Connect with us

Alto Adige

Ricerca, un milione di euro per 7 progetti di mobilità internazionale

Pubblicato

-

L’Ufficio ricerca scientifica ha pubblicato il decreto di assegnazione dei fondi per la mobilità destinato a 7 ricercatrici e ricercatori internazionali fra i 30 e i 55 anni.

A partire dal 2020 gli assegnatari del finanziamento svolgeranno da 6 a 24 mesi in istituzioni ed enti di ricerca dell’Alto Adige. Il finanziamento ammonta a poco meno di 1 milione di euro, il 20% in più rispetto a quanto stanziato nell’edizione precedente del bando.

Un investimento importante, essenziale per far crescere il territorio e per aumentare l’attrattività nei confronti di nuovi cervelli” ha sottolineato il presidente della Provincia Arno Kompatscher.

Pubblicità
Pubblicità

Come funziona il bando: regole e progetti

L’iniziativa a favore della ricerca scientifica sostiene sia periodi di ricerca all’estero per chi opera in provincia di Bolzano sia progetti di ricerca da svolgere con un ente altoatesino da parte di studiosi internazionali.

Nel caso della seconda edizione del bando, deliberato a giugno scorso dalla Giunta provinciale, tutti e 7 i ricercatori operano attualmente in Italia o all’estero e verranno adesso in Alto Adige per svolgere uno specifico progetto di ricerca.

“Tutti i progetti sono stati reputati dal Comitato tecnico di alta qualità e arricchiranno la ricerca in Alto Adige di spunti innovativi, restituendo visibilità e reputazione a livello internazionale” prosegue il presidente Kompatscher.

Molteplici i temi trattati: il riutilizzo del materiale di scarto della lavorazione del grano e della produzione di birra biologica locale, una comparazione fra Alto Adige, Tirolo, Trentino e Stiria sul federalismo e sulla partecipazione dei cittadini alla vita democratica, l’introduzione dell’industria 4.0 nelle piccole imprese, gli effetti su frane e canali di eventi meteorologici estremi nel territorio locale e l’integrazione culturale della comunità islamica in Alto Adige.

Aumentano i progetti di ricerca: nel 2018 erano 6

Obiettivo è promuovere l’internazionalizzazione dell’attività scientifica dell’Alto Adige. Il direttore della Ripartizione innovazione, ricerca e università Vito Zingerle sottolinea il valore di progetti di questo tipo per sviluppare la ricerca sul territorio e arricchire il panorama scientifico di nuovi spunti e approcci innovativi.

Le domande per il bando 2019 sono in crescita rispetto alla prima edizione 2018, quando erano stati 6 le ricercatrici e i ricercatori a candidarsi: tutti appartenenti a enti internazionali, stanno attualmente lavorando in Eurac Reserach, Unibz e Laimburg a progetti che spaziano dalle scienze sociali alle tecnologie.

Il ricercatore della Serbia Nikola Dordevic, 39 anni, nel laboratorio “Aromi e mataboliti” di Laimburg al NOI Techpark di Bolzano applica all’agricoltura e alla coltivazione di mele e viti la sua formazione statistica sull’analisi di grandi numeri di dati per autenticare la qualità dei prodotti agroalimentari.

In particolare Dordevic si occupa di analizzare il profilo metabolico di un organismo (ossia come questo organismo funziona) per ricavarne un’istantanea della fisiologia di quella cellula specialmente in caso di malattia della pianta stessa.

Il mio lavoro consiste nel correlare ed integrare dati provenienti da strumenti analitici, dati fenotipici e sensoriali delle piante: questo può offrire una corretta caratterizzazione dei prodotti locali con importanti novità e informazioni per l’agricoltura ed il mercato altoatesino” spiega Dordevic.

Finanziati anche gli studi di un “talento di ritorno”

Un talento di ritorno è invece Simon Unterholzner, 32 anni, originario di Lana, esperto di fisiologia delle piante con studi a Monaco di Baviera e all’università La Sapienza di Roma che ad aprile 2019 ha iniziato un progetto di 2 anni alla facoltà di Scienze e tecnologie di Unibz.

Unterholzner studia geni che controllano come le piante rispondono alle condizioni dell’ambiente circostante, ad esempio alla presenza di acqua o nutrienti.

Mi piacerebbe restare anche in futuro a lavorare in Alto Adige, ma certo dipenderà dal contesto accademico e da come questo si svilupperà” spiega Unterholzner, che si dice soddisfatto per la possibilità di lavorare in provincia grazie al finanziamento del bando.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza