Connect with us

Salute

Paura del dentista? No grazie!

Pubblicato

-

Essere dentisti non significa solo curare denti, ma anche prendersi cura delle persone in un particolare stato emotivo, con i loro problemi di salute generale e psicologici.

Infatti ancora oggi, una notevole percentuale di pazienti manifesta preoccupazione ed ansia durante la seduta odontoiatrica. Per questo abbiamo sviluppato l’aspetto psicologico-comunicazionale come uno dei suoi principi fondamentali.

Cerchiamo di mettere a loro agio le persone, prima ancora di trattare il dente.

Anch’io ogni tanto sono un paziente e capisco cosa significhi stare seduto a bocca spalancata in una posizione del tutto innaturale, pertanto periodicamente affronto questi temi durante i meeting con il personale in modo da immedesimarci tutti nel paziente, nelle sue sensazioni, cercando così di calibrare la comunicazione più corretta.

Nel nostro studio dentistico Dental First cerchiamo di adottare metodiche per rilassare i pazienti, tra cui la Sedazione Cosciente con Protossido d’Azoto.

Una metodica assolutamente senza alcuna controindicazione che permette di affrontare la seduta in modo molto più sereno ma che da sola può poco, in quanto va inserita in un protocollo operativo più ampio che parte dall’empatia e dal rapporto fiduciario medico-paziente (pilastro di ogni successo terapeutico) a cui si aggiungono l’ambiente curato e rilassante, la musicoterapia, l’utilizzo di video-occhiali e dell’anestesia elettronica.

A tutto questo si aggiunge una corretta programmazione degli appuntamenti, con tempi adeguati, in modo che il paziente sia sempre al centro dell’attenzione del Medico e del personale paramedico.

Dott. Giuseppe Radaelli – Direttore Sanitario

Specialista in Odontostomatologia

Specialista in Ortognatodonzia

Università di Milano

Info & Appuntamenti nello studio dentistico Dental First – Quality Dentist a Bolzano. T. 0471 051 080. Via Negrelli, 4 – 39100 BZ  https://www.dentalfirst.it/it/

 

Continua a leggere

Salute

Welfare complementare, si studiano nuovi progetti

Pubblicato

-

La Giunta regionale, su proposta del presidente Arno Kompatscher, ha approvato un disegno di legge che assegna a Pensplan Centrum – per gli anni 2019 e 2020 – le risorse necessarie a realizzare studi di fattibilità allo scopo di sviluppare nuovi progetti, in stretta collaborazione con le due Province di Bolzano e Trento, nell’ambito della non autosufficienza e dell’educazione finanziaria.

I risultati finora raggiunti ci rendono molto orgogliosi – dichiara il presidente Arno Kompatscher – e sono frutto delle scelte lungimiranti grazie alle quali la Regione ha potuto esercitare un ruolo di straordinaria importanza in un settore molto delicato.

È però nostro dovere continuare a migliorare e valorizzare gli strumenti che l’autonomia ci mette a disposizione: per garantire un orizzonte positivo alla nostra popolazione, e per sostenere le fasce più deboli, riteniamo necessario promuovere percorsi di sensibilizzazione e formazione anche in tema di educazione finanziaria, nonché introdurre strumenti innovativi e complementari di sostegno nell’ambito della non autosufficienza“.

Un cittadino su due iscritto alla previdenza complementare

I cambiamenti sociali e demografici, l’aumento delle aspettative di vita, la rilevante spesa pensionistica e il calo delle risorse pubbliche rende sempre più urgente e necessario per ciascun cittadino pensare (anche a livello individuale) a come garantirsi un adeguato tenore di vita dopo il pensionamento.

Sulla base di questi presupposti, già nel 1997, il legislatore regionale decise di istituire il progetto Pensplan, volto a sostenere ed incentivare l’attivazione da parte dei cittadini di forme di previdenza complementare.

Tale sostegno si concretizza in un aiuto economico nella attivazione di una pensione complementare, nonché tramite azioni di sensibilizzazione, formazione e informazione sull’intero territorio al fine di diffondere la cultura previdenziale.

Anche grazie a ciò, un lavoratore su due in Regione è iscritto ad una forma di previdenza complementare, a differenza del resto del Paese ove il tasso di adesione complessivo è pari al 30%.

Siamo orgogliosi dei risultati – dichiara Laura Costa, Presidente di Pensplan Centrum – ma resta alto il bisogno di diffondere una cultura del risparmio individuale non solo per la propria vecchiaia, ma anche per far fronte alle diverse esigenze durante il ciclo di vita personale e familiare. Ciò vale in particolare per le fasce più vulnerabili della popolazione, come le donne, i lavoratori più giovani e tra questi, in particolare, i liberi professionisti”.

Equal Pension Days in ottobre

Per il mese di ottobre, Pensplan aderisce al programma di educazione finanziaria OttobreEdufin2019 che, dal 1° al 31 ottobre, offre occasioni gratuite per accrescere le proprie conoscenze di base sulla gestione e la programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari.

In particolare, per Pensplan, il focus sarà sul personale dipendente della Regione e sulle donne all’interno della campagna Equal Pension Days, giunta ormai alla sua quinta edizione.

Continua a leggere

Salute

Bambini dal dentista e come prevenire la paura

Pubblicato

-

La prevenzione è il cardine della salute orale dei nostri pazienti, diventa fondamentale iniziare da bambini. Occorre che siano piccoli pazienti che si lascino curare, ma soprattutto che siano bambini contenti di venire dal Dentista.

Un bambino che ha il terrore del Dentista oggi sarà un paziente con seri problemi orali domani!

Per ottenere questo risultato ho messo a punto un protocollo operativo ormai sperimentato da anni, valido soprattutto per i bambini “difficili” e/o precedentemente traumatizzati da un approccio incongruo.

Per bambino difficile intendo bambino iperattivo, che non riesce a stare fermo per poco più di alcuni secondi oppure quel bambino che non ti guarda in faccia, non comunica, non apre la bocca e in taluni casi scoppia in pianto isterico.

Innanzitutto invitiamo le mamme, quando possibile, a portare i loro figli dal dentista prima che ne abbiano effettivamente bisogno.

Selina e Marie con il diploma di coraggio dopo la visita in Dental First Bolzano.

Quindi il bambino non va mai trattato al primo appuntamento, ma generalmente al quarto in quanto al primo deve conoscere il dottore, il personale e lo Studio, instaurando un rapporto empatico per quanto possibile;  al secondo se necessario prova la Sedazione Cosciente con l’ausilio di cartoni animati e viene visitato;  al terzo si eseguono le manovre di base per una leggera pulizia e capire come il bambino reagisce  e finalmente, se la terza dà un risultato positivo, si passa alle cure effettive durante la quarta seduta. Nel caso il bambino sia invece tranquillo, si possono evitare un paio di appuntamenti.

Solo dopo che si è lasciato trattare riceverà uno o più premi che lo gratificheranno insieme alla soddisfazione personale di essere riuscito a farsi curare.

In questo modo, di solito, la fiducia del piccolo paziente è conquistata per sempre e come dico spesso sarà “migliore” di molti adulti; pronto tra l’altro, se necessario, ad affrontare un percorso Ortodontico prima impensabile.

Dott. Giuseppe Radaelli – Direttore Sanitario

Specialista in Odontostomatologia

Specialista in Ortognatodonzia

Università di Milano

Info & Appuntamenti nello studio dentistico Dental First – Quality Dentist a Bolzano. T. 0471 051 080. Via Negrelli, 4 – 39100 BZ  https://www.dentalfirst.it/it/

 

Continua a leggere

Salute

Rapporto prezzo e qualità dal dentista / prevenzione per risparmiare

Pubblicato

-

A questo proposito la domanda più ricorrente dei miei pazienti è “Cosa determina un giusto rapporto tra prezzo e qualità delle cure e dei servizi offerti?”

Ci sarebbero molte considerazioni da fare a questo proposito, molte anche troppo tecniche per poter essere facilmente compreso da un pubblico non del settore, in breve credo che uno dei fattori che determini questo rapporto sia la “durata” del lavoro.

Mi spiego meglio, spendere 4.000/00 euro per un trattamento può sembrare molto, ma se il lavoro dura molti anni, il costo si trasforma in un investimento.

Viceversa se per lo “stesso” trattamento (sempre sia tale) ne spendiamo 2.000/00 ma dobbiamo rifarlo con gli interessi dopo un anno o due, con magari ulteriore danno biologico, allora quello che sembrava un risparmio si trasforma in un costo economico, di tempo e di salute. E qui mi riferisco soprattutto al turismo dentale, di cui nella mia esperienza trentennale ho avuto pessimo riscontro.

In breve denaro speso bene oggi assumerà un valore immenso domani.

Per concludere, alla domanda che mi fanno spesso pazienti e genitori di come si fa a non spendere troppo dal dentista, la risposta è sempre una: prevenzione.

Un Dentista scrupoloso, che tiene alla Vostra salute orale (e non del singolo dente) ed un buon Igienista possono fare sicuramente la differenza!

Dott. Giuseppe Radaelli – Direttore Sanitario

Specialista in Odontostomatologia

Specialista in Ortognatodonzia

Università di Milano

Info & Appuntamenti nello studio dentistico Dental First – Quality Dentist a Bolzano. T. 0471 051 080. Via Negrelli, 4 – 39100 BZ  https://www.dentalfirst.it/it/

 

 

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza