Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Sicurezza, Galateo FdI: “Fallimento della gestione Pd. Bolzano pericolosa anche di giorno”

Pubblicato

-

Continua la battaglia del consigliere comunale Marco Galateo e di Fratelli d’Italia per una città più sicura.

Ieri (20 novembre) in piazza Matteotti si è parlato nuovamente del tema sicurezza e legalità per i quartieri di Bolzano.

La passata gestione Pd, della quale sono ancora ben visibili i danni, e l’intervento del Movimento 5 Stelle sul decreto sicurezza sono fattori che per il battagliero consigliere continueranno a peggiorare la situazione di degrado del capoluogo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Racconta Galateo:

“Facile andarci di giorno al mercato, a fare propaganda, in campagna elettorale, ma quando le luci scendono siamo poi in pochi a venire a parlare con la gente nelle periferie.

Noi qui ci viviamo, la città è buia e sta diventando pericolosa anche di giorno.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Abbiamo scelto volutamente un orario “scomodo” per le telecamere, perché solo così si può riportare la sensazione di chi vive in queste zone.

Il grave fatto avvenuto nei cortili di piazza Matteotti durante il tardo pomeriggio fa emergere un ragionamento su due livelli.

I balordi ormai si sentono liberi di delinquere pressoché indisturbati, anche di giorno, anche a volto scoperto, grazie al quadro normativo che li rende di fatto totalmente impuniti“.

E la prospettiva per il futuro non è rosea. Colpa anche di un decreto sicurezza pensato dalla Lega a favore di una maggiore tutela dei cittadini, ma ampiamente criticato dalla frangia pentastellata al governo che lo vorrebbe meno offensivo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

“Il decreto sicurezza – continua Galateo – è stato ormai annacquato dalla sinistra ideologizzata del M5S e poco o nulla cambierà nelle nostre città.

E questo dimostra che la tardiva soluzione delle telecamere a Bolzano sia ormai superata. Andavano fatte prima, quando le chiedevamo noi dieci anni fa e ci sentivamo rispondere che non servivano e che eravamo degli esagerati.

Ora rischia di essere tardi, ma meglio di niente. Il PD ha fallito la sua gestione amministrativa, non vorremmo ritrovarcelo di nuovo, questa volta insieme ai Verdi, al governo della Provincia.

Le illuminazioni vanno potenziate su tutta la città, non solo nei soliti quartieri centrali.

Europa-Novacella e don Bosco sono al buio già alle 17 di sera in inverno, per non parlare della ciclabile che costeggia via Milano.

La situazione peggiorerà con l’inizio del mercatino di Natale e proseguirà ancora peggio con l’inizio della realizzazione della ristrutturazione del centro.

Un ulteriore aspetto da analizzare è il dato sui crimini, più della metà infatti sono perpetrati da persone residenti sul territorio. Spesso queste stesse persone sono inquilini di case ipes o beneficiari dei nostri servizi sociali.

Ci si chiede, perché la collettività deve farsi carico di vìola le regole?

Il codice penale può essere quindi considerato quello spartiacque equo per distinguere chi merita sostegni sociali e chi invece va introdotto in altro tipo di percorsi.

Ad una mia interrogazione al Sindaco sui controlli da parte dell’anagrafe ai titolari di contratto di locazione con Ipes è emerso che il Comune (ma in realtà tutti i Comuni) non ha strumenti per verificare se i beneficiari di questi servizi siano o meno destinatari di azioni di carattere penale.

E quindi la collettività si fa carico di dare casa e contributi a persone che poi vanno a rubare nei nostri appartamenti, aggrediscono i nostri figli, scippano i nostri nonni.

Qua va cambiato il quadro normativo per permettere alle istituzioni di aggredire il patrimonio, anche sotto forma di contributi e servizi sociali.

Quello che il Comune potrebbe iniziare a fare è costituirsi parte civile nei confronti di questi autori di reati che creano un grande allarme sociale”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano3 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige3 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Alto Adige3 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Merano4 settimane fa

Auto esce di strada e si ribalta su un sentiero forestale: una persona all’ospedale in gravi condizioni

Alto Adige4 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Alto Adige4 settimane fa

Il Gruppo Volontarius cerca volontari per l’Emporio solidale di Piazza Mazzini a Bolzano ed a Merano

Alto Adige4 settimane fa

Coronavirus: 4 casi positivi da PCR e 45 test antigenici positivi, un decesso

Merano3 settimane fa

Merano, fuoriuscita di perossido di idrogeno nella lavanderia della Croce Rossa: allertati i Vigili del Fuoco

Archivi

Categorie

di tendenza