano” e al comma 2 di cambia ”Alto Adige” con ”provincia di Bolzano”.

La decisione della Svp di modificare in tempi rapidi il testo di legge per il ripristino dei termini “Alto Adige” e “altoatesino” a livello europeo sarà decisiva per capire se indire alla fine tale referendum o meno, ma la proposta c’è.

La nostra proposta  – -affermano gli esponenti del partito – nasce non da una necessità di ribadire una nomenclatura che non ha più ragione di essere variata, ma soprattutto nel chiedere rispetto per una parte della popolazione dell’Alto Adige/Suedtirol che è, non solo formalmente, ma anche effettivamente sottorappresentata dal punto di vista della rappresentanza politica e nei processi decisionali fondamentali di questa terra, di cui questo fatto ne è semplicemente una dimostrazione“.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza