Connect with us

Italia ed estero

Rieti, esplosione in un distributore sulla Salaria: muore un vigile del fuoco

Pubblicato

-

Foto roma.corriere.it

E’ di due morti e 18 feriti il bilancio della violentissima esplosione avvenuta oggi (5 dicembre) in una stazione di servizio sulla via Salaria a Rieti.

Le fiamme sono partite da un’autocisterna che scaricava gpl. Una seconda deflagrazione è avvenuta mentre i soccorritori erano all’opera.

La tragedia si è verificata al chilometro 39, poco distante da Passo Corese.

Il pompiere, Stefano Colasanti di 52 anni, non era nella squadra di soccorsi giunta sul posto ma si è fermato in una via ad una decina di metri dalla pompa di benzina per prestare soccorso, quando è stato investito dalle fiamme.

La seconda vittima, invece, si trovava nei pressi del distributore e incuriosito si era fermato con la sua auto a pochi metri dalla pompa.

L’esplosione è stata talmente violenta che l’autocisterna insieme ad un mezzo dei vigili del fuoco sono stati sbalzati per una decina di metri finendo in una strada adiacente al distributore.

Un particolare inquietante: il giorno prima,  in occasione dei festeggiamenti di Santa Barbara presso la caserma di Rieti, il vigile del fuoco deceduto aveva preso parte alle esercitazioni simulando il decesso proprio per una deflagrazione di una cisterna Gpl.

I vigili del fuoco altoatesini hanno espresso vicinanza alla famiglia del collega che ha perso la vita nel tragico incidente.

Ci uniamo al dolore di tutti i coinvolti nell’esplosione autocisterna a Rieti sulla Salaria, vicini ai familiari delle vittime, ai feriti e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco“, si legge sulla pagina Facebook Landesfeuervehrverband dell’Alto Adige.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza