Connect with us

Italia ed estero

Terremoto Brasile: violenta scossa di terremoto di magnitudo 7.5 della scala Richter

Pubblicato

-

Violentissima scossa di terremoto registrata pochi minuti fa nel Sud America, con epicentro tra Brasile e Perù.

USGS ha ufficializzato da poco la magnitudo di questa forte scossa, fissando il tutto a 7.5 della scala Richter, ma si è trattato di un evento a grandissima profondità che non dovrebbe aver provocato danni.

Il terremoto è stato localizzato a 170 chilometri da Iberia, Perù, a 140 chilometri da Rio Branco, Brasile, a 260 chilometri da Cobija e a 700 chilometri da Lima, capitale del Perù. USGS inoltre fa sapere che non si è trattato di una ma di due scosse, entrambe di magnitudo 7.6 della scala Richter.

La prima forte scossa di magnitudo 7.6 Richter è stata registrata alle ore 23:45 brasiliane con ipocentro a 600 chilometri di profondità, la seconda forte scossa sismica, anch’essa della medesima magnitudo, alle ore 23:50 con ipocentro a 606 chilometri di profondità.

Si tratta di scosse eccezionali, anche se questa zona del mondo (l’epicentro è avvenuto in Perù) ha conosciuto i movimenti tellurici più violenti della storia recente.

Inoltre una serie di scosse sismiche del genere non dovrebbero aver provocato danni particolarmente seri, complice il profondissimo ipocentro, ma si tratta di zone localmente molto povere e potrebbero essere crollati alcuni edifici.

Scosse di terremoto di questa intensità potevano causare disastri in ogni zona del mondo (vi ricordiamo che il terremoto che ad aprile ha devastato il Nepal, causando 10.000 morti, era di magnitudo 7.8) se solo l’ipocentro fosse stato più superficiale, ma recentemente una scossa di magnitudo uguale in Afghanistan ha causato quasi 1000 morti, lì l’ipocentro era a 220 chilometri di profondità ed ha colpito una zona in cui i criteri antisismici non esistono.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Italia ed estero

Ohio, suona i Queen in un video: bimbo cieco di sei anni fa il giro del mondo

Pubblicato

-

Si chiama Avett Ray Maness, ha solo sei anni, è cieco ma suona e canta al piano Bohemian Rhapsody e molte altre canzoni.

In America è già molto popolare sui social e in televisione questo “piccolo Mozart” dell’Ohio, che secondo il racconto dei genitori già all’età di 11 mesi si è portato verso il piano e ad orecchio ha cominciato a suonare ‘Twinkle Twinkle Little Star’ (famosa ninnananna inglese).

Nessuna sorpresa dunque se il video che vedete qui sopra sia diventato virale oltre al filmato in cui chiede alla madre di mandare ad Adele, la cantautrice britannica suo idolo, le sue canzoni.

Il piccolo è nato con retinopatia del prematuro, una malattia vascolare della retina che lo rende completamente cieco ad un occhio e quasi totalmente cieco dall’altro.

Oggi, le richieste per esibizioni in pubblico del giovanissimo Avett cominciano a fioccare: il piccolo ha già suonato in una scuola dell’Ohio davanti a oltre 900 persone, mentre  in aprile suonerà per un evento di raccolta fondi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

Migranti: aumentano i no alle domande di asilo. Dinieghi nel 77 per cento dei casi

Pubblicato

-

Secondo i dati aggiornati del ministero dell’interno, negli ultimi 12 mesi sono crollati i permessi umanitari (dal 27 al 2 per cento) e sono aumentati i no delle domande d’asilo dei migranti, saliti dal 56% al 77%.

Sempre secondo il Viminale dall’1 gennaio all’8 marzo 2019 le domande di asilo presentante sono state 7.189, mentre sono ancora 76.779 le domande pendenti.

Al primo giugno queste ultime erano  più di 135.000: un calo del 43 per cento da quando il nuovo governo si è insediato.

Delle oltre 16mila decisioni adottate nel 2019, solo nel 10% dei casi è stato infine concesso lo status di rifugiato (7 per cento nel 2018) e 6% la protezione sussidiaria (5% nel 2018).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

Germania: 99enne accanita fumatrice brucia viva sul balcone della casa di riposo

Pubblicato

-

A pochi giorni dal suo centesimo compleanno, una donna è bruciata viva mentre fumava sul balcone della casa di riposo di cui era ospite a Erding, vicino a Monaco di Baviera.

Come molte altre volte la 99enne, fumatrice accanita, era stata portata fuori in sedia a rotelle dal personale di assistenza, ma questa volta qualcosa deve essere andato storto.

Di sicuro la brace di una delle sigarette fumate dalla donna deve essere entrata in contatto con i vestiti. Poco dopo il corpo dell’anziana signora è stata trovato in fiamme.

Inutile l’intervento dei vigili del fuoco: per la quasi centenaria, arsa viva sulla sua sedia a rotelle, non c’è stato nulla da fare.

Sui resti carbonizzati verranno ora fatte delle verifiche: non era la prima volta che la donna veniva lasciata sola a fumare. In più, l’anziana disponeva di un pulsante per le chiamate di emergenza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Archivi

Categorie

di tendenza