Connect with us

Musica

Sabato 8 dicembre “Suggestioni dal mondo” al Teatro di S. Giacomo

Pubblicato

-

 «Groovy world music experience…»!

Se il titolo può suonare fascinosamente enigmatico ai più, illuminante è il sottotitolo, da cui l’essenza del ‘concerto-evento’ fuoriesce in pieno e attrae: “un viaggio attraverso ritmi africani, atmosfere caraibiche e improvvisazioni notturne”.

Protagonista del live sarà la JEMM Music Project, formazione che rappresenta una delle eccellenze della scena artistica altoatesina e regionale, ma proiettata ben oltre i confini locali, e che unisce artisti del gruppo etnico ladino, italiano e tedesco.

Pubblicità
Pubblicità

L’appuntamento è per sabato 8 dicembre alle 20.30, con ingresso libero, al Teatro di S. Giacomo di Laives. Qui sono attesi per l’occasione il mago delle percussioni del mondo Max Castlunger e altri cinque colleghi di razza: Jack Alemanno alla batteria modificata, Marco Stagni al basso elettrico, Matteo Cuzzolin al sax, Mirko Pedrotti al vibrafono, Hannes Mock al trombone.

Max Castlunger spazierà a cavallo di una gamma di strumenti a percussione (e non) provenienti dalla sua ricca collezione, composta da pezzi raccolti in giro per i continenti e da altri autocostruiti, che connoteranno anche visivamente la scena: steel drumcaraibico, balafon africano, didgeridoo australiano, un set di tamburi delle Alpi di sua concezione chiamato “tapi”, un nuovissimo hang e svariati altri strumenti particolari quanto intriganti.

Sarà un’immersione fresca e al tempo stesso caliente nella dimensione groove, in bilico fra l’etnico, il jazzato, l’onirico, il ‘contemporaneo occidentale’ (frutto della ricerca dei JEMM), l’evocativo di luoghi e situazioni.

Nel corso del concerto, la strabiliante dotazione di Castlunger si interfaccerà e intreccerà con strumenti appartenenti alla cultura musicale occidentale, creando dialoghi musicali unici nel loro genere.

Il suono e i ritmi incalzanti del balafon africano e dello steel drum (xylofono africano) si mescoleranno ad esempio alla energica sezione di fiati composta da Matteo Cuzzolin e Hannes Mock, rispettivamente al sax tenore e al trombone, due musicisti noti nell’ambiente del jazz altoatesino e nazionale.

Il tutto troverà un supporto ritmico di spessore nel basso elettrico del poliedrico Marco Stagni e nella batteria modificata dell’affermato batterista vipitenese Jack Alemanno.

Completerà il connubio musicale il virtuoso vibrafonista roveretano Mirko Pedrotti, donando all’insieme un raffinato tocco di contemporaneità.

A incorniciare la serata ci penseranno i “visuals” dell’artista dell’immagine Gustav Willeit. Il suo occhio, la sua mano, la sua sensibilità, gli consentono di tradurre in immagni momenti di vita – ora più delicati, ora più crudi – e di creare al tempo stesso luoghi immaginari, evocativi, di pura fantasia: e al Teatro di S. Giacomo presenterà appunto un percorso visivo di questo genere, fatto di suggestioni che si rincorreranno, fondendosi alla musica.

Una proposta, nell’insieme, che strizza l’occhio tanto a chi è in cerca di ritmo e di solarità, quanto agli amanti della dimensione eterea.

E all’appello manca ancora un dettaglio non di poco conto: nella sua veste rinnovata, la band presenterà in anteprima proprio l’8 dicembre il suo nuovo repertorio musicale, che nel 2019 si tradurrà nell’uscita di un atteso CD per la prestigiosa etichetta Three Saints Records.

Organizza il Centro culturale S. Giacomo.

 

Musica

Space Rock Symphony: i più grandi successi del rock in uno show al Planetarium

Pubblicato

-

È con uno nuovo show musicale che il Planetarium Alto Adige a San Valentino in Campo apre l’anno nuovo.

Questo sabato 25 gennaio alle ore 20, la struttura della Val d’Ega proietta per la prima volta “Space Rock Symphony”, una moderna fiaba rock che unisce musica rock sinfonica, virtuose chitarre elettriche ed immagini cosmiche.

La sensazione dell’infinito: chi guarda il cielo in una notte limpida con le stelle sospese nel nero della notte può perdersi nella vastità del cosmo. Un sentimento, che gli amanti della musica conoscono bene, quando il loro cuore batte nel ritmo delle loro canzoni preferite.

Pubblicità
Pubblicità

Il nuovo show nel Planetarium accompagna i suoi spettatori per un viaggio nel cielo stellato, nell’infinità dell’universo e in mondi fantastici.

Questa moderna fiaba rock unisce un’orchestra sinfonica, virtuose chitarre elettriche ed immagini cosmiche in uno spettacolo dal ritmo incessante con i più grandi successi del rock degli ultimi decenni.

I Metallica, i Rolling Stones, gli Aerosmith, i Guns n’ Roses, i Linkin Park e tante altre band leggendarie trasportano gli spettatori nell’unico luogo ancor più vasto dell’universo: la nostra immaginazione.

Ulteriori appuntamenti sono previsti per venerdì 24 aprile, sabato 26 settembre, sabato 7 novembre e venerdì 20 novembre.

Prenotazioni ed informazioni si possono avere sul sito www.planetarium.bz.it, via e-mail a info@planetarium.bz.it o telefonando a 0471 610020; costo: 7 Euro; età consigliata: a partire dai 16 anni.

Continua a leggere

Musica

All’insegna del rock: il 27 dicembre Planetarium Alto Adige fa vedere “Queen Heaven”

Pubblicato

-

Il 27 dicembre alle ore 20 è dedicato a tutti i fan del rock: il Planetarium Alto Adige a San Valentino in Campo presenterà infatti uno show dedicato alla più grande rock band inglese di sempre e proietterà “Queen Heaven”.

 „We are the champions“, „We will rock you“, „Another one bites the dust“ e „Radio Ga Ga“: chi non conosce le più famose hit dei Queen, la leggendaria band inglese che dominò le classifiche discografiche di mezzo mondo tra gli anni ottanta e novanta?

I visitatori potranno godere di uno show con tante riprese originali. Grazie alla proiezione a 360 gradi avranno inoltre la possibilità di tuffarsi nell’atmosfera degli anni 80 e di rivivere l’aura straordinaria, l’immensa creatività e l’incredibile energia dei Queen.

Pubblicità
Pubblicità

Queen Heaven: venerdì, 27 dicembre alle ore 20 al Planetarium Alto Adige

Prenotazione: tel. 0471 610020, www.planetarium.bz.it o info@planetarium.bz.it

Entrata: 7 Euro

Consigliato a partire dai 16 anni

Continua a leggere

Musica

“Inside the Castle”: esce il 22 dicembre il primo album da solista di Francesco Montanile

Pubblicato

-

Si intitola “Inside The Castle” il primo album da solista del chitarrista e compositore Francesco Montanile.

Un album strumentale (fusion) interamente auto prodotto e composto da 9 brani che si alterna tra sonorità ambient e fusion, il tutto accompagnato da sintetizzatori e basi ritmiche elettroniche.

I primi due singoli pubblicati, che fanno da apri pista a questo nuovo progetto, sono Evolution e Nature Inside. L’uscita discografica dell’album è prevista per il 22 dicembre e sarà disponibile su tutti i digital store.

Pubblicità
Pubblicità

Per informazioni e-mail: francesco.montanile@virgilio.it oppure facebook : https://www.facebook.com/francymontanile/

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza