Connect with us

Bolzano

Presentato il Bilancio Consuntivo del Comune di Bolzano

Pubblicato

-

Nel corso di una videoconferenza stampa il Sindaco Renzo Caramaschi ha presentato il Rendiconto 2020 del Comune di Bolzano. Il documento contabile ha chiuso con 333 milioni di Euro di spesa impegnata (3.088 Euro per abitante), rispetto ai 287 milioni del 2019. Di questi, 243 milioni per la spesa corrente e per i nuovi investimenti (2.253 Euro per abitante, a livello nazionale 879 Euro), rispetto ai 239 milioni dell’anno precedente. L’avanzo di amministrazione ha toccato 136,3 milioni di Euro ed è in parte costituito da accantonamenti o vincoli (104 milioni), mentre il resto (32 milioni) da risparmi per investimenti futuri originati da economie nella spesa o maggiori entrate.

Dei  73,4 miilioni di euro di avanzo vincolato buona parte di questo sarà impiegato per finanziare in particolare opere e lavori per l’acquedotto del Colle (2,5 mil), la  scuola Ada Negri (9,9), la scuola Archimede-Longon (8,0), l’asilo Druso est (0,7), la sede municipale (4,4) la casa di riposo Don Bosco (12,2), la scuola von Aufschnaiter (23,7). L’avanzo disponibile (32,6 milioni di Euro) servirà per la copertura di debiti fuori bilancio, la salvaguardia di equilibri, per nuovi investimenti, per il finanziamento di spese correnti non ripetitive e per l’ estinzione anticipata di prestiti.

Sono 57 i milioni di euro impiegati per nuovi investimenti (opere pubbliche ossia spese in conto capitale) corrispondenti a 530 Euro per abitante (la media nazionale è di 176 Euro). Il Sindaco ha ricordato anche lo “zero” alla voce Indebitamento oneroso. “Nel 2016 abbiamo estinto anticipatamente tutti i mutui onerosi e non ne abbiamo più accesi. Questo – ha detto – ci ha consentito di liberare le spese che pagavamo annualmente per le rate a favore dei servizi per i cittadini per 10 milioni di Euro”.

Pubblicità
Pubblicità

Il Sindaco Caramaschi, supportato dal direttore della Ripartizione Amministrazione delle Risorse Finanziarie Fabio Bovolon, ha illustrato anche l’impatto del Covid sul bilancio comunale. “Complessivamente – ha detto- ci riferiamo ad un impatto di 11,3 milioni di Euro dovuto a 7,3 milioni di minori entrate, 8,2 milioni di maggiori spese e 4,2 milioni di euro di minori spese. Le principali misure a sostegno dell’economia messe in campo dal Comune hanno riguardato in particolare il finanziamento di buoni alimentari (1,5 milioni di Euro), l’ esenzione Cosap  (1,0), l’esenzione parcheggi blu (0,7), contributi ad associazioni (0,6), contributi ASSB per interventi sociali (5,0 milioni di Euro), con il totale dei ristori statali che ha raggiunto la cifra di 12.889.689 euro”.

Tornando alle cifre del conto consuntivo, da evidenziare che l’avanzo corrente pro capite a Bolzano è stato di 218 Euro a fronte di una media dei comuni di 278 Euro. Per quanto riguarda invece le entrate correnti, ossia le risorse per poter fornire servizi alla comunità, queste sono derivate per 103 milioni di Euro da famiglie ed imprese attraverso tributi (52 milioni) e servizi a domanda individuale e collettiva (51 milioni), 5 milioni dallo Stato e 121 milioni dalla Provincia per i servizi sociali delegati (60 milioni) e altro (61 milioni).

Le entrate correnti, 229 milioni di Euro, risultano così suddivise in tre titoli: tributi (51,7 milioni); trasferimenti (126,3) ed entrate extratributarie (51,2). Per i tributi la voce più rilevante è l’IMI con 45,6 milioni di Euro, mentre per i trasferimenti dalla Provincia, le voci più importanti riguardano i servizi sociali (59,5) e la quota procapite (38,2). Tra le entrate extratributarie la fetta più grossa riguarda la vendita di beni ed i servizi (23,7).

Molto positivi i dati relativi ai gradi di accertamento e riscossione delle entrate correnti, mentre per quanto riguarda le spese correnti, a Bolzano la spesa pro capite è di 2.253 Euro rispetto alla media nazionale di 879 Euro e quella dei comuni di pari classe demografica di 976 Euro.

Anche rispetto ai tempi medi di pagamento, il Comune di Bolzano paga le fatture ricevute mediamente in 16 giorni (la media dei comuni dello stesso range è di 36 giorni). La tempestività dei pagamenti è di -16 giorni; ciò significa che il Comune di Bolzano paga in anticipo rispetto alle scadenze delle fatture, mentre i comuni dello stesso range pagano mediamente con un ritardo di 1 giorno). Nel 2020 il 93% delle fatture sono state pagate entro il 60° giorno dal ricevimento.

Il grado di rigidità del bilancio, ovvero la quota di risorse correnti assorbite dal personale e dagli interessi, è in diminuzione per effetto del progressivo calo del costo del debito. “Un grado di rigidità inferiore del 6,7% rispetto alla media nazionale – ha sottolineato il Sindaco – corrisponde a 15,4 milioni di risorse spendibili in servizi ai cittadini“.

L’ambito nel quale vengono spese le risorse correnti è prevalentemente quello sociale (86,6 milioni di Euro) quindi i servizi istituzionali (36,3) e l’istruzione (13,4). Per quanto riguarda infine gli Investimenti le risorse derivano dal PRU e da alienazioni varie (34,2 milioni), da contributi provinciali (20,1), dai dividendi (2,8), dagli oneri di urbanizzazione (6,8) e dall’avanzo di amministrazione 2019 (7,6). I settori nei quali sono stati realizzati i maggiori investimenti riguardano la mobilità (24,7 milioni), l’istruzione (8,1) e lo sport e tempo libero (7,3).

(mp)

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza