Connect with us

Bolzano

Posteggi taxi in piazza Stazione: ampliamento in via Garibaldi o vecchia ricollocazione

Pubblicato

-

Ieri (15 febbraio) in municipio presso l’assessorato alla Mobilità si è svolto un incontro alla presenza dell’Assessora competente Marialaura Lorenzini, del responsabile dell’Ufficio Mobilità del Comune Ivan Moroder e di un gruppo composto da una quindicina di tassisti della cooperativa Radio Taxi per parlare delle problematiche relative al posteggio taxi di piazza Stazione.

Dopo un’attenta analisi dei flussi, principalmente anche pedonali, sono state presentate ai tassisti varie proposte d’intervento.

Tra queste, due quelle ritenute più interessanti: la prima prevede un ampliamento della postazione taxi in via Garibaldi, la seconda la ricollocazione dei posteggi nella vecchia posizione a nord di piazza Stazione.

Un incontro sicuramente costruttivo” ha detto l’Assessora Lorenzini – . Adesso attendiamo una riposta ufficiale in merito da parte della Cooperativa Radio Taxi“.

In ambedue i casi è prevista comunque l’installazione di un nuovo semaforo pedonale a sud di piazza Stazione sincronizzato con l’attuale semaforo pedonale, mentre l’eventuale spostamento della fermata autobus in via Garibaldi (lato stazione) andrà concordato con la Provincia.

Pubblicità
Pubblicità

Bolzano

Seat Leon rubata sotto casa in viale Druso: l’appello sui social per ritrovarla

Pubblicato

-

E’ stata rubata presumibilmente la scorsa notte da alcuni balordi una Seat Leon nera e ora i proprietari lanciano l’appello sul social per ritrovarla.

L’automobile, che sopra il tettuccio ha un portapacchi grigio, è stata portata via proprio sotto casa, in viale Druso 337, all’interno dei parcheggi condominiali.

La targa dell’auto e DJ863HB (Foto solo dimostrativa).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Circoncisioni mascherate: è Paolo Girardi il chirurgo arrestato

Pubblicato

-

Il suo nome è Paolo Girardi, ha 66 anni ed è dirigente presso il reparto di chirurgia pediatrica al San Maurizio di Bolzano il medico arrestato ieri (17 maggio) dai Nas di Trento.

Peculato, falso e truffa aggravata ai danni della Asl le accuse per il professionista altoatesino che avrebbe praticato circoncisioni rituali su minori mascherate da interventi ordinari, caricando quindi sul servizio pubblico i relativi costi.

Attestando false patologie Girardi avrebbe inoltre incassato migliaia di euro poiché i genitori dei piccoli pazienti, prevalentemente musulmani, avrebbero pagato direttamente a lui dai 300 ai 400 euro per intervento.

I bimbi sarebbero chiaramente stati sottoposti all’intervento per motivi religiosi.

A insospettire alcuni membri della direzione medica dell’ospedale cittadino era stato un numero eccessivo di presunti casi di “fimosi serrata” che avrebbero giustificato l’intervento chirurgico con costi, come detto, a carico dei cittadini.

La segnalazione alla Procura è quindi partita dal direttore della ripartizione legale dell’Azienda sanitaria altoatesina Marco Cappello e l’indagine affidata al sostituto procuratore Andrea Sacchetti e ai carabinieri dei Nas di Trento comandati dal tenente colonnello Davide Perasso.

Un’indagine iniziata nel 2016 ma che non si ferma qui, e sono al momento 14 i casi che riporterebbero pesanti elementi accusatori per Girardi, la cui attività di truffa, secondo gli inquirenti, sarebbe iniziata da almeno quattro anni.

A difendere il dirigente medico che da ieri si trova agli arresti domiciliari è l’avvocato Beniamino Migliucci, il cui principale compito al momento è almeno quello di chiarire molti aspetti della vicenda, eventualmente scagionando il suo assistito se le accuse si rivelassero infondate, facendo venire meno la custodia cautelare.

Fissata invece per mercoledì prossimo la data dell’udienza preliminare davanti al giudice Walter Pelino.

Paolo Girardi è persona incensurata e molto stimata in ambito sanitario”, ha precisato l’avvocato Migliucci, dichiarandosi sicuro che già nell’interrogatorio di mercoledì il medico sarà in grado di chiarire eventuali equivoci riguardo alle accuse a lui rivolte.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Riparte domani la stagione del Lido

Pubblicato

-

Come da programma, nonostante le previsioni meteo non proprio incoraggianti, sabato 18 maggio apre regolarmente il Lido di viale Trieste. La spiaggia più amata dai bolzanini rimarrà aperta sino all’8 settembre con prezzi d’ingresso invariati (biglietto ordinario 6 Euro, ridotto 4, tariffe più basse in provincia per l’accesso a strutture analoghe) rispetto allo scorso anno.

Nel corso di una conferenza stampa nella struttura che si appresta ad aprire i battenti per l’avvio della nuova stagione, l’Assessore allo Sport della Città capoluogo ha presentato le novità del Lido per l’estate 2019.

Struttura aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 20.00 con, da giugno, prolungamento il giovedì sino alle 21.00 abbinato ad un programma d’ intrattenimento musicale e artistico per la serata in collaborazione con la nuova gestione di bar e ristorante affidata a Giorgio Alderucci, personaggio molto noto e apprezzato a Bolzano per aver lanciato e gestito numerosi locali di successo.

Confermato anche l’ingresso in pausa pranzo, dal lunedì al venerdì dalle 12.30 alle 14.30 al prezzo di 3 Euro, per dare la possibilità a chi lavora di accedere al Lido per una nuotata o un paio d’ore di relax. Anche durante la stagione estiva, dal lunedì al venerdì, sarà possibile utilizzare la piscina coperta al mattino dalle 6.45 alle ore 9.00 (biglietto d’entrata 4 Euro) fino al 30 luglio.

Successivamente la piscina coperta chiuderà per la manutenzione ordinaria annuale. Confermati anche i mini abbonamenti da 12 ingressi utilizzabili tutto l’anno, sia per l’entrata in piscina coperta, che per il Lido al prezzo di 60 Euro (ridotto 40 Euro). Ingresso gratuito per i diversamente abili ed un loro eventuale accompagnatore.

Per quanto riguarda i cosiddetti servizi aggiuntivi cabina/armadio guardaroba, l’Assessore allo Sport ha segnalato che vi sono ancora posti disponibili sia nelle cabine da 7 posti (53 posti ancora disponibili) che in quelle da da 3 posti (66 posti ancora disponibili).

Sono invece già andati esauriti tutti i 178 armadi spogliatoio. Ad oggi sono stati venduti 672 abbonamenti di cui 203 a tariffa normale e 469 a tariffa ridotta. Dati perfettamente in linea con l’andamento degli anni precedenti

Tra le novità da segnalare, in collaborazione con numerose associazioni sportive cittadine, varie iniziative gratuite di promozione delle diverse discipline per avvicinare bambini e adulti a vari sport (non solo quelli acquatici) in un clima di allegria e divertimento come si conviene d’estate. Sempre tra le novità anche un nuovo pergolato nell’area giochi per bambini.

Il Lido ospiterà al solito le attività di Estate Ragazzi/Bambini e poi Tuffati in un Libro, progetti di Streetwork, Acquagym e Zumba.

Per quanto riguarda i prezzi (6 Euro ingresso normale, 4 Euro quello ridotto), da segnalare l’abbonamento da 12 ingressi a 60 Euro tariffa normale e 40 Euro tariffa ridotta.

L’abbonamento stagionale (114 giorni di apertura nel 2018 con un solo giorno di chiusura per maltempo) costa 130 Euro (ridotto per gli over 60, studenti under 26 e under 16, 90 Euro) con l’utilizzo gratuito ed esclusivo di un armadietto per tutta la stagione balneare. Oltre all’abbonamento, ancora a disposizione, come detto alcuni “servizi aggiuntivi”, ovvero il posto in una cabina da tre (130 Euro), il posto nella cabina da sette (70 Euro).

Prezzi e sconti particolari per le famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza