Connect with us

Politica

Schuler chiarisce il “No” a mozione Nicolini su glifosato: “Norma vigente è più restrittiva”

Pubblicato

-

Mozione respinta perché è già in vigore una regolamentazione più restrittiva sull’utilizzo del glifosato.

Nella seduta di ieri (12 settembre), il Consiglio provinciale ha trattato, tra gli altri, anche il tema del glifosato. Il consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle Diego Nicolini, ha presentato la mozione n. 22/19 “Stop Glifosato”.

La mozione chiedeva di impegnare la Giunta provinciale ad attivarsi affinché la scelta dell’utilizzo del glifosato venisse disincentivata ulteriormente nei comuni del territorio provinciale in relazione alle aree indicate come “aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili”. La mozione è stata respinta a maggioranza.

Pubblicità
Pubblicità

Legge in vigore è più restrittiva

L’assessore competente Arnold Schuler, chiarisce: “Il regolamento in vigore è più restrittivo della mozione presentata“.

Infatti già con il decreto del Ministero della Salute del 9 agosto 2016 era stato vietato in tutta Italia l’utilizzo di prodotti contenenti glifosato in “aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili“.

Inoltre, in Alto Adige si applica la legge provinciale del 12 maggio 2010, n. 6 – . Legge di tutela della natura e altre disposizioni, che vieta di trattare con erbicidi i manti vegetali, tranne che all’interno di aree agricole a coltivazione intensiva (art. 19, comma 3).

L’obiettivo primario dell’agricoltura rimane la riduzione dell’uso di erbicidi e di prodotti fitosanitari in generale.

L’assessore Schuler ricorda: “Sull’82 per cento della superficie agricola provinciale non vengono applicati né erbicidi né prodotti fitosanitari. Nessun altro paese in Europa può vantare un tale valore”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza