Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Lifestyle

Verso un Natale senza giocattoli sessisti? Oggi il mercato offre ai piccoli la possibilità di scegliere

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità


Dicembre 2019. Una bambina vestita da astronauta? Un bambino che si diletta ai fornelli nella preparazione di deliziosi manicaretti in una cucina perfettamente attrezzata? Fino a molto poco tempo fa sarebbe stato praticamente impossibile, visto e considerato che la maggior parte dei giocattoli per bambini erano fortemente marcati da paradigmi sociali pregressi.

Non stupiva (e non stupisce) l’esistenza di giochi da femmina, relazionati alla cura della famiglia, salute, educazione o faccende domestiche (spesa, cucina, stirare) in contrapposizione ai giochi da maschio, focalizzati nel settore dell’automotive, della costruzione, dello sport o dell’ingegno.

Questa divisione è una realtà che continua ad essere presente e che si accentua particolarmente in occasioni di alto consumo, come il Natale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

È iniziato il cambiamento (e passa per la GDO)

Si può osservare però che queste differenze si stanno progressivamente riducendo. Tanto che Tiendeo.it, leader in servizi drive-to-store ed esperti in cataloghi digitali, ha osservato che 8 su 10 dei principali cataloghi digitali di giocattoli iniziano ad essere inclusivi rispetto alle distinzioni di genere. 

La maggior parte dei volantini e dei cataloghi vantano un’offerta ampia e variegata, e iniziano a integrare un numero di immagini e fotografie sempre maggiore di bambini e bambine che in diversi contesti utilizzano indistintamente diversi giochi.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

«Sembra che le marche e i negozi siano ricettivi rispetto a questa crescente necessità della società di offrire ai più piccoli la possibilità di scegliere, lasciando da parte gli stereotipi, e che si stia producendo lentamente un cambio di paradigma già visibile nei cataloghi e nei punti vendita», spiega Eva Martín, CEO e co-founder di Tiendeo.

È interessante notare come supermercati e centri commerciali siano la categoria che maggiormente abbatte le differenze di genere, a dispetto dei brand prettamente dedicati al giocattolo, che risultano più reticenti al cambiamento e in alcuni casi, tuttora ancorati alla distinzione “giochi da maschi” e “giochi da femmine”.

La GDO infatti, per questo Natale predilige cataloghi incentrati sulle immagini del prodotto, senza alcun tipo di connotazione che possa dar luogo a distinzioni di genere. La maggior parte dei cataloghi di negozi di giocattoli invece, si servono ancora delle immagini che vedono le donne in cucina e i maschi al volante di fuoristrada di ultima generazione.

Una felice eccezione è Imaginarium, che si può considerare pioniere nella comunicazione e nelle scelte: i bambini ritratti nei cataloghi appaiono in una situazione di perfetta parità, che vuole essere lo specchio della società verso la quale ci stiamo muovendo, dove entrambi i sessi si trovano a cooperare e sono intercambiabili, in contesti tanto domestici quanto lavorativi.

I colori continuano ad essere una nota dolente

Quello del giocattolo è ancora oggi un settore fortemente stereotipato, e il Natale fa da cassa di risonanza. Un chiaro esempio risiede nel monopolio dei colori rosa vs azzurro, che continua ad essere molto presente tanto nella grafica dei cataloghi, quanto negli stessi giocattoli.

La buona notizia è che sono sempre più predominanti nuovi formati, come i giochi solidali, che permettono di sensibilizzare e al tempo stesso raccogliere fondi per progetti sociali.

O casi come quello di Playmobil e Lego: il primo attraverso l’introduzione della principessa non vedente, una cowgirl in sedia a rotelle e un personaggio con apparecchio acustico e il secondo con la creazione di una città accessibile, la Lego City, con la presenza della sedia a rotelle.

Dal canto suo, una marca emblematica del settore come la popolarissima Barbie, vanta una nuova collezione composta da differenti personaggi che rispecchiano diverse realtà (incluse le disabilità fisiche) e modi di intendere che cos’è la bellezza.

I giocattoli sono un pilastro fondamentale dell’educazione costruttiva e da essi i bambini estrapolano forti valori in un contesto in cui sono “tutti benvenuti!”, come dice Mattel nel suo “Creatable World”, un nuovo concetto di personaggi, attrezzati di ogni sorta di parrucche e accessori in modo che bambini e bambine possano sperimentare e facciano viaggiare la propria immaginazione.

Si iniziano finalmente a rompere tabù a favore di una maggiore consapevolezza: un altro obiettivo fondamentale e promettente, senza dubbio, per il settore retail.

 

NEWSLETTER

Alto Adige6 giorni fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano3 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano2 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige3 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Italia ed estero3 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Bolzano4 settimane fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Bolzano3 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport4 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano3 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Alto Adige3 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Bolzano3 settimane fa

Irrompe negli uffici della provincia, minaccia gli impiegati ed aggredisce gli agenti

Archivi

Categorie

più letti