Connect with us

Alto Adige

Viaggiava con 10 chili di cocaina nell’auto: arrestato 36enne polacco nella zona di Brennero

Pubblicato

-

I carabinieri di Vipiteno, nel corso di una serie di servizi di controllo svolti in tutto l’Alto Adige nel fine settimana appena trascorso, hanno sequestrato ben 10 chili di cocaina nascosti all’interno di una macchina guidata da un 36enne polacco.

Il veicolo, una BMW con alla guida l’uomo, transitava nell’area di Brennero e alla vista dei militari dell’Arma ha iniziato ad accelerare invece che fermarsi.

Bloccato dopo poche decina di metri, l’uomo ha tentato di giustificarsi dicendo che non aveva visto i militari, che però hanno deciso di effettuare una perquisizione.

Pubblicità
Pubblicità

Durante il controllo uno dei carabinieri ha notato che uno dei sedili della macchina sembrava rotto in modo anomalo nella parte posteriore. È bastato forzarlo leggermente perché tra le sue mani cadesse un pacco.

I Carabinieri hanno quindi perquisito più minuziosamente il veicolo, trovando complessivamente oltre 10 chilogrammi di cocaina di cui il polacco non ha saputo fornire spiegazioni.

Per lui sono scattate le manette per traffico di stupefacenti e la cocaina sequestrata.

La droga, che sul mercato avrebbe potuto fruttare certamente più di 2 milioni di euro, è ora allo studio del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dei Carabinieri per valutarne la purezza.

Un sequestro questo, dal quale scaturiranno ulteriori indagini, per comprendere, come capita in questi casi, se il quantitativo fosse destinato al mercato altoatesino o fosse solamente in transito, diretto verso altre regioni.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

Laives, anche i nonni vigili vanno in vacanza

Pubblicato

-

Con la fine dell’anno scolastico, termina anche il lavoro dei nonni vigili. E, come tradizione, lo scorso giovedì a i 21 angeli custodi degli scolari di Laives, Pineta e San Giacomo si sono ritrovati per un brindisi in municipio.

Nell’occasione il sindaco Christian Bianchi ha voluto ringraziarli per il loro prezioso servizio e per l’impegno che ci mettono per svolgerlo.

Siete stati in strada con il sole, con la pioggia e con la neve per garantire la sicurezza dei bambini. Il vostro è un servizio importantissimo per il Comune e per tutta la cittadinanza, perché grazie a voi aa Laives, Pineta e San Giacomo i bambini possono andare a scuola in sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

Ma fate molto di più che aiutarli ad attraversare la strada, perché non fate mai mancare un saluto e un sorriso ai bambini. E questo è molto bello, perché date loro la possibilità di iniziare la giornata in modo positivo e sereno.

Vi ringrazio quindi per tutto quello che fate, anche se so che il grazie più bello che ricevete, è quando i bambini si sbracciano per salutarmi. Questo significa che siete importanti per loro”.

Il coordinatore del servizio nonni vigili, Christian Visocchi, ha sottolineato il senso di attaccamento e del dovere di tutto il gruppo, composto da 21 persone.

E ha ringraziato due nonni vigili di lungo corso che dall’anno prossimo non potranno più tornare in servizio per motivi di età: Umberto Porto (che è stato nonno vigile per 11 anni) e Sergio Armani, che invece ha prestato servizio per dieci anni.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Merano, si è insediata la nuova Consulta giovani

Pubblicato

-

Lunedì scorso (11 giugno), alla presenza del vicesindaco Andrea Rossi, si è svolta in municipio la prima riunione della nuova della Consulta Giovani del Comune di Merano.

Dell’organismo, che rimarrà in carica fino al 2022, fanno parte Andrei Miruna, Marzia Bertolini, Renato Dalla Zuanna, Nabila Joarder, Sabrina Paulisch, Daniele Di Lucrezia, Elias Berton, Francesco Tirello, Andreas Fauster e Giorgia Gavioli. A loro, e alle persone designate dalle scuole, dalle associazioni giovanili e dai centri giovani, spetterà il compito di promuovere la partecipazione giovanile alla politica comunale.

Come già nel 2015, forzando il regolamento che prevede una composizione, tra eletti e designati, di 21 membri, il vicesindaco e assessore ai giovani Andrea Rossi ha comunque voluto istituire questo organo di rappresentanza delle istanze giovanili della città.

Pubblicità
Pubblicità

Compito urgente della Consulta – ha spiegato Rossi – sarà quello di crescere velocemente nel numero grazie al previsto istituto delle cooptazioni, per dare effettiva solidità e operatività all’organismo.

In questo passaggio si avrà particolare attenzione al mondo di lingua tedesca, oggi purtroppo sottorappresentato. Se infatti la parte elettiva della Consulta è a pieno organico, quella che nasce dalle designazioni vede ancora molte scuole, centri e associazioni inadempienti“.

La Consulta si è intanto dotata delle due cariche previste: alla carica di presidente è stata eletta Marzia Bertolini e a quella di vicepresidente Francesco Tirello. Essi dureranno in carica alcuni mesi, quelli necessari a riportare il numero dei membri della Consulta a numeri più alti.

Ciò fatto, il secondo passo sarà quello dell’adozione di un nuovo statuto che sarà necessariamente portato all’approvazione della Giunta prima e del Consiglio comunale poi.

Un nuovo statuto e regolamento nati dalle riflessioni e dal lavoro di questi ultimi anni e che consentirà alla Consulta maggiore operatività e organizzazione interna.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Ambiente: Merano è “bandiera verde”

Pubblicato

-

Questo premio è un importante riconoscimento per tutti coloro che si impegnano a tutelare la biodiversità a Merano e uno stimolo a proseguire sulla strada già imboccata“, questo il commento dell’assessora all’ambiente Madeleine Rohrer, che ha preso parte alla cerimonia di premiazione svoltasi ieri nella cittadina piemontese di Valdieri.

Legambiente, la più grande organizzazione ambientalista d’Italia, assegna le bandiere verdi ai Comuni, alle associazioni e alle iniziative più virtuose nella tutela dell’ambiente nell’arco alpino.

Al contrario, la bandiera nera è un riconoscimento negativo che Legambiente, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, conferisce a quei soggetti individuati come i “nuovi pirati“, che avrebbero cioè causato danni all’ambiente e compromesso ecosistemi.

Pubblicità
Pubblicità

L’assegnazione delle bandiere verdi e di quelle nere avviene ogni anno nell’ambito della Carovana delle Alpi.

Quest’anno sono state assegnate complessivamente 17 bandiere verdi. Fra queste, appunto, anche quella ricevuta dal Comune di Merano.

La commissione competente ha voluto così sottolineare l’importanza del regolamento edilizio del Comune e dei suoi Piani di attuazione, che contemplano norme e disposizioni per la salvaguardia della biodiversità.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza