Connect with us

Oltradige e Bassa Atesina

Scomparsa da domenica sera a Cornaiano: si cerca Agnes Morandell Ohnewein

Pubblicato

-

Dalla serata di domenica 15 settembre non si hanno più notizie di Agnes Morandell Ohnewein.

La 68enne si è allontanata da Cornaiano, dove abita, a bordo della sua auto e da quel momento di lei si sono perse le tracce.

Le ricerche da parte dei vigili del fuoco di Cornaiano e Colterenzio si stanno concentrando per ora nell’area circostante e nella zona di Appiano e Caldaro, ma si estenderanno se necessario a tutta la Bassa Atesina.

La donna è alta 1 metro e 60 centimetri e ha occhi e capelli castani. Il veicolo sul quale si è allontanata è una Fiat Stilo Blu targata DD 154 YR.

Chiunque la avvistasse o avesse notizie è pregato di avvisare le forze dell’Ordine o ai vigili del fuoco di  Cornaiano al numero 0471-1880270.

 

Oltradige e Bassa Atesina

Salorno, stazione idrometrica per il monitoraggio dell’Adige

Pubblicato

-

La stazione idrometrica di Salorno, attiva già da due anni, fornisce una panoramica sulla situazione del fiume Adige, del quale monitora la portata e le sostanze in esso contenute e così la qualità dell’acqua, per mezzo delle strumentazioni dell’Agenzia per l’ambiente e la tutela del clima.

Grazie alla struttura sono sempre sotto controllo le eventuali piene del fiume.

Tutti i dati sono disponibili in tempo reale non solo sul web, ma anche sull’Infopoint lungo il fiume Adige, terminato di recente a poca distanza dalla stazione idrometrica.

La nuova stazione idrometrica e l’Infopoint sono stati inaugurati questa mattina (14 ottobre) dall’assessore alla protezione civile, Arnold Schuler, e dal sindaco di Salorno, Roland Lazzeri.

Questo progetto contribuisce sensibilmente alla sorveglianza della sicurezza dei cittadini” ha detto Schuler.

Ogni anno la stazione idrometrica acquisterà sempre più valore fornendo un numero maggiore di dati“, ha fatto presente Roberto Dinale, direttore sostituto dell’Ufficio idrografico.

50 stazioni idrometriche in Alto Adige

La rete per il monitoraggio quantitativo dei corsi d’acqua dell’Alto Adige, composta da circa 50 stazioni di misura, dal 1975 è gestita dall’Ufficio idrografico dell’Agenzia provinciale per la Protezione civile.

In Alto Adige i dati idrometrici sono utili soprattutto per la gestione di situazioni idrologiche critiche, quali piene fluviali e scarsità idrica, e per la pianificazione sostenibile degli utilizzi delle risorse idriche e del territorio (Piani delle zone di pericolo).

In Bassa Atesina le piene fluviali e il rischio di rotte arginali ad esse connesso sono da sempre motivi di preoccupazione.

Al più tardi dopo l’alluvione dell’ultima decade di luglio 1981 anche il paese di Salorno è particolarmente attento a questi eventi.

Negli ultimi decenni la Provincia ha investito molte energie e risorse nella prevenzione e nella protezione dalle piene, a cominciare dalle opere di rinforzo e miglioramento della stabilità degli argini dell’Adige.

Un rischio residuo, per quanto piccolo, rimane sempre, ed è per questo che “rimangono molto importanti sia la pianificazione dell’emergenza (Piani comunali di Protezione civile) sia la realizzazione di infrastrutture come la stazione idrometrica di Salorno che sono molto utili a supporto dei processi decisionali in caso di eventi estremi” ha sottolineato Dinale.

Potenziare rete stazioni idrometriche

La realizzazione della stazione idrometrica di Salorno, che ha comportato un investimento di 310.000 euro, è stata resa possibile grazie al finanziamento del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR).

A tal riguardo è stata sottolineata dai presenti l’esemplarità della collaborazione fra Provincia, Comune, Comunità comprensoriale e gestori delle infrastrutture.

Quella di Salorno è una delle 5 stazioni idrometriche già in servizio delle 8 che vengono realizzate e finanziate tramite il FESR per il periodo di programmazione 2014-2020.

Accanto a quella di Salorno-Adige, sono già in funzione le stazioni di Vipiteno-Isarco, S. Giorgio-Aurino, Gadera-Mantana, Vandoies- Rienza.

Già approvata è inoltre la stazione sul rio Solda a Ponte Stelvio.

Due ulteriori proposte progettuali sono state appena presentate (Caminata-Aurino e Vipiteno-rio Ridanna).

Sempre tramite il FESR, tra il 2007-2013, erano stati finanziati 8 progetti di rinnovo e ampliamento della rete di monitoraggio.

Lo schema di finanziamento prevede la seguente ripartizione percentuale dei costi: UE 50%, Stato 35%, Provincia 15%.

Continua a leggere

Oltradige e Bassa Atesina

Coca, marijuana e armi non denunciate in un noto pub di Terlano: fermato il gestore

Pubblicato

-

I Carabinieri di Terlano hanno dato seguito ad alcune notizie che indicavano un noto Pub della zona come un posto dove trovare facilmente della droga per consumarla insieme agli amici.

Già da tempo infatti il locale è entrato sotto la lente d’ingrandimento dei militari, con periodici appostamenti e osservazioni della clientela che è solita frequentarlo.

Ieri sera i militari del’Arma hanno dunque deciso di intervenire con un controllo approfondito, dopo aver notato un insolito via-vai di giovani che accedevano, ingiustificatamente, ai locali caldaia dell’esercizio pubblico.

Sono quindi entrati e hanno sottoposto l’immobile a perquisizione.

L’intervento ha consentito trovare nascosti, proprio nei locali della caldaia, circa venticinque grammi di cocaina che è stata subito sequestrata. Proseguendo la perquisizione, sono stati trovati altri cinque grammi circa di cocaina e dieci grammi di marijuana tutta nascosta all’interno di un camper parcheggiato fuori dal pub, anch’esso coinvolto nei sospettosi andirivieni di giovani.

Non solo, nei locali della cucina sono state trovate alcune armi non denunciate e illecitamente detenute, come un cosiddetto “bastone animato” (un bastone da passeggio apparentemente normale ma che in realtà è un fodero rigido per una lama del tipo a stiletto lunga circa 70 cm), una replica fedele di una pistola a tamburo ma sprovvista dell’obbligatorio tappo rosso, un vero fucile ad avancarica senza matricola (antico ma potenzialmente funzionante) e tre e sciabole. Tutte le armi sono state sequestrate.

Il proprietario e gestore del locale e del camper, un 49enne cittadino italiano, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità giudiziaria di Bolzano per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi.

La sostanza stupefacente è stata trasmessa al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dei Carabinieri in Laives, per le analisi qualitative.

Continua a leggere

Oltradige e Bassa Atesina

Tamponamento a Caldaro, ferita 54enne tedesca

Pubblicato

-

Una donna tedesca di 54 anni è rimasta ferita in seguito a un tamponamento avvenuto oggi pomeriggio, intorno alle 15, nella zona di Caldaro, all’altezza del Ritterhof.

Dopo il servizio di primo soccorso prestato dagli operatori della Croce Bianca dell’Oltradige, la turista è stata trasportata all’ospedale di Bolzano.

Sul posto anche i vigili del fuoco volontari di Caldaro e i carabinieri.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza