Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Sostenibilità e agricoltura: una via comune per l’Alto Adige

Pubblicato

-

Un percorso comune verso un futuro sostenibile legato ad uno dei settori strategici in Alto Adige: l’agricoltura.

Da questo presupposto l’assessore provinciale all’agricoltura Arnold Schuler ha presentato oggi (17 marzo) il documento strategico “Agricoltura 2030: la via sostenibile dell’Alto Adige” elaborato insieme ai rappresentanti dei settori ortofrutta, vitivinicolo e lattiero-caseario.

La giornata è stata dedicata ad uno scambio proficuo di idee tra i principali attori del settore, che hanno presentato a loro volta i loro concetti legati alla sostenibilità. L’assessore Schuler ha evidenziato che questo percorso comune non partirà da zero. “È giunto il momento di unire le forze fra i settori dell’agricoltura altoatesina e di elaborare un piano comune per un’agricoltura sostenibileha sottolineato Schuler.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Questo settore ora e in futuro si trova di fronte a nuove sfide che devono essere affrontate insieme, ha aggiunto.  La produzione sostenibile è necessariaha rimarcato l’assessoretuttavia bisogna puntare su incremento della produzione ecologica poiché l’autoconsumo, a livello, sta acquistando sempre più una maggiore importanza”.

Il valore dell’agricoltura altoatesina

Comunanza, coraggio, spirito pionieristico e apprezzamento: sono questi sono i valori che distinguono, caratterizzano e uniscono le aziende agricole a conduzione familiare dell’Alto Adige.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Un atteggiamento comune e un costante coordinamento rivolto agli obiettivi e alle misure devono guidare in futuro lo sviluppo sostenibile futuroha continuato Schuler. Nell’ambito del documento strategico “Agricoltura 2030” sono stati individuati sei campi d’azione e misure rivolti alle aziende familiari e zone rurali, clima, riduzione della produzione di anidride carbonica, acqua e suolo, biodiversità e paesaggio, salute, oltre al dialogo sociale. Tutti temi orientati verso il tema della sostenibilità.

I principi guida comuni dell’Unione Agricoltori Sudtirolesi

Su questa base, l’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi (Bauernbund) ha sviluppato una serie di principi guida comuni e progetti attraverso uno scambio di opinioni con i principali soggetti dell’agricoltura altoatesina.

L’obiettivo, attraverso sei principi guida e otto progetti faro, è unire le strategie sulla sostenibilità garantendo un valore aggiunto per l’intero comparto. “I principi guida riflettono i nostri obiettivi comuni per lo sviluppo sostenibile dell’agricoltura” ha spiegato il presidente del Bauernbund Leo Tiefenthaler. Uno di questi principi, ad esempio, mira a preservare i masi a conduzione familiare e l’agricoltura globale. Il principio guida è orientato alla tutela del clima e all’economia circolare, mentre gli altri principi guida sono dedicati alla biodiversità e al valore del suolo e dell’acqua come bene prezioso.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Oltre alla natura, la sostenibilitàha spiegato Tiefenthalercomprende anche l’economia e le questioni sociali. Questo diventa chiaro non da ultimo nel principio guida cinque sulla qualità del prodotto e la creazione di valore”. Ad ogni principio guida sono assegnate diverse cifre chiave per misurare lo sviluppo e almeno un progetto faro. Un faro, per esempio, si occupa di misurare l’impronta ecologica in tutti e tre i settori – frutta, vino e latte – così come nella silvicoltura.

Oltre alle emissioni, l’obiettivo è anche quello di misurare le capacità di catturare l’anidride carbonica da parte dei terreni agricoli e identificare potenziali sinergieha sottolineato TiefenthalerUn altro progetto faro è dedicato alla conservazione della fertilità del suolo e all’espansione dello strato di humus nei terreni coltivati, che a sua volta aumenta il potenziale di sequestro del carbonio”.

Settori ortofrutta, vitivinicolo e lattiero-caseario al centro del progetto

I tre settori ortofrutta, vitivinicolo e lattiero-caseario sono stati coinvolti attivamente nel processo. I loro concetti e progetti di sostenibilità costituiscono una base importante per il settore agricolo. Nonostante ciò, Joachim Reinalter, presidente della Federazione latterie Alto Adige, ha sottolineato come anche i cittadini debbano contribuire con le loro scelte quotidiane a sostenere un’agricoltura sostenibile.

Nell’ambito del progetto sul benessere degli animali, tutti i masi membri delle aziende casearie altoatesine vengono valutati con un questionario. La registrazione sistematica del benessere degli animali in tutte le aziende associate fornisce un quadro completo della situazione reale. Su questa base, il benessere e la salute degli animali sono continuamente migliorati e salvaguardati.

Per Reinalter è chiaro che i costi di questi standard più elevati non possono essere sostenuti solo dagli agricoltori. “Questo richiede anche consumatori che siano disposti a pagare un prezzo equo per lo sforzo aggiuntivoha ribaditoperché l’agricoltura può essere sostenibile solo se i produttori possono anche vivere in modo sostenibile. La produzione di latte sostenibile è la filosofia di qualità dell’industria casearia altoatesina. Il benessere degli animali è una piccola area importante per la sostenibilità. Questa filosofia ha ispirato il progetto Tierwohl Südtirol.

Consorzi del vino e della mela in prima linea

Anche il Consorzio vini dell’Alto Adige Südtirol ha avviato il suo percorso verso la sostenibilità “Abbiamo individuato una tabella di marcia per la gestione sostenibile nell’Agenda del vino – ha spiegato il presidente Andreas Kofler. Essa comprende tutti i settori: cura del suolo, gestione dell’acqua, protezione delle piante, biodiversità, impronta ecologica, economia circolare su scala locale e comunicazione. Attualmente stiamo lavorando per implementare le linee guida nazionali per una coltivazione sostenibile verso il cosiddetto Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata”.

Anche la produzione biologica e biodinamica rappresentano due ambiti da sostenere in futuro. Anche Georg Kössler, presidente del Consorzio di tutela Mela Alto Adige IGP, ha accolto favorevolmente il percorso comune intrapreso da tutti i settori agricoli verso la sostenibilità.  “Sustainapplela strategia di sostenibilità dell’intero settore delle mele altoatesineha sottolineatoè il nostro contributo allo sviluppo sostenibile dell’Alto Adige. Come industria delle mele, siamo consapevoli di rappresentare una parte del percorso sostenibile dell’agricoltura altoatesina”.

“Oggi abbiamo compiuto insieme un primo passo importanteha concluso l’assessore Schuler – “Agricoltura 2030” diventerà un modello da sostenere con convinzione: sono sicuro che i nostri agricoltori e la società lavoreranno per centrare questo importante traguardo comune legato all’agricoltura in Alto Adige”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano3 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano3 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige4 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige3 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Alto Adige1 settimana fa

Maltempo, violenti temporali sull’Alto Adige: numerosi gli intervenenti dei Vigili del Fuoco Volontari

Merano4 settimane fa

Auto esce di strada e si ribalta su un sentiero forestale: una persona all’ospedale in gravi condizioni

Alto Adige3 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Merano4 settimane fa

Merano, fuoriuscita di perossido di idrogeno nella lavanderia della Croce Rossa: allertati i Vigili del Fuoco

Alto Adige3 settimane fa

Convegno Euregio a Trento: integrazione e cooperazione europea

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: sciopero trasporto aereo, i passeggeri hanno diritto a rimborso e indennizzo

Merano2 settimane fa

Merano: controlli straordinari da parte della Polizia di Stato, sequestrata sostanza stupefacente e segnalato un ragazzo quale consumatore

Merano3 settimane fa

Furti di biciclette a Merano, cinque denunciati dai Carabinieri

Alto Adige4 settimane fa

Violenti nubifragi in Alto Adige: oltre 60 interventi dei Vigili del Fuoco

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 10 casi positivi da PCR e 344 test antigenici positivi, un decesso

Politica2 settimane fa

Lido di Bolzano: basta buonismo di sinistra

Archivi

Categorie

di tendenza