Connect with us

Italia ed estero

Salvini, polemica con Di Maio e Ong: “Sui migranti decido io. I porti rimangono chiusi”

Pubblicato

-

“Volere è potere!”

Lo scrive su Facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini, mentre in un altro post il vicepremier ha commentato la frase della Ong Sea Eye “‘L’Italia non è Salvinia’.

Fate quello che volete, ma per chi non rispetta le leggi, i porti Italiani sono e rimarranno chiusi“, ha scritto.

Pubblicità
Pubblicità

Intanto la Ong Sea Watch twitta: “Fermiamo questa insopportabile violazione del diritto internazionale e dei diritti fondamentali, fateli scendere subito!“.

Il caso è quello della Sea Watch 3, la nave con a bordo 49 migranti da 17 giorni al largo di Malta.

E allo scontro tra il ministro dell’Interno e le organizzazioni non governative si aggiunge anche quello all’interno dell’esecutivo.

A poca distanza è infatti arrivata la considerazione dell’altro vicepremier Luigi Di Maio, che sottolinea come quella della chiusura dei porti o del salvataggio in mare sia una decisione che spetta al governo intero.

In un’intervista al Corriere della Sera, Di Maio ha ribadito la necessità di valutare il permesso di sbarco almeno a donne e bambini.

Accetto le diverse posizioni ma in materia di migranti decido io“, ha ribadito Salvini, rivolgendosi anche alla Chiesa.

Papa Francesco è infatti intervenuto con un appello affinché vengano accolti i migranti e ha chiesto ai leader europei “concreta solidarietà”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza